Rinfresca così il Materasso prima di girarlo sul Lato invernale

249
come-rinfrescare-materasso-prima-di-girarlo

Possiamo dire che l’estate ormai è finita per fare spazio ai mesi più freddi e tra le cose da fare in casa dobbiamo ricordare di girare il materasso verso il lato giusto.

Prima di fare ciò, però, è bene controllare che non ci siano particolari macchie, in quanto, durante la notte, la nostra pelle tende a rilasciare sudore, oli naturali e cellule morte, che finiscono per impregnarsi nel materasso.

Perciò, oggi vedremo insieme come rinfrescare il materasso prima di girarlo dal lato invernale in modo da averlo sempre pulito su entrambi i lati!

Bicarbonato

Il primo rimedio che vi proponiamo per rinfrescare il vostro materasso è il bicarbonato, il quale è noto per le sue proprietà pulenti, sgrassanti e smacchianti.

Prima di vedere come utilizzarlo, però, vi consigliamo di passare l’aspirapolvere o una spazzola così da liberare il materasso dall’eccesso di sporco o da eventuali acari e le loro uova. Dopodiché, cospargete tutta la superficie del materasso con il bicarbonato e strofinate con una spazzola morbida così da far sì che possa penetrare nel tessuto.

Infine, lasciate agire per almeno un paio d’ore, poi, rimuovete il bicarbonato in eccesso con l’aspirapolvere o una spazzola. Non solo avrete rinfrescato e deodorato il vostro materasso, ma avrete limitato anche la proliferazione batterica, grazie alla capacità del bicarbonato di inibire la produzione delle uova degli acari.

Come se non bastasse, poi, questo metodo può essere utilizzato anche per rinfrescare e pulire i tappeti e i divani in tessuto.

Aceto

Un altro ingrediente da dispensa in grado di rinfrescare e pulire il vostro materasso è l’aceto, il quale è noto anche per la sua funzione anti-odore. Vi ricordiamo, infatti, che viene utilizzato per rimuovere i cattivi odori nel frigorifero.

In un secchio con acqua, quindi, versate un po’ di aceto, immergete un panno nella soluzione così ottenuta e strizzatelo bene, accertandovi che sia sempre umido e non bagnato, per non far penetrare l’eccessiva quantità di acqua nel materasso. Dopodiché, passatelo su tutta la superficie del materasso e lasciatelo asciugare preferibilmente all’aperto.

Per un effetto più efficace, vi consigliamo, prima di procedere con quest’operazione, di far arieggiare la stanza e lasciare il vostro materasso al sole per qualche ora, così che il calore generato dal sole possa asciugare ogni traccia di umidità presente nel materasso.

Borotalco

Simile al bicarbonato è il borotalco, la polverina bianca utilizzata per la sua capacità di lenire le irritazioni della pelle. Eppure, questo prodotto vanta una forte azione assorbente, in grado di assorbire lo sporco e il grasso che si deposita anche sui cuscini!

Versate, quindi, il borotalco su tutta la superficie del materasso e fate agire per un po’. Dopodiché, rimuovete la polvere in eccesso con una spazzola: il vostro materasso vi sembrerà pulito come non mai!

Bustine da tè

Vi potrà sembrare un rimedio piuttosto strambo, eppure sembra proprio essere in grado di rinfrescare e profumare il materasso! Di cosa stiamo parlando? Delle bustine da tè, le quali aiutano anche a prevenire la polvere.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è mettere 2 bustine di tè in infusione in 500 ml di acqua calda per circa 5 minuti e lasciare raffreddare la miscela. Dopodiché, travasatela in un flacone con spray, vaporizzate la miscela così ottenuta sul materasso e lasciatelo asciugare, preferibilmente all’aperto, sfruttando la luce del sole.

Deodorante fai da te

Finora abbiamo visto come rinfrescare e pulire il materasso senza, però, portare un buon odore. E se volessimo, invece, pure profumarlo? Ecco il rimedio che fa per voi: il deodorante fai da te.

Vi basterà mescolare, quindi, 500 ml di acqua distillata con 2 cucchiai di bicarbonato e aggiungere, poi, 25 gocce di olio essenziale dalla fragranza che più preferite. Vi consigliamo, però, di prediligere l’olio di tea Tree, il quale vanta proprietà antibatteriche e antiodoranti, in grado di igienizzare il materasso, o fragranze come il limone, la cannella, la lavanda e l’eucalipto, le quali sono una manna dal cielo contro gli acari della polvere.

A questo punto, travasate la miscela in un flacone spray, vaporizzatela sul materasso e lasciate asciugare. Il bicarbonato aiuterà non solo ad eliminare i cattivi odori ma anche ad assorbire l’umidità che può causare muffe e funghi.

Se ci sono macchie

Prima di girare il materasso, sarebbe bene fare anche un controllo per individuare eventuali macchie e approfittarne per la loro rimozione. In caso, quindi, di macchie di sangue, potete mescolare un po’ di acqua ossigenata, sale da cucina e sapone liquido per piatti fino ad ottenere una sorta di composto pastoso e applicarlo, poi, sulla macchia.

Lasciate, poi, asciugare per un po’, spazzolate il tutto e tamponate con uno straccio bianco imbevuto di acqua ossigenata, seguendo movimenti che vanno dall’esterno al centro della macchia. In caso, invece, ci siano macchie di urina, tamponate più volte uno straccio imbevuto in una soluzione di acqua e sapone di Marsiglia

Infine, se il vostro materasso dovesse presentare macchie di cibo o bevande, mescolate mezzo bicchiere di aceto e tre cucchiai di succo di limone, versate la miscela così ottenuta sulla macchia, dopodiché, strofinate con un panno in microfibra. Infine, lasciate asciugare il tutto e il gioco è fatto!

Avvertenze

Dopo aver pulito il vostro materasso, fatelo asciugare sempre bene per non lasciarlo umido e per non favorire la formazione di macchie e muffa.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.