Come lavare Sciarpe e Cappelli per non restringerli

    492
    come-lavare-sciarpe-cappelli

    Durante l’inverno tutti pensano sempre a quanto sia difficile il momento in cui si restringono i maglioni in lana, ma si presta poca attenzione a quanto succede con sciarpe e cappelli!

    Non è una bella sensazione indossare un cappello che stringe in testa o una sciarpa che non copre più le spalle come prima.

    Cosa succede? Beh, si tratta soltanto di errori durante il lavaggio, per cui vediamo insieme come lavare correttamente sciarpe e cappelli per non restringerli!

    Prima di iniziare

    Prima di iniziare è bene avere alcuni accorgimenti per quanto riguarda sia le sciarpe che i cappelli.

    In linea di massima stiamo parlando di indumenti composti in lana e che, quindi, sono molto delicati e in un niente si possono sfilare.

    A tal proposito è importantissimo controllare che possano essere lavati in lavatrice prima di procedere, altrimenti c’è bisogno del lavaggio a mano.

    Ebbene, quando dovete lavare a mano sciarpe e cappelli riempire una bacinella con dell’acqua fredda e mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio.

    Lasciate in ammollo per almeno 3 o 4 ore, poi risciacquate delicatamente senza strizzare troppo e lasciate asciugare all’aria aperta.

    Temperature basse

    Nel momento in cui sapete di poter lavare i cappelli e le sciarpe in lavatrice, bisogna avere delle regole ben precise per fare in modo che non si restringono.

    La prima cosa da tener presente è la temperatura: bisogna usare temperature basse altrimenti si rischia di “stressare” troppo il tessuto.

    Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

    Controllate la temperatura riportata sull’etichetta di lavaggio oppure impostate massimo 30 gradi così da rendere meno pesante tutto il ciclo.

    Al rovescio

    Un trucchetto della Nonna che vale sempre quando parliamo di tessuti molto delicati è lavarli al rovescio!

    Questo è un metodo molto efficace anche e soprattutto quando sui cappelli vi sono delle stampe, così non si sgretolano o rovinano.

    Inoltre il tessuto si consuma di meno quando viene lavato al rovescio, per cui tenete presente questa regola quando mettete in lavatrice sia le sciarpe che i cappelli.

    Centrifuga

    Altra criticità dei lavaggi delicati in lavatrice è la centrifuga!

    Sicuramente questo passaggio in lavatrice è molto importante al fine di togliere via tutta l’acqua in eccesso e far asciugare i panni prima, ma è sicuro farlo anche con indumenti in lana come cappelli o sciarpe?

    In realtà è sconsigliato usare la centrifuga in casi del genere perché si potrebbero rovinare o trovarli sfilati, quindi, se possibile, evitatela o riducete i giri al minimo.

    Per assorbire lo stesso l’acqua, inoltre, c’è un trucchetto che forse non conoscete! Si tratta di mettere cappelli e sciarpe su un asciugamano in spugna doppio e tamponare più volte.

    Aceto o bicarbonato

    Usare i prodotti giusti all’interno della lavatrice quando si trattano elementi delicati in lana è la via ideale per non restringerli e averli sempre morbidi e come nuovi.

    Qui entrano in gioco l’aceto o il bicarbonato, entrambi molto sfruttati all’interno della lavatrice per tutti i benefici che portano al bucato.

    Attenzione! Non bisogna mai usarli insieme, scegliete l’uno o l’altro ingrediente.

    Nel caso del bicarbonato, dovrete mettere 1 misurino di prodotto all’interno del cestello della lavatrice e dare il via al lavaggio.

    Se invece volete prediligere l’aceto, mettete 1 tazzina di prodotto nella vaschetta dell’ammorbidente insieme ad 1 cucchiaino di olio essenziale ed ecco fatto!

    Ammorbidente naturale

    Un’altra soluzione che fa al caso nostro per lavare cappelli e sciarpe senza restringerli è usare un ammorbidente naturale!

    Ci sono delle alternative a quelli industriali che risultano sempre molto efficaci, quindi vediamo insieme come prepararne uno in casa in 5 minuti.

    Tutto quello che dovrete fare è sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e aggiungere 10 gocce di un olio essenziale a vostro piacimento.

    Versate 100 ml di prodotto nella vaschetta apposita prima del lavaggio ed ecco fatto!

    Per togliere i pelucchi

    Il restringimenti non è l’unico problema che potete incontrare quando si parla di sciarpe e cappelli, anche i pelucchi rappresentano un intoppo ad averli sempre perfetti!

    Toglierli, però, è molto semplice e ci sono alcuni trucchetti che danno sempre il loro risultato!

    La prima soluzione che possiamo adottare è prendere una classica spugnetta gialla e verde e passarla dal lato abrasivo sui pelucchi, questo passaggio dovrà essere molto delicato.

    In alternativa potete usare una pietra pomice e i pelucchi verranno via in maniera super naturale!