Se hai la casa Umida puoi asciugarla con il Metodo della Bottiglia

1545
trucco-bottiglia-per-umidita

Ci sono alcuni periodi dell’anno dove, ahimè, l’umidità prende il sopravvento in casa.

Questo è un problema anzitutto per la sensazione di bagnato che sentiamo continuamente addosso, ma anche per la casa: vediamo goccioline ovunque.

Le tecnologie moderne ci propongono tante soluzioni diverse per fare in modo che possano risolversi questi problemini, ma oggi vi indicherò invece un vecchio trucchetto della Nonna!

Vediamo insieme come usare una bottiglia per dire addio all’umidità in casa!

Come usare la bottiglia

A questo punto vi starete chiedendo com’è possibile che una bottiglia possa ridurre il tasso di umidità presente in casa, ve lo svelo subito!

La bottiglia in plastica rappresenta un mezzo pratico ed economico da posizionare in casa insieme al sale grosso!

Quest’ultimo è il vero protagonista del trucchetto perché ha la capacità di assorbire l’umidità circostante in modo naturale e veloce.

Dunque procuratevi una bottiglia in plastica e 150/200 grammi di sale grosso. Tagliate la bottiglia a metà tenendo presente la parte dove si trova il tappo deve essere più corta rispetto alla base. Lasciate il tappo avvitato.

A questo punto avrete ottenuto una base che dovrete conservare e il “cappello” della bottiglia con il tappo

Capovolgete, quindi, il cappello della bottiglia e riempitelo con il sale grosso, poi posizionatelo all’interno del freezer, lasciatelo per una notte intera.

L’indomani prendetelo dal freezer e fate dei fori sul tappo, poi, lasciandolo capovolto, poggiatelo sulla base.

Si innescherà un meccanismo in cui il sale assorbirà l’umidità e piano piano diventerà liquido, questo liquido andrà a finire sulla base della bottiglia.

Controllate il sale ogni 3 o 4 giorni e cambiatelo all’occorrenza.

Metodi alternativi per l’umidità

Abbiamo visto insieme come questo trucchetto di piccola ingegneria possa essere una soluzione naturale ed efficace per far fronte all’umidità che cresce in casa.

Tuttavia non sempre si può avere il tempo né gli ingredienti necessari per attuare questo procedimento.

A tal proposito vediamo insieme dei metodi alternativi per ridurre ugualmente il tasso di umidità in casa con altri mezzi!

Assorbi-umidità profumato

Il primo trucchetto è un assorbi-umidità profumato, un rimedio della Nonna che non solo assorbe l’umidità, ma vi permette anche di avere un buon odore in casa.

Ingredienti

  • 1 barattolo in vetro di media grandezza
  • 1 pezzetto di stoffa (che possa coprire l’orlo del barattolo)
  • 6 gocce di olio essenziale
  • 1 bustina di tè
  • sale grosso

Per prima cosa dovrete mettere il sale grosso all’interno del barattolo e aggiungere il contenuto della bustina di tè.

Mescolate insieme i due elementi per amalgamarli tra loro, dopodiché coprite l’orlo del barattolo con il pezzo di stoffa e aggiungete le gocce di olio essenziale.

Poi chiudetelo con il tappo e lasciate così per una notte, l’olio penetrerà sul misto di sale e tè. L’indomani aprite il barattolo, togliete il pezzo di stoffa e posizionate il barattolo in un angolo della casa.

Potete riutilizzare il pezzo di stoffa profumato in asciugatrice!

Rimedio del sacchetto

Un altro metodo molto interessante è quello del sacchetto!

Anche in questo caso stiamo parlando di antichi rimedi della Nonna ancora oggi molto diffusi e apprezzati.

In questo caso il protagonista non è il sale grosso, ma del semplice riso! Anche quest’ingrediente, infatti, possiede la capacità assorbente che serve per ridurre il tasso di umidità.

Riempite un sacchetto di media grandezza con del riso e posizionatelo dove necessario, magari anche ai piedi dello stendino se avete messo i panni ad asciugare in casa.

Piante anti-muffa

Le piante anti-umidità sono quanto di più ecologico e naturale possa esistere tra le nostre soluzioni contro l’umidità.

Inoltre tale trucchetto abbellirà anche la casa! Vediamo quali sono le piante più indicate:

Felce;

Orchidea;

Filodendro;

Pothos;

Sansevieria;

Aspidistra.

Abitudini quotidiane

Infine vediamo delle corrette abitudini quotidiane da seguire per evitare la formazione dell’umidità in casa!

  • Far arieggiare: la prima ed importantissima regola è far passare tanta aria in casa in modo da asciugare le parti più umide e non permettere alla nostra nemica di infiltrarsi nelle stanze e nei mobili. Aprite balconi e finestre per almeno una ventina di minuti ogni giorno.
  • Non stendere sempre il bucato in casa: è vero che spesso diventa una necessità, ma quando vedete che il tempo lo permette, stendete fuori i panni perché l’umidità che provocano in casa è davvero notevole.
  • Aprire le finestre dopo la doccia: il bagno è la zona della casa dove si accumula la maggior parte dell’umidità, per cui vi consiglio far uscire tutto il vapore acqueo dopo una doccia calda. In questo modo contrasterete anche l’eventuale formazione di muffa.