Quali sono i posti migliori per tenere sempre bella la Stella di Natale?

401
dove-mettere-stella-di-natale

Alzi la mano chi non ha mai comprato una Stella di Natale nel mese di dicembre!

Questa pianta, il cui nome botanico è Euphorbia pulcherrima, grazie alle sue brattee rosse (a volte bianche, rosa o panna) è diventata un vero e proprio simbolo del Natale, immancabile a casa di chi ama le decorazioni di questa festività.

Peccato che in molti si dimentichino che la Stella di Natale non è una semplice decorazione, ma un essere vivente e, in quanto tale, bisogna prendersene cura per mantenerla rigogliosa, bella e in salute.

L’errore più comune nella coltivazione di questa pianta è quello di metterla in un posto non adatto alle sue esigenze e necessità.

Ma quali sono i posti migliori per tenere sempre bella la Stella di Natale? Scopriamoli insieme.

Al centro della tavola

Se la vostra Stella di Natale non ha dimensioni eccessive, potete metterla tranquillamente al centro della tavola in cucina o in sala da pranzo.

Importante è che la pianta venga raggiunta da un certo quantitativo di luce solare indiretta e sia esposta a una temperatura compresa tra i 15 e i 22 °C.

La cucina è particolarmente adatta anche perché qui il tasso di umidità è leggermente più alto rispetto a quello delle altre stanze ed è quindi più adatto alla Stella di Natale.

Su un tavolino in salotto

Anche il salotto è adatto a ospitare questa pianta che sicuramente vi farà fare un figurone con i vostri ospiti!

Importante, però, è che non la teniate a terra, ma su un tavolino (basso o alto) che la tenga lontana dal pavimento spesso troppo freddo.

Ricordate che, anche in questo caso, la pianta non deve essere troppo lontana da una fonte di luce naturale, quindi dalla finestra, in quanto ha bisogno di molta luce per mantenersi fiorita.

N.B: ovunque la mettiate, ricordate di prendervi sempre cura di questa pianta seguendo le giuste indicazioni.

Sul davanzale di una finestra

C’è chi, invece, preferisce mettere questa pianta sul davanzale di una finestra in modo che sia visibile anche dall’esterno. Possibile? Assolutamente sì!

L’importante è che la finestra non sia esposta a est o ovest, altrimenti riceverebbe la luce diretta del sole lasciando la Stella di Natale in uno stato di sofferenza e provocando la caduta prematura di foglie e brattee.

Inoltre, state attenti agli spifferi freddi: anche questi possono danneggiare irrimediabilmente la pianta.

In veranda

Avete una veranda luminosa e non troppo fredda? Il posto è perfetto per la vostra Stella di Natale.

In tal caso, la pianta riceverà tutti i benefici dell’habitat aperto, senza stare al freddo. Ovviamente, mettetela alla luce solare indiretta e posizionatela preferibilmente su uno sgabello o un tavolino.

Inoltre, ricordate che tenerla in veranda è perfetto soprattutto nel mese di dicembre così che la pianta riceva almeno 12 ore di buio totale al giorno, necessaria per il mantenimento dei fiori. Quando le giornate inizieranno ad allungarsi, però, spostate la vostra Stella di Natale altrove.

Attenzione: se avete appena acquistato o ricevuto in dono una Stella di Natale, non perdete tempo e iniziate subito ad averne cura nel modo giusto.

Dove non tenerla

Altri posti, invece, sono meno adatti al benessere della Stella di Natale anche se spesso si pensa il contrario.

Tenerla fuori la porta di casa, ad esempio, non è per niente una buona idea. Sul pianerottolo, la temperatura è di solito più bassa di 15 °C, quindi la pianta soffrirà il freddo. Inoltre, qui è spesso accesa una luce artificiale tutta la notte che impedisce il riposo necessario alla Stella di Natale.

Anche tenerla all’aperto, nel mese di dicembre, non è corretto. Pur essendo bello tenere questa pianta sul balcone o in giardino, le temperature bassissime la faranno appassire in pochissimo tempo.

Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".