Come dire Addio alla Muffa in casa senza usare la Candeggina ma solo rimedi fai da te

569
togliere-muffa-senza-candeggina

Che stress vedere la muffa in casa, non è vero?

Beh, questo tipo di sporco ogni tanto fa capolino nelle zone più disparate del nostro ambiente, che siano le pareti, i mobili, i tessuti, elettrodomestici e quant’altro.

Toglierla diventa un vero e proprio ostacolo soprattutto perché la muffa non va mai strofinata troppo e necessita di rimedi specifici.

Oggi vedremo insieme come dire addio alla muffa in casa senza usare la candeggina!

Acido citrico

Tra le soluzioni migliori per non avere la muffa in casa troviamo senza dubbio l’acido citrico!

Le sue proprietà sono note su tanti fronti, ma la più importante è proprio quella che riesce ad eliminare la muffa in poco tempo.

Quello che dovrete fare è sciogliere 150 grammi di prodotto in 1 litro d’acqua e mescolare fino a farli diventare un’unica soluzione.

Mettete tutto in un flacone spray e vaporizzate abbondantemente sulle zone interessate, poi strofinate e risciacquate.

Attenzione! Vi ricordo che l’acido citrico non può andare su marmo e pietra naturale.

Aceto bianco

Anche l’aceto bianco è un’ottima alternativa alla candeggina per sbarazzarsi della muffa in poco tempo!

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Per usarlo dovrete unire acqua e aceto in parti uguali e usare la soluzione con una spugna morbida o con un panno in microfibra.

Tamponate delicatamente sulla muffa lasciando agire l’aceto per un po’ di tempo, dopodiché andate a strofinare leggermente e risciacquate.

Bicarbonato di sodio

Come poteva mancare il bicarbonato di sodio tra i rimedi sostitutivi della candeggina?

Questo infatti è usato anche per il bucato e rende i panni bianchi e splendenti!

Dovrete creare una pasta densa con bicarbonato di sodio e acqua a filo fino ad ottenere un composto omogeneo.

Usatelo sempre strofinando delicatamente usando una spugna o un panno in microfibra in base alla zona che dovete pulire.

Succo di limone

Chi non ama l’odore fresco e profumato del succo di limone?

Usato anche in lavatrice per togliere le macchie ostinate e per ripristinare il candore dei bianchi, quest’ingrediente è favoloso anche in caso di muffa in casa!

Dovrete filtrare il succo di 2 limoni, unirlo a 200 ml d’acqua e usare la soluzione per la muffa ricordando di non strofinare troppo.

Acqua ossigenata

In casi particolare di muffa potete affidarvi anche all’acqua ossigenata, usata spesso in casa per varie faccende!

N.B. Vi ricordo che questo metodo è da usare solo su vestiti, muri ed oggetti bianchi altrimenti potrete macchiarli in maniera irreversibile.

Dovrete inumidire un panno in microfibra e spargere sopra dell’acqua ossigenata, poi posizionate il panno sulla zona interessata, lasciate agire per un po’ di tempo ed ecco fatto!

Potete usare in alternativa anche dei dischetti di cotone o dei batuffoli d’ovatta semmai la muffa si dovesse trovare negli spazi strtti.

Mix efficace

Ora vediamo un mix efficace che andrà bene sui muri, nella doccia, nella lavatrice, sui mobili e qualsiasi altra zona colpita dalla muffa.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio colmo di bicarbonato di sodio
  • 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia
  • 1 cucchiaio di acqua ossigenata

Dovrete unire tutti gli ingredienti insieme creando un composto spumoso ed omogeneo.

Usatelo come detergente naturale sempre su spugne poco abrasive o da spalmare sulle zone interessate lasciando agire per un po’ di tempo.

Il rimedio non è indicato su marmo o pietra naturale. Nel caso vi servisse una soluzione per queste superfici, potete preparare il mix senza mettere l’acqua ossigenata.

Avvertenze

Consigliamo di provare i rimedi prima in angolini nascosti al fine di svolgere tutto nella sicurezza e senza danneggiare o macchiare le superfici.