Come pulire le piastrelle e le fughe del bagno

34234
pulire-piastrelle-bagno

Il bagno è uno degli ambienti domestici più frequentati dai componenti della famiglia. Residui di bagnoschiuma, calcare e vapori possono sporcarlo e con il tempo rovinarlo.

Le piastrelle e le fughe, in particolare, sono soggette a acqua e umidità, nonché alla comparsa di muffe che rendono il nostro bagno molto antiestetico.

Grazie all’utilizzo di rimedi naturali e trucchetti casalinghi possiamo ridonare splendore alle piastrelle del bagno, e allo stesso tempo pulire le fughe in modo molto efficace, togliendo lo sporco in modo semplice ed efficace.

Vediamo subito come pulire le fughe e le piastrelle del bagno!

Fughe

Come sappiamo, le fughe sono quegli spazi tra le piastrelle che vengono stuccati attraverso l’utilizzo di un materiale specifico.

Proprio perché molto sottili, con il tempo accumulano sporco e batteri e dobbiamo periodicamente pulirle per farle tornare come nuove!

Bicarbonato

Il primo rimedio naturale da dover menzionare è il bicarbonato di sodio. Questa polvere bianca che abbiamo sempre in casa ha in sé molteplici proprietà: sbianca, pulisce e limita la proliferazione di funghi e batteri… Un vero portento per le pulizie di casa!

Il metodo più semplice per pulire le fughe del bagno è creare una pasta con acqua calda e bicarbonato quanto basta. Aggiungete l’acqua poco a poco in modo che si formi una pasta cremosa.

Poi con l’aiuto di una spazzola morbida o un vecchio spazzolino, strofinate la pasta sulle piastrelle. Noterete che il grasso e lo sporco andranno via con facilità.

Lasciate agire per circa una decina di minuti poi togliete tutto con un panno asciutto. A questo punto potete procedere con il lavaggio abituale.

Aceto di mele

Potete inoltre servirvi delle proprietà antibatteriche e pulenti dell’aceto di mele, delicato a tavola e per pulizie di casa.

La sua azione sgrassante vi aiuterà per pulire le fughe ed eliminare tracce di sporco in un attimo! Vi basterà preparare una miscela di acqua calda e aceto di mele in parti uguali.

Anche qui, armatevi di spazzola morbida e spazzolate delicatamente, lasciate agire e risciacquate!

Bicarbonato e sapone

Inoltre potrebbe servirci qualche aiutino in più nel caso che lo sporco sia molto più incrostato di quanto pensiamo.

A tal proposito, abbiamo la soluzione giusta per voi! Quando preparate il mix di acqua e bicarbonato per creare la pasta, aggiungete una goccia di sapone bio per i piatti.

Si formerà una schiuma che avrà un effetto ancora più sgrassante, se vi occorrerà.

Acqua ossigenata

Un altro prodotto “casalingo” che si rivela ottimo per la pulizia delle fughe è l’acqua ossigenata.

La usiamo più che altro per disinfettare ferite o piccole ustioni, ma ha un effetto sbiancante, ottimo per eliminare e smacchiare lo sporco.

Possiamo spruzzarla sulle fughe e lasciare agire per qualche minuto, poi risciacquare.

Piastrelle

Passiamo ora alla pulizia delle piastrelle, fondamentale per garantirne la durata. Con i vapori, docce frequenti e calcare le opacizzano, facendo loro perdere l’originale bellezza.

Vediamo insieme come pulirle in modo naturale!

Bicarbonato e acqua ossigenata

Per le mattonelle e le piastrelle bianche, possiamo utilizzare ancora una volta il bicarbonato, combinato con le proprietà sbiancanti dell’acqua ossigenata.

In questo modo renderemo di nuovo bianche le nostre piastrelle, pulendole in modo molto efficace e contrastando la comparsa della muffa.

Mescoliamo 90 grammi di bicarbonato con 60 ml di acqua ossigenata e 1 cucchiaino raso di detersivo peri piatti ecologico.

Mescoliamo bene e versiamo il tutto in uno spruzzino. Vaporizziamo la soluzione sulle piastrelle attendendo una manciata di minuti. Poi risciacquiamo con un panno morbido.

Aceto

I prodotti casalinghi, come possiamo notare, si prestano a usi differenti in materia di pulizie di casa e del bagno.

Essendo un ottimo anti-calcare naturale, l’aceto ci aiuta ad eliminare gli aloni dalle piastrelle sgrassandole in modo molto efficace.

In 700 ml di acqua diluite 300 ml di aceto bianco o di mele e spruzzate la soluzione. Lasciatela agire per circa 20/30 minuti, poi risciacquate!

Altri suggerimenti per le piastrelle

Ci sono alcuni angoli più difficili da raggiungere. In quel caso possiamo aiutarci con un dischetto di cotone imbevuto d’aceto o usare lo spazzolino da denti.

Inoltre, qualora fosse possibile, passare della cera apposita per lucidare le piastrelle, in modo che siamo ancora più brillanti. Ricordiamo che è molto importante scegliere prodotti ecologici, per non inquinare l’ambiente.

Dovendo pulire tutte le piastrelle del bagno, usate la miscela o la soluzione che preferite per pulire il pavimento, che va trattato per ultimo.

Attenzione

Molto importante è attenersi alle indicazioni fornite dal produttore, prima di utilizzare uno dei rimedi indicati.

Non usare l’aceto per superfici delicate come il marmo, che può opacizzarsi.

Per pulire il bagno?

Se gradite altri consigli per la pulizia del bagno, ecco cosa potrà interessarvi:

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.