Cetriolo: benefici e controindicazioni

1.774 views
cetriolo

I cetrioli sono gli ortaggi più usati in estate per arricchire gustose insalate, può essere consumato anche crudo, cotto o in centrifugati.

Il suo nome scientifico è Cucumis sativus, appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae ed è un ortaggio dalla forma allungata che conosciamo benissimo.

Le insalate e i contorni soprattutto estivi non possono fare a meno del rinfrescante cetriolo, così come le diete ipocaloriche nelle quali è consigliato perchè poverissimo di calorie; ma i vantaggi collegati ai cetrioli non si esauriscono qui infatti regalano benefici anche a livello intestinale, facilitano la depurazione e sono spesso usati per maschere di bellezza fai da te.

Originario dell’Asia e appartenente alla famiglia delle cucurbitacee il cetriolo fresco ha una buccia verde lucida e ben tesa con le estremità sode: al momento dell’acquisto è bene tenerlo a mente ed evitare, se possibile, cetrioli o troppo grandi (spesso più ricchi di semi) o troppo piccoli in quanto indice della maturazione (eccessiva o scarsa). La buccia del cetriolo contiene potassio, magnesio e silicio ma  è soprattutto ricca di vitamina K con azione anticoagulante.

Il successo dei cetrioli in dieta è dovuto, oltre al basso apporto calorico, anche all’altissima percentuale di acqua contenuta che unita al potassio e al basso contenuto di sodio favorisce la diuresi e l’eliminazione delle tossine, la combinazione ideale per combattere la cellulite, la ritenzione idrica e per eliminare il classico gonfiore causato proprio da un accumulo di liquidi.

Con sole 14 kcal ogni 100 gr il cetriolo è consigliato e consumato quando si ha necessità di perdere peso ma il basso apporto calorico e gli effetti diuretici non sono le uniche cause dell’onnipresenza del cetriolo in dieta, a queste bisogna aggiungere l’acido tartarico – di cui è ricco – che influenza (bloccando) la trasformazione dei carboidrati in grassi.

Hanno una buccia molto spessa che può essere sia liscia che grinzosa e una polpa interna bianca ricca di acqua. I cetrioli rappresentano alimenti con un ridottissimo apporto calorico (circa 12kcal per 100 g) e l’acqua che è l’elemento predominante ammonta al 95%.

Benefici e Proprietà del cetriolo

Il cetriolo grazie all’acqua presente e alle fibre regolarizza l’attività intestinale e sembra riesca a curare la teniasi (il cosiddetto verme solitario), è indicato per i soggetti diabetici perchè ha un basso indice glicemico e può essere inserito in una dieta iposodica per il controllo della pressione; sconsigliato per chi soffre di colite.

E’ l’ortaggio più consigliato nelle diete e per alleggerire i pasti. I cetrioli sono una buona fonte di:

  • fibre
  • vitamine B1
  • vitamina B6
  • vitamina C,
  • vitamina K
  • folati
  • magnesio
  • fosforo
  • potassio
  • manganese

Il cetriolo possiede proprietà rinfrescanti, drenanti, depurative, disintossicanti e remineralizzanti grazie all’apporto di acqua. L’uso regolare del cetriolo durante i pasti permette di prevenire la costipazione (grazie alla presenza di fibre), aiuta la digestione grazie agli enzimi, favorisce l’eliminazione delle scorie e aiutano a prevenire diverse patologie di natura infiammatoria e tumorale.

Cetriolo in cucina

Il cetriolo è importante anche per la cura della gotta e contiene un sostanza molto importante: l’acido tartarico. Non da poco sono gli usi del cetriolo soprattutto in cucina, gustosa è la preparazione della salsa tzatziki.

Tornando all’acido tartarico la sua presenza nel cetriolo fa si che questa sostanza intervenga nel metabolismo dei carboidrati modulandone l’assimilazione e impedendo dunque l’accumulo sotto forma di depositi adiposi.

Per trarre il massimo beneficio dai cetrioli bisogna mangiarli crudi, anche se non tutti amano il suo odore intenso ed il sapore tendente all’amarognolo che, almeno in parte, può essere eliminato: basta tagliare le estremità, immergerne una del sale fino e poi strofinarla sul lato da cui è stata tolta con movimento circolari

Dopo qualche secondo si formerà una schiuma bianca che contiene la sostanza amara del cetriolo, per cui pulita la schiuma avrà un sapore più gradevole.

Rimedi naturali col cetriolo

Il cetriolo è un classico ingrediente per maschere viso fai da te e trattamenti di bellezza casalinghi adatti ad ogni tipo di pelle ma anche per nutrire i capelli. L’uso forse più conosciuto è a fette sottili poste sugli occhi per ridurre il gonfiore della zona circostante provocando una contrazione dei capillari interessati

Per ottenere l’effetto desiderato le fette di cetriolo devono essere di medio spessore, fredde e restare in posa per almeno 10 minuti. Il cetriolo a fette aiuta anche a detergere le zone del viso colpite da impurità (brufoli e punti neri).

La polpa del cetriolo può essere usata per preparare maschere al cetriolo e detergenti per la pelle del viso, lozioni con effetto lenitivo sulla pelle irritata e impacchi per capelli stressati.

  • Unendo mezzo cetriolo frullato e un cucchiaio di yogurt bianco si ottiene una maschera sebo-riequilibrante per la pelle mista (lasciare agire per 15 minuti e poi risciacquare con acqua)
  • il succo di un cetriolo e un cucchiaino di miele diventano una lozione emolliente e lenitiva per pelle irritata
  • un cetriolo unito a quattro cucchiai di acqua distillata e delle foglioline di salvia sminuzzata sono un tonico rinfrescante per il viso (frullare il tutto e poi filtrare attraverso un colino).
  • Per capelli stressati da sole, mare o piscina  si può applicare sui capelli umidi una maschera nutriente a base di 1/4 di polpa di cetriolo, un uovo e un cucchiaino di olio extra vergine di oliva.

Controindicazioni del cetriolo

Il cetriolo è sconsigliato nei soggetti che sono allergici a questo particolare ortaggio o ad altre verdure in genere. Inoltre i soggetti che seguono una terapia con anticoagulanti devono limitare i piatti prepararti con i cetrioli a causa del loro contenuto di vitamina K che è concentrata soprattutto nella buccia.

E’ consigliabile a tutti coloro che sono sensibili ad allergie di consumare comunque il cetriolo senza buccia per evitare spiacevoli inconvenienti. E’ sempre fondamentale chiedere consulto a un medico per qualsiasi patologia che può essere influenzata dal cetriolo