Come pulire in Estate ma senza fatica le Leccarde da Forno incrostate?

296
pulire-leccarde-forno-estate

Sebbene le leccarde da forno ci restituiscano pietanze buone tutte da gustare, purtroppo, si sa, tendono ad incrostarsi facilmente e la loro pulizia, poi, non risulta essere così facile.

Quante volte, infatti, vi è capitato di stare lì a cercare di disincrostare la leccarda usando molto olio di gomito e soprattutto molta pazienza? Immagino spesso!

A tal proposito, oggi vi suggeriamo alcuni metodi veloci per sgrassare le leccarde da forno in maniera facile e senza troppa fatica. Vediamoli insieme!

Acqua bollente

Il rimedio più immediato e facile per sgrassare le vostre leccarde da forno consiste nell’utilizzare semplicemente l’acqua bollente, il cui calore è in grado di ammorbidire l’incrostazione fino a far sì che possa essere rimossa facilmente.

Riempite, quindi, la vaschetta del lavandino con acqua bollente e mettete, poi, in ammollo le leccarde al suo interno per circa un’ora, accertandovi sempre che siano completamente coperte dall’acqua.

Dopodiché, passate una spugna o uno spazzolino per le stoviglie in modo da staccare il grasso e le incrostazioni di cibo e risciacquate: le vostre leccarde saranno pulite in un batter d’occhio! In caso di leccarde molto incrostate, potete anche aumentare il tempo di posa nell’acqua calda.

Aceto

Uno degli ingredienti casalinghi più efficaci per disincrostare e sgrassare è l’aceto, il quale è noto proprio per le sue proprietà pulenti. Non a caso, infatti, viene utilizzato anche per rimuovere le macchie di grasso dai fornelli e dall’angolo cottura.

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è immergere la leccarda in una bacinella contenente acqua bollente e un bicchiere di aceto e lasciarla in ammollo per almeno mezz’ora. 

Una volta che le incrostazioni si saranno ammorbidite, passate una spugna e strofinate in modo da rimuovere tutti i residui. Noterete che le incrostazioni si staccheranno subito grazie al potere sgrassante dell’aceto combinato con l’acqua calda! A questo punto, non vi resta che risciacquare e il gioco è fatto!

Bicarbonato

Anche il bicarbonato è in grado di venire in nostro soccorso quando si tratta di incrostazioni e di macchie di grasso incrostato, in quanto esercita una leggera azione abrasiva. Inoltre, può essere utilizzato anche per pulire il forno!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Aggiungete, quindi, una manciata di bicarbonato sulla leccarda, concentrando il prodotto soprattutto sui punti in cui sono presenti le incrostazioni, dopodiché versateci al di sopra un po’ di acqua molto calda. A questo punto, fate agire per circa mezz’ora e strofinate, poi, con una spugna per rimuovere le incrostazioni ormai ammorbidite. Infine, risciacquate la leccarda e voilà: addio incrostazioni!

Se le incrostazioni sono molto ostinate, potete anche combinare l’aceto con il bicarbonato di sodio, cospargendo la leccarda con bicarbonato e aggiungendo, poi, l’aceto (preferibilmente riscaldato) sopra. Dopodiché, lasciate agire per qualche ora o per tutta la notte e risciacquate.

Sapone di Marsiglia

Dopo l’aceto e il bicarbonato, non poteva mancare all’appello il sapone di Marsiglia, il quale è noto per le sue proprietà pulenti molto delicate. Utilizzato già dalle nostre nonne per rimuovere le macchie dal bucato, può essere una manna dal cielo anche per togliere le macchie di grasso dalle leccarde.

Aggiungete, quindi, alcune scaglie di sapone di Marsiglia in una bacinella contenente acqua molto calda e mettete, poi, in ammollo la leccarda da forno nella miscela così ottenuta per circa 1 ora. Dopodiché, passate una spugnetta per strofinare e risciacquate: la vostra leccarda sarà pulita come non mai!

Limone

Infine, ecco l’ultimo rimedio: il limone, il quale è un agrume che vanta mille proprietà, tra cui sgrassanti, disincrostanti, deodoranti e così via. Oltre a sgrassare le leccarde, infatti, aiuterà anche a rimuovere i cattivi odori. Per questo, può essere utilizzato anche per profumare il forno!

Iniziate, quindi, con il cospargere la leccarda con il bicarbonato e lasciate agire per circa 10 minuti. Dopodiché, servitevi della metà di un limone come se fosse una spugnetta abrasiva e passatela sulle macchie di grasso o bruciato presenti sulla leccarda.

A questo punto, fate agire altri 10 minuti prima di risciacquarla. In alternativa alla spugnetta di limone, potete anche mettere in ammollo per circa 20 minuti la leccarda in una bacinella contenente acqua calda e il succo di un limone.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare le etichette di produzione prima di provare i rimedi suggeriti. Inoltre, vi ricordiamo di prestare attenzione quando maneggiate acqua bollente.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.