Per far durare a lungo il Ciclamino ecco il Posto perfetto in autunno e in inverno

236
ciclamini-posto-perfetto

Hai comprato una pianta di Ciclamini e non sai dove metterla? Sei nel posto giusto per scoprire tutti i segreti di esposizione per far durare a lungo questa pianta!

Se hai acquistato il ciclamino per la prima volta, devi sapere che si tratta della più famosa pianta decorativa autunnale e invernale: merito dei suoi meravigliosi fiori, di norma di colore rosso o bianco. Ma meritano una nota anche le sue foglie, dalla forma che ricorda un po’ quella di un cuore e dalle mille sfumature di verde!

Oltre alle normali attenzioni di innaffiatura, il ciclamino ha anche bisogno di essere messo nel posto giusto per poter durare a lungo e senza problemi. Scopriamo insieme dove collocarlo in base alle diverse stagioni fredde così da tenerlo in salute (e soprattutto fiorito!) il più a lungo possibile.

Dove collocarlo in autunno

In autunno, le temperature iniziano a scendere, senza tuttavia essere troppo basse.

Il ciclamino, contrariamente a quanto molti pensino, è una pianta che ama il fresco ma non il freddo: importante, quindi, è tenerla a una temperatura che non scenda sotto i 5 °C. Inoltre, devi sempre ricordare che la fioritura sia mantiene solo se le temperature sono superiori ai 10 °C.

Ecco perché, quindi, in autunno, puoi tenere questa pianta all’esterno, ma in alcuni luoghi precisi. Vediamo quali.

Nel “lato interno” del balcone

La cosa migliore, nei mesi autunnali, è mettere questa pianta in un luogo non troppo esposto del balcone. Collocare il ciclamino in vasi esposti verso l’esterno (come si fa solitamente con i gerani), lo rende una facile vittima dei raggi solari troppo forti che faranno cadere i fiori in brevissimo tempo.

Meglio, quindi, tenere il ciclamino in un angolo più interno del balcone, dove ci sia la mezz’ombra e solo un po’ di luce solare indiretta, mai troppo intensa. In questo luogo, la pianta è in condizioni ambientali ottimali e i boccioli, a volte con qualche attenzione in più, sbocciano con rapidità e in abbondanza.

In veranda

Un’alternativa al balcone è una veranda chiusa o semi-chiusa, dove ci sia un buon passaggio d’aria. Nei mesi autunnali, in cui normalmente i ciclamini iniziano a fiorire, la pianta ha bisogno di un’alta percentuale di ossigeno e, quindi, di un luogo ben arieggiato.

Circa le esigenze di esposizione solare, come abbiamo già visto, è necessario che il ciclamino non sia esposto alla luce solare diretta. Quando la luce è troppo forte, le foglie possono cominciare ad annerirsi e ad appassire.

In stanze non riscaldate

Se non puoi tenere questa pianta in un luogo all’esterno, puoi tranquillamente metterla in casa. Preferibilmente, però, dovresti scegliere un luogo non riscaldato artificialmente. La temperatura ottimale è di 13-14 °C.

Scegli, inoltre, una stanza dotata di finestre da cui passi una luce di intensità media e non dimenticarti di prestargli le giuste attenzioni!

Dove collocarlo in inverno

In inverno le temperature tendono a scendere di molto, assestandosi di norma sotto la soglia dei 10 °C. Ecco perché, se vuoi mantenere fiorito il tuo ciclamino e vuoi farlo durare più a lungo, dovrai spostarlo in casa, dove le temperature sono generalmente più alte.

Davanzale di una finestra opacizzata

Il posto migliore dove mettere il ciclamino in inverno per farlo restare in salute e fiorito a lungo è il davanzale di una finestra con un vetro opacizzato o coperto da tendina filtrante. Questi accorgimenti sono importanti per garantire il giusto apporto di luce solare indiretta nella fase del “mantenimento” della fioritura, che può durare fino oltre a marzo. I petali colorati della pianta, ricchi di bellezza e significato, si manterranno sulla pianta molto più a lungo rispetto ai ciclamini che, invece, terrai in balcone!

Importante è assicurarsi che non ci siano spifferi sotto la finestra. Questi, infatti, possono portare a una progressiva caduta delle foglie.

In cucina

Un altro luogo dove puoi tenere il tuo ciclamino in questa stagione sono tavolini medio-alti o mensole della cucina. In questa stanza, infatti, di solito c’è un buon tasso di umidità e la temperatura si mantiene sempre piuttosto costante.

Importante, però, è non tenere la pianta troppo lontana dalla finestra: è sempre necessario che ci sia della luce indiretta perché il ciclamino si mantenga in salute e rigoglioso.

E nei mesi primaverili ed estivi?

Chi ha acquistato questa pianta già in passato, sa bene che a partire dalla primavera e per tutta l’estate, il ciclamino è in fase di riposo vegetativo. Di conseguenza, perde tutti i fiori e qualche volta anche tutte le foglie.

In questa fase, dobbiamo tenere il ciclamino all’esterno, in un luogo a mezz’ombra, a meno che non decidiamo di conservare il bulbo della pianta in altro modo.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".