Come togliere la puzza di Muffa dal mobile sotto il lavandino?

636
puzza-di-muffa-sotto-lavello

Nell’organizzazione dei detersivi e di molti oggetti che si usano per la pulizia della casa, il mobile sottolavello è una parte fondamentale!

È lì, infatti, che si mette la maggior parte di quello che impieghiamo per la cura dell’ambiente, ma non manca accumulare cattivi odori di chiuso e di acqua stagnante.

Scopriamo insieme, quindi, come togliere la puzza di muffa dal mobile in poco tempo!

Primo passaggio: svuotare completamente

La puzza non aleggia soltanto all’interno del mobile, ma resta anche su tutti i prodotti che contiene.

Per tale motivo è importante svuotarlo completamente in modo da arieggiarlo per qualche minuto.

Dopodiché dovrete passare un panno in microfibra pulito ed inumidito su ogni bottiglia per togliere la polvere ed eventuali gocce rimaste attaccate nelle varie volte che l’avete usate.

Terminato questo passaggio, non ci resta che vedere tutti i trucchetti da prendere in considerazione per liberare il mobile dai cattivi odori!

Aceto bianco d’alcol

L’aceto bianco d’alcol è un prodotto specificamente usato per le pulizie domestiche, infatti non è a scopo alimentare.

Ciò lo rende un’alternativa fantastica ai detersivi commerciali, data la sua profonda efficacia e la capacità anti-odore che ci interessa soprattutto nel nostro caso!

Riempite, dunque, un secchio con acqua molto calda e versate dentro 1 bicchiere d’aceto, poi immergete un panno in microfibra nella soluzione e passatelo in tutte le pareti interne al mobile, facendo più passate.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

Vedrete che in poco tempo la puzza sarà andata via definitivamente!

Limone

Un metodo che, non solo toglie la puzza, ma lascia anche un fantastico profumo, è il limone!

La sua freschezza è molto indicata non solo nel mobile sottolavello, ma anche in tutte le altre zone della cucina, quindi non ci sono ragioni per non sfruttarlo a nostro vantaggio.

Dovrete semplicemente mettere il succo di limone direttamente su un panno in microfibra o una spugna morbida e strofinare nel mobile.

Di seguito non vi resta che sciacquare per bene e asciugare!

Sapone di Marsiglia

Il sapone di Marsiglia, oltre alla sua incrollabile capacità di sgrassare a fondo e di togliere anche le macchie più ostinate, possiede un odore inebriante da poter spargere nel mobile.

Se avete il panetto di sapone, potete grattugiarlo o tagliare delle scaglie da mettere direttamente su una spugna per poi passarla nel mobile.

Man mano che procedete con il lavaggio, noterete che i cattivi odori andranno via e il sottolavello acquisterà la freschezza ed il profumo di sempre!

Nel caso in cui abbiate il sapone di Marsiglia liquido, ne basterà un cucchiaino per ottenere un fantastico risultato!

Bicarbonato di sodio

Come non menzionare anche il bicarbonato di sodio tra i rimedi migliori per togliere via la puzza dal mobile sottolavello?

Tante sono le virtù questo che prodotto vanta e, tra le varie, troviamo anche quella cattura-odori, perfetta nel nostro caso!

Mescolate la quantità di bicarbonato che vi occorre con dell’acqua a filo fino ad ottenere la consistenza di un gel.

Successivamente questo composto dovrà andare su una spugna morbida per strofinare le pareti del mobile e dire addio agli odori!

N.B. Se volete anche un tocco di profumo, aggiungete 2 o 3 gocce di olio essenziale al composto di bicarbonato ed acqua.

Acqua ossigenata per le macchie

Molto spesso i cattivi odori sono dati da macchie incrostate nel mobile che, restando per troppo tempo, danno la puzza di chiuso.

L’acqua ossigenata, anche se sottovalutata nei rimedi per la casa, è invece un ottimo prodotto che estirpa gli odori e sgrassa via anche le macchie più difficili in poco tempo.

Potete usarla mettendone direttamente qualche goccia su un panno in microfibra e strofinando energicamente sulle zone interessate.

Il mobile tornerà pulito e lucido in men che non si dica!

Avvertenze

Provate i rimedi prima in angoli nascosti per assicurarvi di non opacizzare o macchiare il mobile.