Come pulire e liberare i filtri dei rubinetti

19442
pulire-filtri-lavello

Il calcare, si sa, è davvero l’incubo dei rubinetti e dei lavelli.

In particolare, le incrostazioni di calcare tendono a formarsi in corrispondenza dei filtri dei rubinetti, a causa del continuo contatto con l’acqua.

Quando le incrostazioni intasano i filtri comportano una riduzione del getto dell’acqua, talvolta fino ad azzerarlo.

A quel punto, quindi, tutto ciò che ci resta da fare è pulire il filtro del rubinetto e liberarlo affinché il flusso di acqua torni ad essere fluido e potente.

Oggi, infatti, vedremo insieme come pulire da sole il filtro del rubinetto e come liberarlo da ogni incrostazione in maniera facile e veloce.

N.B Vi consigliamo di consultare sempre le indicazioni del produttore così da non danneggiare il prodotto.

Procedimento

La pulizia del filtro del rubinetto è un’operazione molto semplice da effettuare.

È importante sapere, però, che al fine di effettuare una pulizia profonda del filtro, è consigliabile svitarlo.

Perciò, vediamo insieme i vari passaggi.

Smontare il filtro

La prima cosa da fare per procedere alla pulizia del filtro, consiste nel rimuoverlo.

Svitatelo, quindi, con estrema delicatezza e senza strappi e servitevi di una chiave inglese o di una pinza in caso di difficoltà.

Talvolta, infatti, può capitare che le incrostazioni non permettano di svitare il filtro facilmente, per cui risulta necessario l’ausilio di questi strumenti.

Ricordatevi, però, di anteporre sempre un pezzo di stoffa o una strisciolina di gomma tra l’attrezzo usato e il rubinetto per non graffiarlo.

Inoltre, ricordatevi anche di tappare lo scarico del lavandino così da non rischiare che qualche pezzo vi finisca all’interno.

Pulizia filtro

Una volta smontato il filtro, è ora di pulirlo con uno spazzolino da denti o un piccolo cacciavite.

In questo modo, infatti, inizierete già a rimuovere parte del calcare, responsabile principale del blocco del flusso di acqua.

Pulite, quindi, le griglie di metallo o di plastica a maglia stretta e risciacquatele sotto l’acqua corrente.

Dopo questa prima pulizia meccanica, passiamo invece alla pulizia profonda del filtro.

Immergetelo, quindi, in una ciotola contenente acqua tiepida e aceto e lasciatelo in ammollo per una notte intera.

L’aceto, infatti, è noto per il suo essere un anticalcare naturale in grado di rimuovere le incrostazioni più difficili.

Ripetete più volte l’operazione in caso di incrostazioni molto ostinate.

Risciacquo e rimontaggio

A questo punto, risciacquate il filtro accuratamente e accertatevi di rimuovere tutte le tracce di calcare che ancora sono rimaste sulla superficie.

Nel caso in cui vi siano ostruzioni un po’ più difficili da rimuovere, utilizzate un ago o uno spillo per liberare i piccoli fori occlusi.

Ovviamente, fate attenzione a non danneggiare il filtro durante quest’operazione.

Infine, rimontate il filtro, accertandovi di avvitarlo bene in senso antiorario, così da non permettere la fuoriuscita dell’acqua.

Stringetelo bene con una pinza da pappagallo e serrate fino a quando non è più possibile andare oltre.

E voilà: noterete che il getto dell’acqua sarà più forte che mai!

Attenzione! Effettuate la pulizia dei filtri dei rubinetti ogni 5 mesi circa. Ovviamente, vi consigliamo di farla più spesso in caso abitiate in una zona in cui l’acqua è piena di calcare.

Trucchetto del sacchetto

Un altro modo per pulire a fondo il filtro del rubinetto senza doverlo svitare consiste nell’utilizzare il trucchetto del sacchetto di plastica.

Potete anche semplicemente utilizzare un sacchetto per alimenti per il freezer.

Preparate, quindi, una miscela di bicarbonato e aceto e versatela nella busta.

Dopodiché, legate la busta sul corpo del rubinetto, a partire dall’estremità dove è collocato il filtro.

Lasciatela agire per almeno 2 ore, poi, togliete il sacchetto e strofinate delicatamente sul filtro con uno spazzolino.

Questo rimedio non è efficace quanto quello precedente, però può essere utile per la cura periodica dei filtri.

Controindicazioni

Vi ricordiamo sempre di indossare guanti o di evitare i suddetti prodotti naturali in caso di allergia o ipersensibilità rispetto a uno o più componenti.

Consultare, inoltre, sempre le etichette di produzione dei vostri rubinetti prima di provare i rimedi suggeriti.

Per una casa sempre pulita!

Se volete altri consigli su come pulire casa con ingredienti naturali, vi consigliamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.