Il tuo migliore alleato in Cucina è l’Acido Citrico e puoi usarlo con 4+1 trucchetti

102
acido-citrico-in-cucina

Per avere una cucina sempre perfetta esistono vari ingredienti naturali che rappresentano un aiuto valido ogni giorno.

Tra questi non si deve mai trascurare l’acido citrico, un elemento estratto naturalmente dagli agrumi è che da sempre grandi soddisfazioni.

Può diventare il migliore alleato in cucina ecco come usarlo con 4+1 trucchetti semplici, ma molto efficaci da tenere a portata di mano!

Addio calcare

In prima linea alle azioni migliori dell’acido citrico c’è sicuramente quella anticalcare!

Infatti questo prodotto viene usato non soltanto all’interno della cucina, ma anche in bagno ed in particolare per la doccia che accumulare sempre una grande quantità di calcare.

Per fare in modo che in cucina torni tutto a splendere senza macchie fastidiose dovrete semplicemente mescolare 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua.

Versate il composto ottenuto in un vaporizzatore e spruzzate sulle macchie di calcare, lasciate agire una decina di minuti, dopodiché strofinate e risciacquate: addio calcare!

Per l’acciaio

Altra zona dove potete scegliere l’uso infallibile dell’acido citrico è per l’acciaio!

Di solito si cercano sempre mille metodi per farlo brillare, ma in realtà la soluzione è proprio dietro l’angolo.

Preparate, dunque, il composto con le stesse dosi che abbiamo visto nel paragrafo precedente e usatelo su una spugna non abrasiva per sgrassare tutti gli elementi in acciaio.

Risciacquate con abbondante acqua e asciugate controllando che non ci siano aloni in controluce.

Brillantante naturale

L’uso della lavastoviglie è sempre più diffuso perché, diciamoci la verità, rappresenta un validissimo aiuto e ci fa risparmiare tanto tempo!

Per asciugare bene i piatti e averli sempre lucidi si usa un brillantante, ma avete mai provato a prepararne uno naturale?

Possono esserci vari ingredienti per farlo, ma quello più valido è senz’altro l’acido citrico e vi dirà subito come sfruttarlo a vostro vantaggio.

Dovrete semplicemente mescolare 150 grammi di prodotto in 1 litro d’acqua e aggiungere 8 gocce dell’olio essenziale che preferite.

Trasferite tutto in un flacone e riempite la vaschetta apposita ad ogni lavaggio, il risultato sarà sorprendente!

Nel forno

Oltre alla lavastoviglie che abbiamo appena visto, anche il forno è un elettrodomestico che può beneficiare dell’azione pulente dell’acido citrico.

Avete presente quando è talmente incrostato da far sembrare impossibile una pulizia approfondita? Non preoccupatevi, ho io la soluzione per voi!

Accendete il forno a 180° e fatelo riscaldare per 10 minuti, poi spegnetelo e vaporizzate all’interno una soluzione di acqua e acido citrico secondo le dosi indicate anche sopra, la quantità di prodotto spruzzato deve essere abbondante.

Successivamente procedete chiudendo lo sportello del forno e attendete qualche minuto in modo che il composto insieme al calore possano sciogliere lo sporco.

Aprite il forno e, facendo attenzione a non scottarvi, sgrassate con una spugna e risciacquate, tornerà come nuovo!

Per sgrassare le piastrelle

Ultimo trucchetto che potete usare con l’acido citrico è per le piastrelle della cucina, anche quando sono super macchiate!

Attenzione! Non potete usare tale rimedio se avete le piastrelle in marmo o pietra naturale.

Dunque fate la soluzione con acqua e acido citrico (sempre 150 g + 1 lt d’acqua) e passatela in un flacone spray.

Procedete spruzzando il composto su un panno e strofinate sulle piastrelle, poi risciacquate più volte e l’incrostazione sarà soltanto un ricordo!

Avvertenze

Ricordo di rispettare le dosi indicate e di provare l’acido citrico prima in angoli non visibili.