10 consigli per affrontare il caldo

211
caldo estate

Il caldo arriva puntuale come ogni anno  e con le temperatura che si alzano è bene prendere dei semplici accorgimenti modificando leggermente le proprie abitudini e adottando delle facili misure di prevenzione per ridurre al minimo i disagi e i fastidi procurati dalle ondate di calore.

Il caldo eccessivo fa male a tutte le età ma ci sono delle fasce d’età più colpite e a rischio: i più piccoli, gli anziani e chi soffre di patologie a carico dell’apparato cardio-respiratorio che dunque avranno bisogno di maggiore prevenzione; anche chi abita in grandi città e in zone poco ventilate dovrà fare attenzione alle insidie del caldo.

Per affrontare i mesi estivi il Ministero della salute propone da anni sul proprio sito un decalogo di consigli su come limitare l’esposizione alle alte temperature, facilitare il raffreddamento del corpo ed evitare la disidratazione.

Ecco i 10 consigli indicati dal Ministero della salute nel suo vademecum:

1. Evitare di uscire di casa nelle ore più calde che vanno dalle 11 alle 18 e, se non si può evitare, ricordare di proteggere la testa con un cappello di colore chiaro e portare gli occhiali da sole (certificati e sicuri) per proteggere gli occhi. Se si ha la pelle chiara o l’uscita prevede di trascorrere molto tempo all’aperto è preferibile proteggere la pelle con una crema solare con un fattore protettivo adeguato al proprio fototipo per evitare scottature ed eritemi.

2. Curare l’abbigliamento scegliendo capi comodi e traspiranti (leggeri e non aderenti) preferibilmente in fibre naturali che riescono ad assorbire il sudore e a far respirare la pelle.

3. Rinfrescare gli ambienti dove si trascorre maggior tempo a casa come in ufficio utilizzando tende e tapparelle per schermare i raggi del sole e facendo areare tenendo le finestre aperte nelle ore più fresche (tramonto e durante la notte). Se si utilizza l’aria condizionata bisogna farlo con moderazione, mettendo in atto dei piccoli accorgimenti: regolare la temperatura tra 25° C e 27° C, pulire i filtri ed evitare di avere finestre aperte od elettrodomestici che producono calore in funzione.

4. Per abbassare la temperatura corporea fare bagni o docce con acqua tiepida (non fredda) o bagnare frequentemente braccia e viso con acqua fresca; se la temperatura è molto alta si può anche usare un panno umido messo sulla testa.

5. Evitare di fare sport o attività fisiche all’aria aperta nelle ore più calde della giornata.

6. Idratarsi attraverso l’alimentazione bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno, anche quando non si sente il bisogno, evitando alcolici, bevande gassate e troppo fredde. A tavola è bene scegliere cibi leggeri, cotture semplici preferendo frutta e verdura (ricchi di acqua).

7. Quando si entra in macchina, se è stata parcheggiata al sole, prima di salire bisogna far areare l’abitacolo aprendo lo sportello per qualche minuto e poi i finestrini da tenere aperti in viaggio (o il climatizzatore). Non lasciare mai persone o animali in una macchina chiusa parcheggiata, nemmeno per pochi minuti.

8. Il caldo può alterare la composizione di alcuni farmaci per cui è bene leggere attentamente le indicazioni sulla conservazione e porli in frigorifero se necessario, ad esempio se hanno bisogno di una temperatura non superiore a 25-27° C .

9. Se si è un soggetto più a rischio come bambini, anziani, con patologie  croniche o se si assumono farmaci particolari è sempre bene consultare il medico segnalando ogni malessere che sopraggiunge durante la terapia farmacologica.

10. Durante i periodi di forte caldo prestare attenzione a familiari e vicini, soprattutto se nelle categorie più a rischio o se vivono da soli, aiutandoli – quando possibile – in faccende quotidiane come la spesa. Segnalare le situazioni più difficili o che necessitano di intervento agli operatori socio-sanitari.