5 consigli per chi soffre di incontinenza

84
incontinenza-consigli-rimedi-pipi

L’incontinenza urinaria è una delle patologie più diffuse (colpisce il 30% delle donne e il 10% degli uomini), ovvero il bisogno impellente e non procastinabile di andare in bagno e urinare (incontinenza da urgenza). Non è una patologia comunemente trattata per diversi motivi sociali e sanitari. Alcuni soggetti mostrano vergogna e imbarazzo ad ammettere di essere incontinenti e difficilmente ne parlano con il proprio medico. Poi ci sono i casi in cui non viene diagnosticata accuratamente.

Quali sono le soluzioni pratiche per l’incontinenza? Di seguito cercheremo di approfondire il problema dandovi anche dei consigli su come affrontare il problema senza vergogna e senza stravolgere il proprio stile di vita. Importante anche l’enuresi notturna nei bambini, leggi l’articolo per affrontare al meglio questo fastidio notturno dei tuoi figli.

Trattamenti per l’incontinenza

Oggi esistono dei trattamenti per l’incontinenza resi disponibili gratuitamente dal Sistema Sanitario Nazionale, purtroppo non è ancora valido per tutte le Regioni italiane ma si spera presto di poter allargate la terapia a tutti in particolar modo per l’incontinenza da urgenza (che si differenzia da quella da sforzo). Per quest’ultima infatti si rendono efficaci e benefici anche degli esercizi per il pavimento pelvico e successivamente interventi farmacologici (se necessari).

Spesso l’incontinenza può essere legata a problemi più o meno seri come:

  • rilassamento vescicale
  • prolasso uterino
  • sclerosi multipla
  • lesioni del midollo

Prima di qualsiasi trattamento valutate bene lo stato del problema, dopo accurate indagini insieme al medico specialistico cercherete la soluzione terapeutica più idonea alla soluzione del problema.

Trattamenti molto efficaci sono le infiltrazioni con la tossina botulinica, ovvero si effettuano infiltrazioni per via endoscopica nella parete vescicale, mediante la citoscopia con dosaggi stabiliti di tossina di tipo A. Questo trattamento non ha particolari rischi e i risultati si attestano intorno al 90%.

5 consigli per chi soffre di incontinenza

Per prima cosa le persone che soffrono di incontinenza devono evitare il più possibile di trattenere l’urina in vescica per troppo tempo. Assicuratevi sempre di avere un bagno igienico a portata di mano e facilitatevi l’operazione con indumenti semplici da sbottonare.

A chi soffre di incontinenza suggeriamo si seguire queste indicazioni in modo da non compromettere le vostre abitudini e non peggiorare la qualità della vita:

  • non smettere di bere: smettere di assumere acqua non è una soluzione, anzi può peggiorare. L’acqua è importante per mantenere la qualità dell’urina ed evitare infezioni. Rispondere sempre allo stimolo della sete
  • bevande: non privarsi di altre bevande ma ricordarsi che caffè e alcol aumentano il bisogno di urinare
  • peso: l’obesità è nemica dell’incontinenza, quindi se hai qualche chilo in più è opportuno dimagrire
  • fumo: il tabagismo non influisce di per se sull’incontinenza, ma è la tosse che provoca a comprimere la vescica e aumentare la sensazione di fare la pipì
  • tosse: la tosse peggiora l’incontinenza, vi consigliamo di mangiare acciughe in salamoia come i tenori ( vedi anche rimedi per la perdita della voce) oppure fare dei gargarismo con acqua e limone o bicarbonato