Massaggio californiano

71
massaggio californiano

Il massaggio californiano è un massaggio olistico nato alla fine degli anni 60 in California, quando all’epoca della guerra in Vietnam, si registrarono molti scompensi soprattutto emotivi e relazionali tra le persone, una guerra che provò numerosi uomini mandati al fronte, con problematiche psicosomatiche successive, rilevantissime come depressione, ipertensione, ansia, stress, insonnia, attacchi di panico, dipendenza, mancanza di autostima ecc.

Se per voi è un periodo di vita particolarmente difficile, dove le tensioni emotive sono frequenti e si accompagnano a rigidità e contratture fisiche, proprio quando non si riesce a trovare la giusta energia per affrontare le diverse situazioni che la vita ci pone di fronte, ebbene questo è il momento di provare un trattamento unico, il massaggio dell’amore.

Fu questo il contesto socio-culturale politico in cui si venne a sviluppare questa preziosa tecnica che è poi divenuta di grande successo e fortunatamente oggi praticata anche per mali minori da quelli che vi furono all’epoca.

Massaggio californiano: cosa è?

Il concetto fondamentale da cui trae origine il massaggio californiano è il contatto. L’operatore olistico non stacca mai le sue mani dal corpo della persona trattata che così ha una bellissima sensazione di protezione, di coccole, quasi di amore; contatto che sprigiona quella calma interiore, che consente di uscire dalla propria solitudine per riscoprire il contatto come relazione con se stessi e con il mondo, grazie anche ad un percorso energetico di direzionamento su tutto il corpo che consente di far rifluire le energie represse, quelle stagnanti che ci bloccano e dal punto di vista fisico e dal punto di vista somatico.

Non è infrequente avere delle strane rivelazioni durante o successivamente un trattamento del genere, avere maggiore chiarezza circa relazioni, decisioni da prendere, migliorando notevolmente la fiducia della persona rispetto a patologie sociali quali appunto la depressione o l’ansia, ma anche l’anoressia, la bulimia e quanto altro sia manifestazione di “poco amore” avvertito nell’ambiente esterno o verso se stessi.

Vantaggi del massaggio californiano

Durante il massaggio l’olio  ci avvolge il corpo in un caldo abbraccio “d’amore”. Tutto il corpo raggiunge una temperatura uniforme e non ci si concentra semplicemente su di un punto piuttosto che su di un altro ma si tratta il corpo nella sua totalità, come mezzo per il recupero psico-energetico. Rielaborazioni, associazioni e maggiore creatività affiorano grazie al coinvolgimento globale che la persona riesce a vivere. Una vera esperienza emozionale e guaritrice, d’avanguardia, oggi come ieri perché in grado di dare risposte efficaci ai problemi odierni che le persone si trovano a vivere nelle società sempre più frenetiche e fondamentalmente solitarie.

Chiaramente non che tutto questo lasci indietro  i vantaggi fisici in senso tecnico del fisico. Miglioramento sensibile della tonicità, allentamento delle tensioni muscolari, stimolazione della circolazione sanguigna e linfatica. Vengono riattivati e migliorate le funzionalità degli organi interni grazie al massaggio delle zone riflesse. Anche il sistema nervoso ne trarrà beneficio, distendendosi e regalando quiete e respiro profondo.

Grazie al massaggio Californiano, la persona arriva a percepirsi nella sua totalità, reintegrando corpo, mente e anima in un percorso dalle straordinarie capacità curative e stimolanti.