Come togliere tutto il Calcare dai Filtri dei rubinetti?

819
filtri-rubinetti-calcare

Spesso capita di notare un flusso dell’acqua lento e difficoltoso laddove apriamo i rubinetti. Quante volte vi è successo? Immagino spesso!

Il motivo per cui questo accade è da ricercare nei filtri dei rubinetti otturati a causa dell’eccesso di calcare, il quale ostruisce il passaggio dell’acqua.

Perciò, oggi vedremo insieme come togliere tutto il calcare dai filtri dei rubinetti in modo da non compromettere la loro funzionalità e ripristinare il giusto flusso dell’acqua!

Smontaggio del filtro

Il primo step per liberare il filtro del rubinetto dal calcare prevede lo smontaggio dello stesso. Per farlo, dovrete seguire vari passaggi in modo da svitarlo con delicatezza e senza strappi.

Potete, quindi, svitarlo direttamente con le mani o, servirvi di una chiave inglese o di una pinza in caso le incrostazioni non lo permettano. Ovviamente, in caso usiate questi strumenti, vi consigliamo sempre di anteporre un pezzo di stoffa o una strisciolina di gomma tra l’attrezzo usato e il rubinetto stesso, in modo da non graffiarlo.

Per evitare, inoltre, di far finire qualche pezzo nello scarico del lavandino, sarebbe bene tappare lo scarico.

Come pulirlo a fondo

Una volta smontato il filtro, passiamo alla pulizia. Iniziate, quindi, con l’utilizzare un piccolo cacciavite o uno spazzolino da denti vecchio per rimuovere il calcare in eccesso. Dopodiché, passate le griglie di metallo o di plastica a maglia stretta sotto l’acqua corrente.

Per rimuovere, invece, anche le più piccole tracce, vi consigliamo di metterlo in ammollo per qualche ora in una miscela composta da acqua tiepida e aceto. Per un effetto più efficace, poi, potete anche lasciarlo agire per tutta la notte!

Dal momento che l’aceto è considerato un anticalcare naturale, sarà in grado di sciogliere e rimuovere i blocchi di calcare. Non a caso, infatti, è utilizzato anche per pulire a fondo gli elettrodomestici.

Risciacquatelo e rimontatelo

A questo punto, quindi, non ci resta che risciacquare il filtro accuratamente in modo da eliminare gli ultimi residui di calcare, prima di rimontarlo. In caso ci siano ancora delle ostruzioni difficili da rimuovere, potete utilizzare un ago o uno spillo in modo da liberare i piccoli fori. Fate attenzione, però, a non danneggiare il filtro.

Infine, passiamo al rimontaggio. In questa fase, vi consigliamo di utilizzare una pinza da pappagallo così da poter avvitare bene il filtro in senso antiorario.

Fate attenzione a stringere bene per scongiurare il rischio della fuoriuscita dell’acqua quando aprite i rubinetti. Una volta rimontato il filtro, aprite l’acqua e…il flusso sarà ripristinato!

Trucchetto del sacchetto

Un altro rimedio per pulire a fondo il filtro senza doverlo necessariamente smontare è il trucchetto del sacchetto di plastica! In questo caso, vi basterà prendere un sacchetto, come quello che utilizzate per conservare gli alimenti nel freezer e versare al suo interno un po’ di bicarbonato e aceto. 

Dopodiché, immergete l’estremità del rubinetto (dove è collocato il filtro) nel sacchetto contenente la miscela e legatelo, poi, sul corpo del rubinetto. Lasciate agire per tutta la notte, poi, togliete il sacchetto e strofinate delicatamente sul filtro con uno spazzolino: addio calcare!

Vi consigliamo di optare per questo trucchetto periodicamente, quando i filtri presentano poco calcare. In caso di blocchi di calcare, invece, e per una pulizia più profonda, è sempre meglio smontarlo.

Avvertenze

Effettuate la pulizia dei filtri, smontandoli, ogni 5 mesi circa. Ovviamente, vi consigliamo di farlo più spesso in caso abitiate in una zona in cui l’acqua è piena di calcare. Consultare, inoltre, sempre le etichette di produzione dei vostri rubinetti prima di provare i rimedi suggeriti.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.