Piede di Charcot: rimedi naturali

Il diabete è una delle patologie più diffuse al mondo con milioni di persone che ne sono affette. Una delle conseguenze della malattia è la neuro-osteartropatia di Charcot o, più comunemente detta, piede di Charcot. I pazienti diabetici sono infatti più a rischio rispetto a coloro che non presentano la malattia.

Si tratta di una condizione di regressione delle ossa delle articolazioni dei piedi, che può provocare deformazioni della struttura articolare e perdita della sensibilità. Alti livelli di zucchero nel sangue possono causare danni ai nervi in quella parte del corpo.

La patologia interessa maggiormente i soggetti che hanno la neuropatia diabetica: una delle complicazioni che possono derivare dal diabete. I primi segni del piede di Charcot cominciano a manifestarsi nei casi in cui si subiscono frequenti piccoli traumi dell’articolazione.

Oltre all’eccessiva quantità di glucosio nel sangue, altre possibili cause del piede di Charcot possono essere di natura ereditaria o legata a problemi dell’apparato circolatorio. I sintomi poi si aggravano in modo notevole se accompagnati da ansia e stress. Per far fronte al disturbo e cercare di alleviare i fastidi ad esso legati è possibile fare affidamento su alcuni rimedi naturali.

Sono piccoli accorgimenti da utilizzare in modo semplice e con poca fatica. Spesso si tratta di ingredienti che abbiamo già nelle nostre case o che, comunque, è molto facile reperire nella maggior parte dei negozi. Vediamo quali sono questo rimedi fai da te per trattare il piede di Charcot.

Rimedi casalinghi

Controllare il livello di zucchero nel sangue

Mantenere il livello di zucchero in valori ottimali per la nostra salute è uno dei primi e fondamentali metodi per ridurre il dolore provocato dal piede di Charcot.

Quantità basse di zucchero riducono poi lo stress e l’ipertensione, promuovendo la rigenerazione dei nervi danneggiati. Per mantenere stabile il glucosio all’interno dell’organismo, scegliete con cura i cibi da assumere e preferite un’alimentazione equilibrata e sana.

Fare attività fisica

Ai pazienti diabetici è consigliato di svolgere regolarmente attività fisica perché aiuta a gestire meglio alcuni sintomi della malattia. Seguite quindi una semplice routine di allenamento. Non è necessario fare degli esercizi che abbiano lo scopo di far perdere peso, anche una bella passeggiata di mezz’ora ogni giorno andrà bene.

In presenza del piede di Charcot, lo yoga poi è un ottimo alleato. Quando il dolore non è troppo intenso, provate ad andare in bici o piscina. Entrambe le attività, infatti, consentono di consumare molta energia.

Smettere di fumare

Il fumo è davvero dannoso per coloro che soffrono di diabete. Esso infatti aumenta la velocità di diffusione dei danni ai nervi. Alla comparsa dei primi sintomi del piede di Charcot è altamente consigliato smettere immediatamente di fumare. Anche il fumo passivo può essere pericoloso in queste condizioni.

Oli essenziali

Olio essenziale di menta

L’olio essenziale di menta ha effetti positivi sull’intorpidimento dei piedi. Un’applicazione locale del prodotto aiuta a trattare la sensazione di formicolio e ad alleviare il dolore. Lavate gambe e piedi con semplice acqua e poi asciugate bene.

Versate poche gocce di olio essenziale di menta sulla parte e, facendo una lieve pressione, massaggiate per 1 minuto. Assicuratevi di non imprimere troppa forza per non provocare dolore. Ripetete il trattamenti diverse volte alla settimana.

Olio essenziale di franchincenso

L’olio essenziale di franchincenso è un effettivo rimedio casalingo contro il piede di Charcot. È un antidolorifico naturale che stimola il corretto funzionamento dei tessuti nervosi.

Esso è molto usato anche in aromaterapia per ridurre lo stress e vari problemi respiratori. Impregnate un batuffolo di cotone con dell’olio essenziale di franchincenso. Passatelo sulla zona da trattare e avrete già effettuato il vostro trattamento. Prima dell’applicazione, fate attenzione che non ci siano ferite aperte.

Olio essenziale di lavanda

L’olio essenziale di lavanda viene estratto dalle foglie della pianta e possiede proprietà calmanti. Riesce poi a stimolare nuovamente la sensibilità agli arti inferiori. Questo ingrediente è molto usato come rimedio naturale per contrastare i sintomi del piede di Charcot.

Dona una risoluzione rapida ed efficace. L’olio essenziale di lavanda ha proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antidepressive. Scioglie infatti tensione e stress in poco tempo. Riesce poi a rinforzare il sistema immunitario prevenendo lo sviluppo di infezioni.

Applicatene poche gocce sulla parte priva di sensibilità e massaggiate delicatamente. Lasciate in posa qualche minuto e poi rimuovetene l’eccesso con un batuffolo di cotone. Assicuratevi di non versare l’olio essenziale di lavanda sulle ferite aperte.

I rimedi naturali sono molto utili nel ridurre gli spiacevoli sintomi legati alla neuro-osteartropatia di Charcot. Sono inoltre privi di effetti collaterali significativi e possono, quindi, essere utilizzati in sicurezza. Seguiteli con costanza ed attenzione per far fronte al problema in modo semplice e liberarsi da ogni disagio senza dover ricorrere a prodotti o trattamenti aggressivi.

Condividi con un amico