Questo Rimedio antico della Nonna proteggerà i tuoi Mobili in Legno da Muffa e odore di chiuso

249
muffa-legno-rimedi

Avete appena aperto il vostro mobile di legno e uno strano odore ha pervaso le vostre narici facendovi venire la voglia di richiuderlo al più presto. Quante volte vi è successo?

Purtroppo, infatti, il legno per quanto un materiale elegante in grado di conferire un fascino unico alla nostra casa, è anche molto poroso per cui tende ad assorbire facilmente l’umidità e i cattivi odori.

Ma non dovete temere! Oggi, infatti, vedremo insieme come rimuovere l’odore di muffa dai mobili di legno utilizzando rimedi casalinghi e naturali!

Sapone di Marsiglia

Il primo rimedio che vogliamo consigliarvi consiste nell’utilizzare il sapone di Marsiglia, un ingrediente noto per le sue proprietà pulenti e per il suo odore molto piacevole. Inoltre, elimina le spore della muffa e ne previene la ricomparsa.

Tutto ciò che dovrete fare è sciogliere qualche scaglia in 500 ml d’acqua tiepida e utilizzare il composto per lavare l’interno del vostro mobile in legno.

Per aiutarvi, utilizzate una spugnetta e strofinate soprattutto negli angoli del mobile, dove il rischio di sviluppo di muffe è maggiore.

E voilà: addio cattivi odori!

Bicarbonato e aceto

Un altro trucchetto molto semplice da provare prevede l’utilizzo di due ingredienti, i quali combinati tra loro sono efficaci per varie incombenze domestiche: il bicarbonato di sodio e l’aceto.

Versate, quindi, due cucchiai di bicarbonato in una bacinella contenente acqua e 200 ml di aceto e immergete, poi, un panno nella soluzione così ottenuta.

Passatelo sulla superficie dell’armadio di legno, lasciate agire per un po’, dopodiché passate un panno inumidito con sola acqua e asciugate accuratamente per evitare l’umidità.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Il bicarbonato e l’aceto neutralizzeranno ogni odore e la puzza di muffa sarà solo un brutto ricordo!

Fogli di giornale

Anche se vi potrà sembrare troppo semplice e banale per essere vero, in realtà questo trucchetto è un vecchio rimedio della nonna per eliminare i cattivi odori.

Il procedimento è molto semplice, in quanto vi dovrete munire solo di alcuni fogli di quotidiani, i quali hanno una carta ruvida e dalla consistenza più spessa. Vi ricordiamo che potete utilizzarli anche per rendere i vostri vetri lucidi e senza aloni!

Accartocciate, quindi, ogni foglio e immergetelo, per qualche secondo, in una soluzione formata da un litro di acqua tiepida e 200 ml di aceto bianco.

A questo punto, strizzatelo, fatelo asciugare un po’ e poggiatelo, poi, su un piattino per non farlo entrare in contatto diretto con il legno. Poi mettetelo in un angolo del vostro mobile in legno.

Ovviamente, nel caso in cui l’interno del vostro mobile sia molto grande, è consigliabile mettere un foglio umido in ogni angolo.

Vi ricordiamo di cambiare il foglio di giornale all’interno del mobile almeno una volta la settimana: dopo questo periodo di tempo, infatti, il trucchetto non è più efficace.

Trucchetto della pentola

Un altro trucchetto molto efficace è quello della pentola. Di cosa stiamo parlando? Vediamolo insieme!

Riempite una pentola con acqua tiepida e mezzo bicchiere di aceto bianco, poi, aggiungete un cucchiaio di fiori di garofano e mezzo bicchiere di succo di limone.

A questo punto, collocate la pentola all’interno del vostro mobile di legno e lasciate le ante del mobile chiuse per almeno 12 ore, in modo tale che la pentola possa sprigionare un odore che coprirà la puzza di chiuso e muffa.

Poi, aprite il mobile e…che profumo!

Sale grosso

Il sale, si sa, è noto per la sua capacità di assorbire non solo i cattivi odori ma anche l’eccesso di umidità. Non a caso, infatti, viene usato per realizzare i deumidificatori fai da te.

In questo caso, quindi, potremmo sfruttare il suo “potere” per eliminare sia la puzza di muffa, sia per ridurre il tasso di umidità. Il procedimento è molto semplice, in quanto dovrete semplicemente versare un po’ di sale in una ciotola e collocarla, poi, negli angoli degli armadi.

Per portare anche un buon profumo, potete aggiungere alla ciotola 10 gocce di olio essenziale dalla fragranza che più preferite e il gioco è fatto!

In alternativa al sale, potete utilizzare anche il bicarbonato o il caffè, utili anche per togliere i cattivi odori nel frigorifero.

Sacchettini profumati

Infine, potete realizzare dei sacchettini profumati da collocare nell’armadio, in grado di eliminare la puzza di muffa dai mobili in legno. Prendete dei piccoli sacchetti in stoffa e riempiteli di pezzetti di legno di cedro e di lavanda essiccata.

Il legno di cedro aiuta a combattere l’umidità, causa primaria della formazione di muffa, mentre la lavanda sprigionerà un odore inconfondibile e molto gradevole.

Come prevenire la muffa negli armadi

Una volta visto come rimuovere la puzza di muffa dagli armadi, vediamo insieme come prevenire la sua formazione.

Innanzitutto, vi consigliamo di lasciare arieggiare l’interno dei mobili in legno, lasciando aperte le ante per almeno un’ora al giorno. Evitate, poi, di posare abiti e accessori non completamente asciutti perché potrebbero favorire la formazione di muffe.

Infine, procedete con una pulizia regolare, così da evitare che la puzza possa accumularsi e diventare sempre più resistente.

Avvertenze

Prima di procedere con i rimedi proposti, consultate sempre le indicazioni di produzione e manutenzione dei vostri mobili così da evitare di far danni.

In caso di odore di muffa molto resistente che non va via con i rimedi naturali, contattare chi di competenza.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.