Pulisci così il Filtro della Lavatrice! Subito togli tutti i residui e i pezzi di calcare

378
come-pulire-filtro-lavatrice

La lavatrice è creata da tanti pezzi: cestello, oblò, vaschetta, esterni e filtro.

Quest’ultimo di solito viene trascurato e lo si pulisce molto raramente, in effetti, a differenza di altre parti non c’è bisogno di una pulizia costante e quotidiana, ma è necessario effettuarla almeno una volta al mese.

Il filtro, infatti, è quello che fa funzionare bene la lavatrice ed evita anche che i panni si sporchino di nuovo dopo il lavaggio, in quanto raccoglie tutti i residui lasciati nei pantaloni come monetine, mollettine e oggetti vari.

Inoltre accumula peli, capelli e detersivo. Dunque pensate a quanto possa essere importante fare una bella pulizia mensile!

Proprio per questo, oggi vi dirò come pulire il filtro della lavatrice in modo semplice ed efficace!

Prima di iniziare

Prima di passare al lavaggio vero e proprio del filtro, è necessario svolgere alcune azioni importanti:

  • Mettere una bacinella sotto al filtro: quando si smonta questa parte della lavatrice, potrebbe fuoriuscire dell’acqua. Per non rischiare di bagnare il pavimento, mettete una bacinella o un contenitore sotto per raccogliere tutto il liquido.
  • Svitare il filtro: questa operazione richiede molta delicatezza poiché questa parte della lavatrice è incastrata per bene. Quindi procedete lentamente finché non riuscite a tirarlo fuori.
  • Eliminare tutti i residui: nel filtro si trovano capelli, fili di cotone, monetine o oggetti vari che cadono dai vestiti e incrostazioni calcaree. Per compiere questo passaggio, mettete il filtro sotto acqua corrente e togliete il tutto aiutandovi eventualmente con uno spazzolino da denti.

Assicuratevi sempre che la spina della corrente sia staccata e che l’elettrodomestico non sia in funzione.

Mettere in ammollo

Dopo aver smontato e rimosso i residui del filtro, è arrivato il momento di mettere in ammollo.

Alcune persone preferiscono fermarsi al passaggio sotto acqua corrente, ma è bene effettuare una pulizia più approfondita, soprattutto se non lo pulite spesso.

Bicarbonato

Il bicarbonato è molto utilizzato in lavatrice, sia per il bucato che per la pulizia dell’elettrodomestico.

Anche per lavare le singole componenti può rivelarsi estremamente efficace. Nel caso del filtro, riempite una bacinella con acqua tiepida e aggiungete un cucchiaio e mezzo di bicarbonato di sodio.

Mettete poi in ammollo il filtro e lasciatelo per circa una o due ore. In seguito risciacquate per bene e controllate che non ci sia più lo sporco.

Aceto bianco

In alternativa al bicarbonato potete usare anche l’aceto bianco d’alcol, un altro ingrediente adoperato anche in altri modi per la lavatrice.

Tutto quello che dovrete fare è mettere in ammollo il filtro in una bacinella piena d’acqua tiepida e mezzo bicchiere d’aceto. Lasciate in ammollo per un’ora e dopo risciacquate.

L’azione pulente dell’aceto si rivelerà l’ideale per eliminare lo sporco e per togliere ulteriormente i residui di cui abbiamo parlato sopra.

Pulizia dell’alloggiamento

Non si può pulire il filtro senza badare alla parte in cui va inserito!

La pulizia dell’alloggiamento, infatti, è molto importante perché anche lì si insinua il calcare e restano oggetti e sporco vario.

Dopo aver verificato che la lavatrice sia completamente spenta, inumidite un panno con acqua calda inseritelo nell’alloggiamento, eseguite dei movimenti rotatori per pulire in maniera e efficace.

Dopo questo passaggio, potete rimontare il filtro asciugato prima per bene ed ecco che avrete avuto una pulizia completa!

Avvertenze

Per una giusta manutenzione, occorre seguire sempre le indicazioni fornite dal produttore dell’elettrodomestico. Vi ricordo di fare molta attenzione e di tirare la spina della corrente prima di eseguire la pulizia del filtro.