Rimedi semplici e naturali contro le punture di zanzare

4.121 views
morso di zanzara

Con l’estate , grazie alla temperatura mite, tanti insetti tornano a far capolino. Tra questi le più temute ed antipatiche sono sicuramente le zanzare, che con le loro punture disseminate su ogni parte del corpo sono davvero fastidiose provocando gonfiori, arrossamenti e prurito, spesso insopportabili quando non si tratta più di una sola punturina.

E allora ecco che i rimedi tradizionali , quelli cosiddetti “della nonna”, ci vengono in aiuto per tenerle lontane ed evitare di avere quei fastidi tanto noti quanto comuni purtroppo un po’ a tutti.

Non grattarsi!

Se siete una di quelle persone particolarmente prese di mira dalle zanzare e proprio non resistete allo stimolo continuo di grattarvi , sappiate che grattarsi non è mai utile né buono perché non solo lo stimolo continua a persistere anche dopo ore successive allo sfregamento ma soprattutto vi create micro lesioni della pelle che di tutto avrebbe bisogno, tranne che essere ulteriormente infiammata.

Olio di menta

Grattarsi a sangue, screpolando e ferendo la pelle è antigienico e, nel caso non cicatrizzi bene, espone al rischio di ritrovarvi a fine estate con un mucchio di antiestetiche cicatrici e croste.

Per alleviare la sensazione di prurito è tradizionalmente usata la menta, con azione calmante e rinfrescante; in questi casi è ottimo procurarsi dell’olio essenziale di menta (lo trovate in vendita  presso qualsiasi erboristeria) che può essere utilizzato direttamente sulle parti interessate oppure potete miscelarlo alla crema nutriente per corpo o viso e applicarlo ogni qual volta ce ne sia bisogno senza avere però quella sensazione eccessivamente oleosa addosso, se lo preferite. In entrambi i casi il sollievo è immediato.

Miele

Se invece già vi siete procurati dei danni nel grattarvi, ci vuole qualcosa dalle proprietà antisettiche, che tenga lontano inoltre le infezioni possibili. Del miele è tutto quello che serve: potente antibiotico e antibatterico aiuta la pelle nella rigenerazione dei suoi tessuti, a seguito di lesioni e piccole ferite (da utilizzare perciò non solo in caso di ferite da punture).

Ponetene una goccia sul punto interessato, se la zona da trattare è più estesa lo potete miscelare con un po’ di yogurt o crema naturale senza profumi, di modo da rendere il composto meno appiccicoso e consentirvi di portarlo addosso per almeno una mezz’oretta.

Cubetti di ghiaccio

Se vi ritrovate dei morsi belli grossi e gonfi, magari anche molto arrossati, niente paura; applicate immediatamente dei cubetti di ghiaccio ( avvolti in un leggero panno di cotone pulito) sulle zone interessate per 1 minuto. Il ghiaccio ha in questo caso l’effetto benefico di anestetizzare nell’immediato e soprattutto essendo freddo riesce a bloccare il gonfiore ulteriore che si può venire a creare a seguito delle punture.

Per  proteggere anche l’ambiente domestico o la zona di lavoro dall’attacco delle zanzare, provate dei repellenti naturali a base di essenze di geranio, citronella ed eucalipto da usare con vaporizzatori, candele e ogni altro strumento adatto a diffondere essenze nell’ambiente, i quali arricchiti successivamente o già acquistati completi dei suddetti elementi naturali , vi terranno al riparo dai morsi di zanzare, anche all’aperto.