Come pulire il Barbecue e togliere il grasso della carne

174
come-pulire-barbecue

Come molti di voi, anche io adoro organizzare barbecue all’aperto con gli amici, specialmente durante le festività come la Pasquetta.

Il profumo della carne che cuoce, le risate, il sole, creano ricordi indimenticabili. Tuttavia, conosciamo tutti il lato meno piacevole della giornata: la pulizia del barbecue. Fortunatamente, possiamo usare alcuni rimedi naturali e fai da te per sgrassarlo con facilità, e togliere anche quell’odore forte che lascia sia la carne che il suo grasso.

Vediamo insieme come fare!

Tolgo tutte le componenti interne del Barbecue

A casa mia utilizzo da tempo un barbecue a gas con pietra lavica, perché per me e il mio compagno risulta il più comodo.

In occasioni come questa, dove si cucina tanto e cola grasso ovunque, devo per forza smontare un po’ tutto. Rimuovere griglie e pietre laviche mi permette di pulire tutto meglio. Certo, è un po’ faticoso e anche noioso, ma dobbiamo farlo!

come-pulire-griglia-barbecue

Uso un po’ di carta assorbente

Per evitare di trasformare la pulizia in una battaglia contro il grasso incrostato, cerco di aiutarmi in questo modo con l’uso di fogli di carta assorbente.

Mi servono sempre tre o quattro fogli tipo scottex e raccolgo (per quel che riesco) tutti i residui di carne e grasso presenti sia all’interno del barbecue, sia sulle griglie. Se usassi direttamente la spugna, dovrei buttarla via tanto dell’unto!

Sgrasso ogni parte con il Sapone giallo

Una volta assorbito il grasso in eccesso, il passo successivo prevede l’uso di una spugnetta un po’ vecchia – che non mi dispiacerà buttare dopo l’uso – e di un buon pezzo di sapone giallo.

Ricordo sempre di bagnarla, poi applico il sapone direttamente sulla spugna, la strizzo un po’ e inizio a insaponare con determinazione le griglie e le parti interne del barbecue esposte allo sporco.

Mi piace usare il Sapone Giallo perché è morbido e facile da usare, poi svolge un’azione fortemente sgrassante, ne basta davvero poco per pulire tutti i pezzi del barbecue!

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Eccolo in azione, anche per la pulizia dei vetri:

Dopo aver insaponato, dobbiamo procedere risciacquando bene tutto il barbecue. Uso abbondante acqua pulita per eliminare ogni traccia di sapone dalle superfici. Potrebbero volerci più risciacqui o, addirittura, ripete l’operazione con il sapone giallo. Dipende molto da quanta carne avete grigliato.

Do un tocco finale con aceto di alcol

Il tocco finale, che rende la mia griglia non solo pulita ma anche senza odori, è l’uso di una soluzione di acqua e aceto, che in genere per me è quello di alcol.

dove-comprare-aceto-bianco-alcol

Questa miscela, oltre ad avere proprietà di pulizia, neutralizza gli odori residui di grasso e carneBasta unire acqua e aceto in parti uguali in una bacinella media.

Poi imbevo bene uno straccio in questa soluzione e lo passo su tutte le superfici, insistendo nelle zone dove i residui sono più ostinati. Faccio un ultimo risciacquo di sola acqua e il barbecue è davvero come nuovo!

Ognuno di noi, in base al modello di barbecue che possiede, ha il proprio metodo di pulizia. Oggi ho deciso di mostrarvi il mio, magari vi potrà essere utile dopo una giornata all’insegna dell’allegria e delle risate!

Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.