Quando bisogna pulire a fondo il Cestello della Lavatrice?

234
quando-pulire-cestello-lavatrice

Il cestello è la parte più usata e costantemente sotto sforzo della lavatrice.

Infatti è lì che si inseriscono panni, scarpe, lenzuola, coperte e quant’altro per ottimizzare tutto il processo di lavaggio.

Forse non sempre ci accorgiamo che, proprio per l’enorme lavoro che svolge, il cestello è un elemento di cui ci si deve prendere molta cura.

A tal proposito oggi vedremo insieme quando bisogna pulirlo a fondo per non rovinarlo!

Almeno una volta al mese

Molte volte ci si chiede quale sia la frequenza giusta per prendersi cura della propria lavatrice pulendola da cima a fondo.

Se per elementi come il filtro possiamo anche procedere alla pulizia 2 o 3 volte in un anno, per il cestello non è così!

Almeno una volta la mese bisogna fare dei lavaggi a vuoto per ripristinare il pulito e togliere le varie macchia accumulate giorno dopo giorno.

Vi consiglio di fare un lavaggio a vuoto mettendo nel cestello una miscela di 150 grammi di acido citrico sciolti in 1 litro d’acqua.

Dopo un carico molto sporco

Alcuni lavaggi sono molto delicati perché i panni hanno bisogno solo di essere rinfrescati.

In altri momenti, invece, si carica un bucato particolarmente sporco e maleodorante che necessita di temperature più alte.

Quando si manifesta una situazione del genere è fortemente raccomandabile procedere con un lavaggio a vuoto dopo il bucato.

Dal momento che si devono eliminare anche eventuali cattivi odori, vi consiglio un lavaggio a vuoto con 2 tazze di succo di limone.

Quando lavate le scarpe

In linea con quanto detto prima, bisogna prendersi cura del cestello anche quando lavate le scarpe.

Queste ultime raccolgono tutta la polvere e lo sporco in strada, quindi immaginate cosa vuol dire inserire all’interno di un elettrodomestico che necessita essere sempre pulito.

Dunque, una volta tolte le scarpe dal cestello dopo il lavaggio, andate a fare un lavaggio a vuoto con mezzo kg di sale grosso.

L’ingrediente sarà perfetto per sgrassare da cima a fondo ogni parete del cestello, ma dovrete ricordarvi di usare temperature alte altrimenti i granuli di sale non si scioglieranno per bene.

Se sentite cattivi odori

Non capita raramente di sentire cattivi odori provenienti dalla lavatrice.

Le cause sono molteplici e il più delle volte sono attribuibili proprio ad una mancata pulizia e all’accumulo di acqua stagnante.

A tal proposito c’è bisogno di usare ingredienti profumati ed efficaci allo stesso tempo.

Potete prediligere il lavaggi a vuoto con 2 tazze di aceto di mele (il quale ha un odore più gradevole rispetto ad altri) oppure con 2 tazze di succo di limone.

Quando c’è muffa

Un altro problema che attanaglia la lavatrice è la muffa.

Essa si deposita in particolare nel cassettino della lavatrice e, naturalmente, all’interno del cestello per tutti i depositi d’acqua.

Per liberarvi di questo intoppo dovrete sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua e versare tutto nel cestello, poi avviate un lavaggio a vuoto a temperature alte ed ecco fatto!

Così facendo liberete anche i tubi dell’elettrodomestico da eventuali accumuli di calcare.

Dopo una manutenzione

Dopo una manutenzione straordinaria della lavatrice da parte di un esperto, c’è sempre l’esigenza di togliere polvere e varie macchie che si sono potute formare.

A tal proposito è sempre consigliabile procedere con un lavaggio a vuoto molto efficace.

Potete usare semplicemente 1 tazza di acqua ossigenata così da togliere anche eventuali batteri e vedrete che il cestello tornerà come nuovo!

Avvertenze

Per mantenere sempre al meglio il cestello della lavatrice vi ricordo di leggere eventuali istruzioni di fabbrica.