Come pulire il filtro per una lavatrice sempre come nuova!

51528
filtro-lavatrice

La lavatrice rientra, indubbiamente, tra gli elettrodomestici più utilizzati quotidianamente.

Come faremmo, infatti, ad avere capi profumati senza la nostra preziosa lavatrice?

Lavaggio dopo lavaggio, però, il filtro di quest’elettrodomestico tende a sporcarsi e ad intasarsi a causa del calcare, dei residui del detersivo o di alcuni oggetti che si incastrano.

Un filtro intasato non consente all’acqua di scaricarsi correttamente e tende a bloccare la centrifuga.

Però, niente paura: è possibile, infatti, pulirlo in profondità e farlo tornare come nuovo.

A tal proposito, oggi vedremo insieme alcuni passaggi da seguire per pulire il filtro della vostra lavatrice e renderla, così, più efficiente.

N.B Ricordatevi di pulire tutto in sicurezza e assicuratevi di staccare la corrente prima di procedere con la pulizia.

Procedimento

Innanzitutto, vi raccomandiamo di staccare la corrente e di chiudere l’acqua prima di provvedere alla pulizia del filtro.

A questo punto, posizionate una bacinella e procuratevi alcuni stracci, così da poter raccogliere l’acqua che uscirà durante la pulizia.

Vediamo, quindi, i vari passaggi.

Individuare il filtro della lavatrice

Il primo passaggio per una buona pulizia del filtro consiste nell’individuarlo.

Il filtro, infatti, non è sempre posizionato nella stessa parte della lavatrice. Perciò, vi consigliamo di consultare il libretto di istruzioni.

In linea generale, però, si può dire che nelle lavatrici a carica dall’alto, questa piccola finestrella apribile si trova solitamente nella parte posteriore.

Mentre, nelle lavatrici frontali, l’alloggio del filtro è, quasi sempre, posto in basso sotto l’oblo.

Aprire lo sportello

Una volta individuato l’alloggio del filtro, aprite lo sportello.

Se la vostra lavatrice è un modello più recente, troverete accanto al filtro un piccolo tubo nero che è chiuso da un tappo.

La funzione di questo tubo è quella di trattenere l’acqua e di evitare di allagare il pavimento quando svitate il filtro.

Quindi, aprite questo tappo e lasciate scorrere l’acqua al suo interno nella bacinella.

Infine, richiudetelo.

Svitare il filtro

A questo punto, siamo pronte per la vera e propria pulizia del filtro!

Pian piano, svitate il filtro girando la manopola in senso antiorario. Estraetelo, poi, con delicatezza.

Potrebbe capitare che non riusciate facilmente a svitare il filtro a causa della formazione del calcare; in questo caso, aiutatevi con un panno asciutto.

Una volta aver estratto il filtro delicatamente, sciacquatelo sotto un getto di acqua calda ed eliminate con cura tutte le tracce di sporco.

Metterlo in ammollo

Per una pulizia più profonda del filtro, potete anche metterlo in ammollo così da rimuovere tutto lo sporco presente nell’involucro.

Prendete, quindi, una bacinella di acqua calda e aggiungete al suo interno un bicchiere di aceto di vino bianco.

Immergete, poi, il filtro e lasciatelo a bagno per circa mezz’ora.

Tutto lo sporco incrostato sarà scomparso!

Pulire l’alloggiamento

Prima di riavvitare il filtro, controllate sempre che non ci siano oggetti e residui anche nell’alloggio del filtro. Anche qui, infatti, potrebbero depositarsi residui ed oggetti.

Utilizzate, quindi, un panno arrotolato così da pulire le pareti dell’alloggiamento.

Riavvitare il filtro

Ora è il momento di rimettere il filtro nel suo alloggiamento e riavvitarlo in senso orario! Riavvitatelo fin quando non si fermerà e richiudete lo sportellino.

Il vostro filtro è pronto per funzionare in maniera efficace!

Consigli utili

Innanzitutto, vi consigliamo questa pulizia ogni tre mesi così da non compromettere la buona funzionalità della vostra lavatrice.

Inoltre, è consigliabile utilizzare un anticalcare per evitare che la lavatrice si guasti.

Infine, vi ricordiamo di usare sempre detersivi biologici in lavatrice; in questo modo, infatti, non solo non inquinate l’ambiente, ma fate sopravvivere di più il vostro elettrodomestico.

Pulizia altre componenti

Per una lavatrice che sia sempre efficiente, non è necessario solo provvedere alla pulizia del suo filtro.

Anche le altre componenti, infatti, devono essere pulite periodicamente e in maniera accurata così da essere certe di avere un bucato sempre ottimale!

Vediamo insieme come.

Cassetto

Il cassetto o vaschetta è la parte della lavatrice che accoglie il detersivo.

Per lavarlo in maniera efficace, conviene sempre estrarlo dalla lavatrice premendo il bottone apposito, di solito posto accanto.

Come per il filtro, mettetelo in ammollo in una bacinella di acqua calda con un bicchiere di aceto bianco di alcol o di vino.

Utilizzate uno spazzolino da denti per strofinare negli angoli più nascosti e risciacquate sotto l’acqua corrente.

E il gioco è fatto!

Guarnizione

La guarnizione è la gomma che garantisce la chiusura dell’oblò e impedisce, così, le perdite di acqua dalla lavatrice durante il lavaggio.

Questa componente, però, tende spesso a puzzare perché soggetta ad accumulo di detersivo, sporco ed umidità.

Perciò, prendete un panno in microfibra imbevuto di aceto di mele e passatelo direttamente sulla guarnizione.

Grazie alle sue proprietà antibatteriche, sgrassanti e anti odore, l’aceto di mele aiuterà a sgrassare e profumare la guarnizione a fondo.

Cestello

Infine, vediamo come pulire il cestello, ovvero dove inseriamo i nostri capi.

Per pulirlo, potete fare periodicamente lavaggi a vuoto con acido citrico, utilizzando sempre alte temperature così da igienizzarlo a fondo.

Fate sciogliere 150 gr di acido citrico in 1 litro di acqua tiepida e versate la miscela nel cestello.

A questo punto, avviate il programma con alte temperature e voilà: il vostro cestello è pulito ed igienizzato!

Avvertenze

Ricordiamo di seguire sempre le indicazioni di produzione. In caso di guasti consultare in prima istanza un tecnico.

Altri trucchetti di pulizia

Ecco altri trucchetti di pulizia utili:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.