Prova questo trucchetto per liberare lo scarico intasato del lavandino!

560
lavandino-otturato-trucchetti

Quante volte vi è capitato di sentire degli odori per niente piacevoli provenire dal lavandino e diffondersi in tutta la casa?

Solitamente, sono dovuti agli scarichi intasati a causa dei residui di cibo, di detersivo o di altre sostanze che restano incastrate e non permettono neppure all’acqua di scorrere.

Per fortuna, però, esistono dei rimedi naturali veloci ed efficaci per liberare lo scarico intasato del lavandino e dire, quindi, addio ai cattivi odori! Vediamoli insieme.

Aceto e bicarbonato

Il primo rimedio che vogliamo proporvi consiste nell’utilizzare due ingredienti che sicuramente avrete in dispensa: l’aceto e il bicarbonato.

Questi prodotti, infatti, sono noti per essere disgorganti naturali e per svolgere una forte azione anticalcare.

Perciò, si rivelano molto efficaci in caso di tubi intasati sia per la presenza di residui di cibo sia per la presenza di calcare.

Il procedimento è molto semplice: tutto ciò che dovrete fare è aggiungere innanzitutto una tazza di bicarbonato nello scarico.

Attendete, poi, qualche secondo, tempo che il bicarbonato scenda giù nello scarico, dopodiché versate una tazza di aceto.

Noterete che si formerà della schiuma e sentirete “frizzare” a causa della reazione chimica effervescente tra aceto e bicarbonato. Sarà proprio questa reazione che vi aiuterà a liberare lo scarico.

Infine, potrete versare un po’ di acqua molto calda per liberare maggiormente lo scarico da tutti i residui.

Attenzione! C’è un lungo dibattito sull’utilizzo dell’aceto negli scarichi, in quanto sembra che il suo approccio non sia propriamente ecologico. Perciò, l’ideale sarebbe prediligere metodi alternativi, primo tra tutti l’acido citrico.

Acido citrico

In alternativa all’aceto, potete utilizzare l’acido citrico, il quale risulta essere più ecologico rispetto all’aceto pur avendone la stessa efficacia.

Vanta, infatti, un’azione anticalcare, disgorgante e detergente e, come l’aceto, risulta più efficace se abbinato con il bicarbonato.

Innanzitutto, quindi, sciogliete 150 grammi di acido citrico in un litro d’acqua tiepida.

Nel frattempo, versate nello scarico del lavandino 250 grammi di bicarbonato. Attendete qualche secondo, poi versate l’acido citrico sciolto nell’acqua.

Noterete che si verificherà una reazione meccanica effervescente che vi aiuterà a liberare lo scarico. Per potenziarne l’efficacia, potete anche prendere un panno bagnato e coprire la zona dello scarico, così il composto agirà meglio.

Infine, versate un pentolino di acqua molto calda per liberare maggiormente lo scarico da tutti i residui, facendo sempre molta attenzione a non scottarvi.

Sale

Solitamente il sale viene utilizzato per scopi alimentari, eppure risulta molto utile per risolvere piccoli problemi casalinghi.

Come il bicarbonato e l’aceto, infatti, anche il sale può essere utilizzato per sturare gli scarichi intasati dei nostri lavandini.

Il procedimento è davvero molto semplice, in quanto tutto ciò che dovrete fare è versare 200 grammi di bicarbonato e 200 grammi di sale nel canale di scolo del lavabo.

Dopodiché, versate una pentola di acqua bollente lentamente nello scarico e lasciate agire.

Detersivo per piatti ecologico

Sapevate che anche il detersivo per piatti può venire in vostro soccorso per sturare lo scarico del lavandino, grazie alle sue proprietà sgrassanti?

Ebbene sì! L’importante, però, è che vi accertiate di utilizzare sempre uno ecologico, preferibilmente fatto in casa così da avere un minore impatto ambientale.

Versate, quindi, un bicchiere di detersivo direttamente nello scarico del lavandino e lasciatelo agire per circa mezz’ora.

Dopodiché, versate una pentola con acqua calda.

Soda da bucato

La soda da bucato, conosciuta anche come soda solvay o carbonato di sodio, è un prodotto utile non solo per sbiancare il bucato ma anche per liberare i nostri lavandini.

Anche in questo caso, il procedimento è davvero molto semplice.

Dovrete, infatti, solo versare circa 4-5 cucchiai di soda da bucato nello scarico e rovesciare successivamente 1 litro di acqua bollente.

N.B. Non confondete la soda da bucato con la soda caustica (quella usata per fare il sapone), che può essere comunque utilizzata ma c’è bisogno di una maggiore attenzione.

Lievito di birra

Infine, ecco a voi l’ultimo rimedio per eliminare i residui che ostruiscono le tubature: il lievito di birra. Inoltre, questo aiuta anche ad eliminare gli odori sgradevoli dovuti all’intasamento.

Aggiungete, quindi, un cubetto di lievito di birra in un pentolino contenente 200 ml di acqua bollente.

Lasciatelo sciogliere, poi versate la soluzione nello scarico e lasciatela agire per tutta la notte. Il giorno dopo, risciacquate e noterete che i cattivi odori saranno finalmente eliminati!

Avvertenze

Ricordiamo che in caso di guasti sempre meglio chiedere un parere di un tecnico. Fate molta attenzione quando maneggiate acqua bollente.

Per una casa sempre pulita!

Se volete altri consigli su come pulire casa con ingredienti naturali, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.