Se il tuo Ciclamino sta già Appassendo, stai Sbagliando queste 6 Cose!

433
ciclamino-appassito

Per gli amanti delle piante, l’arrivo dell’autunno e del primo freddo significa solo una cosa: è arrivato il tempo del ciclamino!

Questa meravigliosa pianta, infatti, è famosa perché fiorisce proprio in autunno e in inverno. Le sue fioriture sono di solito abbondanti e durature, le sue foglie di un verde intenso, il suo portamento estremamente elegante.

Acquistarle è quasi un obbligo per chi non vuole rinunciare a piante fiorite nemmeno col freddo.

Tuttavia, capita che, pur avendo acquistato un ciclamino fiorito e in salute, dopo un po’ di tempo a casa questo inizi ad appassire.

Non è un difetto della pianta. Significa solo che state sbagliando queste 6 cose!

Rinvaso fuori tempo

Uno degli errori più comuni che commettiamo è quello di rinvasare il ciclamino non appena portiamo questa pianta a casa dal vivaio.

In realtà, non è sempre utile trasferirlo in un vaso più grande subito dopo l’acquisto.

Il periodo ideale per il rinvaso è al termine del suo periodo di fioritura, quindi in primavera.

Rinvasarlo nel momento sbagliato probabilmente non ucciderà il ciclamino, ma potrebbe causargli una sorta di shock con un certo appassimento delle foglie e caduta di fiori.

Luce diretta

Quasi tutti sanno che il ciclamino ama l’aria fresca, non il caldo: di conseguenza, la luce diretta del sole può danneggiarlo molto gravemente.

In realtà, dovreste trovare una sorta di equilibrio: se la temperatura è molto bassa, un po’ di luce in più farà solo bene alla vostra pianta; se, però, la temperatura è nella media stagionale, tenete la pianta a mezz’ombra.

Quando tenete questa pianta in casa, non collocatela mai sul davanzale della finestra se qui arriva la luce diretta del sole, anche solamente per poche ore al giorno. Un trucchetto consiste nel proteggere il ciclamino dalla troppa luce con una tendina semitrasparente.

Freddo eccessivo

Sicuramente il ciclamino è una pianta che ama il freddo. Questo non vuol dire, però, che può essere esposto al gelo.

L’ideale è tenerlo a una temperatura compresa tra gli 8 e i 15 °C, per vederlo fiorire e mantenerla rigogliosa. Se la temperatura scende sotto i 5 °C, la pianta entra in uno stato di sofferenza: perde i fiori e appassisce.

Quindi dove è meglio tenere questa pianta? All’aperto solo agli inizi dell’autunno. Anche in inverno solo se la teniamo in un posto riparato.

Quando le temperature si abbassano troppo, però, bisogna tenere il ciclamino in casa, in una stanza fresca ma non fredda. Inoltre, è sempre meglio evitare le fonti di calore diretto.

Troppa acqua

In molti tendono a pensare che, essendo quelli freddi i mesi in cui il ciclamino fiorisce, in questo periodo la pianta abbia bisogno di più acqua. Si tratta di un errore.

Il freddo, infatti, limita le necessità d’acqua del ciclamino. Di conseguenza, le innaffiature devono limitarsi ai casi in cui il terriccio non appare più umido.

Controllate ogni giorno lo stato del terreno, in modo da rendervi conto di quando è il momento di innaffiare questa pianta.

Spostamenti eccessivi

Esterno, poi interno; una stanza e poi l’altra: spostare continuamente il ciclamino non fa certo bene!

Questa pianta si abitua lentamente all’habitat in cui viene collocata. Ragion per cui, se le cambiamo di posto troppo frequentemente, non riuscirà mai totalmente ad abituarsi ad un luogo.

Scegliamo con cura il posto dove tenere il ciclamino e non muoviamola se non in casi eccezionali.

Vento o spifferi

In pochi lo sanno, ma questa pianta odia le correnti d’aria. Queste provocano una caduta prematura dei fiori e impediscono al ciclamino di generare nuovi boccioli.

Soprattutto se tenuta all’aperto, la pianta deve essere collocata in un punto del giardino o balcone dove il vento non arrivi a disturbare i suoi fragili e delicati steli. In alternativa, potete proteggerla con un telo in nylon quando il vento diventa eccessivo.

Il pericolo, però, è presente anche in casa. Quando tenuta sui davanzali delle finestre o vicino alle porte, il ciclamino potrebbe essere colpito da spifferi. Questi fanno cadere la pianta in uno stato di stress, facendola seccare prematuramente.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".