3 Lavaggi a Vuoto per pulire l’interno della Lavatrice

498
lavaggi-a-vuoto-in-lavatrice

La lavatrice, si sa, è l’elettrodomestico di cui nessuno può fare a meno perché compie quotidianamente il duro lavoro di lavare i vestiti e farli uscire puliti e profumati.

Lavaggio dopo lavaggio, però, anche la lavatrice tende a sporcarsi a causa degli accumuli di detersivo e di calcare che si depositano al suo interno e spesso non sono neppure visibili.

E come fare, quindi, per averla pulita all’interno? Facile, basta fare questi 3 lavaggi a vuoto!

Acido citrico

Innanzitutto, vi suggeriamo di effettuare il lavaggio a vuoto con un prodotto considerato un’alternativa più ecologica dell’aceto: l’acido citrico. 

Dal momento, infatti, che è un potente anticalcare naturale, è una manna dal cielo per decalcificare gli elettrodomestici come la lavastoviglie e la lavatrice e per renderli come nuovi!

Utilizzarlo è davvero un gioco da ragazzi, in quanto tutto ciò che dovrete fare è versare 150 grammi di acido citrico in una brocca contenente 1 litro d’acqua e mescolare accuratamente in modo da far sciogliere bene l’acido citrico.

A questo punto, non vi resta che versare la miscela all’interno del cestello della lavatrice prima di avviare un ciclo di lavaggio a vuoto ad alte temperature.

Al termine, noterete che la lavatrice sarà subito più pulita e anche i cattivi odori al suo interno saranno solo un brutto ricordo!

Acqua ossigenata

Un altro ingrediente molto efficace per procedere con la pulizia interna della lavatrice è l’acqua ossigenata, la quale è in grado di pulire e di sbiancare.

Sebbene, infatti, non sia un ingrediente propriamente naturale, ha comunque un approccio ecologico, perciò è consigliabile utilizzarlo in questi casi.

Riempite, quindi, 1 tazza con 250 ml di prodotto e versate il tutto nel cestello della lavatrice. Dopodiché, avviate un ciclo di lavaggio a vuoto con una temperatura di almeno 60°.

Ah dimenticavo! Se ti piacciono questi Consigli Naturali posso inviarteli ogni giorno direttamente su Messenger! Iscriviti al mio Canale! Ti aspetto!

L’acqua ossigenata non solo sarà in grado di rimuovere il calcare ma anche la muffa, lo sporco e i cattivi odori.

Vi ricordiamo, infatti, che questo prodotto viene utilizzato anche per pulire a fondo gli angoli della doccia che tendono ad annerirsi a causa della presenza della muffa!

Percarbonato

Infine, vediamo un ultimo ingrediente considerato un “cugino” del bicarbonato ma molto più efficace. Di cosa stiamo parlando? Del percarbonato, il quale rilascia ossigeno a contatto con acqua molto calda.

Questo prodotto, infatti, vanta proprietà sbiancanti molto efficaci che lo rendono un sostituto ecologico della candeggina in grado di conferire il candore ai capi ingialliti!

Tutto ciò che dovrete fare, quindi, è aggiungere 2 cucchiai colmi di questo ingrediente nel cestello e avviare, poi, un ciclo di lavaggio a una temperatura sempre superiore ai 60 gradi.

A tal proposito, ecco un video pensato per voi con questi tre rimedi descritti in modo da potervi aiutare step by step!

Avvertenze

Vi suggeriamo di utilizzare sempre l’acqua ossigenata al 3% in quanto è innocua. Concentrazioni più alte potrebbero essere tossiche a contatto con la pelle.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.