Ecco perché devi mettere l’Acido citrico in Lavastoviglie!

577
acido-citrico-lavastoviglie

Quando usiamo un ingrediente per i rimedi naturali, capiamo che la sua utilità non è mai finalizzata ad un solo scopo, si possono prediligere per diverse faccende in casa.

Prendiamo, ad esempio, l’acido citrico, questo è un ottimo alleato contro il calcare.

Viene dunque usato in lavatrice, per il forno, contro la muffa, e anche in lavastoviglie!

Proprio in merito alla lavastoviglie, dovete sapere che ci sono vari modi di farla tornare come nuova e risolvere vari problemi di quest’elettrodomestico usando solo l’acido citrico!

Conosci qualche trucchetto? Oggi vedremo insieme perché è oppurtino mettere l’acido citrico in lavastoviglie!

Contro il calcare

Come detto prima, l’uso principale che si fa di questo fantastico elemento è contro il calcare.

L’acido citrico, infatti, dato che è prelevato in modo naturale dagli agrumi, è in grado di sciogliere anche lo sporco più difficile ed ostinato.

La lavastoviglie tende molto spesso ad accumulare il calcare a causa del continuo passaggio d’acqua cui è soggetta.

Se volete porvi rimedio, non dovrete far altro che sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua, successivamente trasferite tutto all’interno di un flacone spray.

Spruzzate la soluzione sulle zone critiche dov’è presente il calcare e lasciate agire per qualche minuto. Successivamente prendete una spugnetta e strofinate per togliere definitivamente la macchia.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Risciacquate per bene ed ecco fatto!

Come brillantante

Una delle cose che ci interessa di più quando avviamo un ciclo di lavaggio in lavastoviglie è far brillare i piatti e i bicchieri!

Perché, dunque, non affidarci all’acido citrico anziché provare tanti prodotti chimici che danneggiano l’ambiente?

Ebbene, per preparare il vostro brillantante personale, non dovrete far altro che sciogliere sempre 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua demineralizzata.

Dovrete poi usare il prodotto direttamente nella vaschetta del brillantante, riempitela e conservate il resto in una bottiglia in modo da utilizzarlo le volte successive.

Addio cattivi odori

A furia di mettere ogni giorno piatti e pentole sporche, capita che nella lavastoviglie restino intrappolati dei cattivi odori.

Questo capita anche a causa di qualche residuo che cade e che poi non viene smaltito, restando all’interno dell’elettrodomestico.

Bene, per contrastare la puzza pulite anzitutto per bene i piatti prima di metterli in lavastoviglie, spruzzate dell’aceto bianco se ci sono odori forti quali quelli di uovo e di pesce.

Quando avrete svuotato la lavastoviglie, per dire definitivamente addio ai cattivi odori, dovrete versare la soluzione di 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua nel fondo della lavastoviglie.

Avviate un lavaggio a vuoto a temperature alte e vedrete che la puzza sarà solo un ricordo!

Per i lavaggio a vuoto

Ultimo consiglio molto importante che vi do è usare l’acido citrico per i lavaggi a vuoto.

Dal momento che lo si sceglie anche in lavatrice, è bene sapere che quando si vuole dare una bella ripulita all’elettrodomestico, vi basterà quest’elemento.

Ricordo che è necessario fare dei lavaggi a vuoto almeno una volta al mese per la lavastoviglie, data la quantità di sporco, di calcare e di cattivi odori che può accumulare.

Ebbene, dovrete semplicemente preparare la miscela descritta anche nei paragrafi precedenti, versatela interamente sul fondo e avviate il lavaggio a vuoto.

Dovrà essere ad alte temperature altrimenti risulterà inefficace.

Avvertenze

Vi ricordo di leggere sempre eventuali istruzioni di fabbrica della lavastoviglie e rispettate le quantità indicate al fine di non danneggiare l’elettrodomestico.