Come Sbiancare i panni in Lavatrice senza Candeggina ma con Metodi naturali?

606
come-sbiancare-panni-senza-candeggina

Quando si parla di rimedi naturali, la candeggina non dovrebbe essere mai menzionata!

La candeggina, infatti, possiede delle proprietà estremamente tossiche per l’ambiente e anche per chi la utilizza, infatti corrode la pelle e fa male se viene respirata.

Perché, dunque, non liberarsene definitivamente e usare metodi naturali ed efficaci?

Soprattutto quando parliamo di indumenti, sarebbe preferibile capire con che cosa la si può sostituire.

Vediamo insieme come sbiancare i panni in lavatrice senza candeggina ma con metodi naturali!

Percarbonato di sodio

Uno degli ingredienti che potete usare al posto della candeggina è il percarbonato di sodio.

Si tratta di un elemento polveroso da non confondere con il bicarbonato di sodio. Il percarbonato possiede una forte azione sbiancante che può essere molto indicata per avere panni colmi di lucentezza!

Per usarlo, dovrete soltanto inserire un misurino di prodotto in lavatrice. Per raggiungere la sua massima efficacia, è importante che ci sia una temperatura pari ai 50 gradi.

Dunque leggete sempre le etichette di lavaggio dei vestiti e controllate se potete lavarli a quelle temperature.

Succo di limone

Oltre al percarbonato di sodio potete affidarvi anche al succo di limone per rendere i capi più bianchi senza la candeggina!

Si tratta di un rimedio molto antico che viene usato ancora oggi data l’efficacia che possiede!

Nel caso in cui vogliate prediligere questo rimedio e conferire anche un buon odore ai vestiti, tutto quello che dovete fare è mettere in ammollo i capi in acqua tiepida e aggiungere il succo di 2 limoni grandi.

In alternativa potete bollire dell’acqua con le fette di limone e filtrarla, poi aspettate che si raffreddi e usatela per mettere i panni in ammollo aggiungendone altra nella bacinella se non è sufficiente.

Bicarbonato

Come poteva mancare il bicarbonato di sodio tra i nostri trucchetti?

La sua azione sbiancante è uno dei motivi principali per cui in passato e ancora ai giorni nostri viene usato in lavatrice.

Quello che dovrete fare è inserire mezza tazza di bicarbonato nella vaschetta della lavatrice o direttamente all’interno del cestello, magari mettendolo in un misurino.

Vedrete che l’efficacia sarà sorprendente!

Tea Tree Oil

Usato anche per i guanciali e per i materassi, il tea tree oil ormai prende sempre più piede quando si tratta di curare la casa.

Moltissime persone lo prediligono in lavatrice e dunque perché non sfruttarne le proprietà per rendere i panni più bianchi?

Se volete usarlo, non dovrete far altro che aggiungere 5 gocce d’olio al detersivo che di solito usate in lavatrice!

Noterete un ottimo profumo e i vestiti riacquisteranno il loro candore!

Aceto

Altor elemento di indiscutibile funzionalità in lavatrice è l’aceto!

C’è chi ha abolito definitivamente l’uso degli ammorbidenti industriali affidandosi solo all’aceto e agli oli essenziali.

Non è scontato dire quanto possa essere efficace un elemento del genere in casa e per i panni.

Dunque, se ne volete sfruttare le proprietà, vi basterà inserire una tazzina d’aceto nella vaschetta della lavatrice e noterete i benefici!

Acqua ossigenata

Come ultimo rimedio c’è uno dei più infallibili in assoluto che è quello con acqua ossigenata!

Quella che dovrete usare in questo caso è l’acqua ossigenata per uso domestico, ovvero al 3% o a 10 volumi.

Per usarla in lavatrice dovrete mettere 1 cucchiaio di prodotto nella vaschetta e procedere con il lavaggio.

Nel caso in cui vogliate usarla per eliminare qualche macchia ostinata, vi basterà metterne qualche goccia su un batuffolo di cotone e tamponare sullo sporco.

Avvertenze

Vi ricordo che è di fondamentale importanza consultare le etichette di lavaggio prima di procedere con i rimedi indicati.