4+1 Trucchetti che puoi provare con l’Acido Citrico in Cucina!

515
acido-citrico-cucinaacido-citrico-cucinaacido-citrico-cucina

Tante volte si parla dell’acido citrico e della sua fantastica efficacia in vari ambienti della casa o negli elelttrodomestici quali lavatrice e lavastoviglie.

In effetti, se pensiamo a quanto possa risultare utile, è naturale prediligerlo ogni giorno come rimedio naturale anziché scegliere detergenti aggressivi e poco ecologici.

Una delle zone in cui è bene porre l’attenzione in relazione all’uso dell’acido citrico è in cucina, ovvero un’area della casa soggetta allo sporco e a varie incrostazioni date dai vapori e dai sughi delle pietanze che si preparano.

Oggi quindi vedremo insieme 4+1 trucchetti dell’acido citrico in cucina!

In lavastoviglie

Il primo metodo che è necessario vedere al fine di sfruttare al meglio l’acido citrico è in lavastoviglie!

Quest’elettrodomestico accumula una grande quantità di calcare che dopo sembra non voler andare mai via, in realtà basta un po’ di questo prodotto per metterla a nuovo!

Scopriamo dunque due principali usi:

  • Per i lavaggi a vuoto: è in questo caso che il calcare, lo sporco e le incrostazioni varie andranno via in poco tempo. Non dovrete far altro che sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e avviare un lavaggio a temperature alte.
  • Come brillantante nautrale: ebbene sì, potete dire addio a tutti i brillantanti chimici e industriali per abbracciare questo metodo sensazionale! Dovrete preparare la soluzione indicata prima per i lavaggi a vuoto. Poi versatela nella vaschetta del brillantante fino a riempirla. Conservate il resto in un flacone ed ecco fatto!

Per il calcare

L’acido citrico, se usato per il calcare, dà il meglio di sé e i risultati potranno davvero sorprendervi!

Avete presente quelle macchie che si formano intorno ai rubinetti, al lavello, al piano cottura e in ogni altra zona della cucina?

Da oggi saranno un lontano ricordo! Dovrete preparare un composto con 150 grammi di acido citrico e 1 litro d’acqua.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Mettete tutto all’interno di un vaporizzatore e spruzzate sulle zone interessate, lasciate agire per un po’ di tempo e dopo strofinate con una spugnetta.

Ciao ciao calcare!

Addio incrostazioni

Oltre al calcare, potrete dire addio anche alle incrostazioni in tempi molto ridotti e senza dover strofinare per ore!

Sulle padelle, sulle piastrelle della cucina o su alcuni punti localizzati si può accumulare dello sporco che, se non tolto prontamente, stenta ad andar via.

Ebbene, preparando la miscela di cui abbiamo parlato sopra per il calcare, potete liberarvi delle incrostazioni.

Dovrete spruzzarla prima sulla spugnetta e usarla come detersivo naturale.

Attenzione! L’acido citrico non può andare su superfici in marmo o in legno, per cui state molto attenti prima di usarlo.

Per il forno

Un altro elettrodomestico presente in cucina è anche il forno, il quale ha una capacità di incrostarsi davvero facile e che tante volte diventa un vero incubo!

Per pulire il forno, tuttavia, l’acido citrico può fare al caso vostro rendendo il forno come nuovo.

Preparate sempre la stessa miscela con 150 grammi di acido citrico e 1 litro d’acqua e usatela in un flacone spray vaporizzando nel forno abbondantemente.

Lasciate agire per un po’ di tempo, dopodiché togliete lo sporco con una spugna e risciacquate per bene.

Con questo lo stesso prodotto naturale potete pulire anche il doppio vetro del forno!

Per le pentole

Ultimo consiglio che vi do per usare l’acido citrico in cucina è per le pentole!

Accade spesso di vederle opache, sporche o in generale non brillanti come vorremmo. Non preoccupatevi, si può risolvere velocemente usando il nostro ingrediente stupendo!

Sempre prendendo la miscela indicata anche nei paragrafi precedenti, spruzzatela sulla pentola e lavate con la spugna al fine di togliere tutta l’ossidazione.

Vedrete che torneranno come nuove!

Avvertenze

Vi ricordo di usare i metodi prima in un angolino nascosto. Inoltre ricordate che l’acido citrico non può andare su marmo, legno e pietra naturale.