Acido borico: a cosa serve?

86
acido borico

Avete mai sentito parlare di acido borico? L’acido borico o acido ortoborico è una sostanza chimica molto versatile e apprezzata per le sue tante proprietà, è infatti considerato un ottimo antisettico, disinfettante e insetticida.

Per queste sue importanti ed utili proprietà, l’acido borico viene spesso inserito nella formula di vari farmaci, ma anche in altri ambiti oltre quello farmaceutico, ad esempio nel settore alimentare come conservante, oppure nella produzione di carta, di vetro, vernici, smalti, adesivi, esplosivi. Insomma è un acido dalle mille risorse, che noi spesso usiamo e assumiamo nella quotidianità senza farci troppo caso.

Oggi giorno è importante informarsi sulle sostanze contenute in prodotti o medicinali di vario genere, che ci capita spesso di usare, soprattutto quando si tratta di prodotti che assumiamo o che vengono a contatto diretto con il nostro corpo.

Per cui è senz’altro interessante saperne di più su questo prezioso acido, capire effettivamente a cosa serve, come si può usare, ma soprattutto se possiamo usarlo tranquillamente o dobbiamo stare attenti a delle controindicazioni. Ecco quindi tutto quello che c’è da sapere sull’acido borico.

Acido borico: proprietà

L’acido borico, anche chiamato acido trissoborico o ortoborico, in natura consiste in piccoli cristalli bianchi, e l’acido si ottiene dall’idratazione dell’anidride borica o da minerali del borato in reazione con l’acido solforico. Questi minerali del borato si trovano solitamente nelle miniere, ma la fonte principale, che è anche la più grande al mondo, è la miniera di Boron in California.

È un acido abbastanza debole, ricco di proprietà, e per questo come abbiamo detto viene utilizzato in più settori e ambiti, come quello alimentare o nelle industrie per la produzione di diversi materiali e prodotti. In particolare l’acido borico è noto per il suo utilizzo in ambito farmaceutico, già dall’Ottocento infatti furono scoperte le sue proprietà disinfettanti e si cominciò a produrlo e ad usarlo come farmaco. Vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà dell’acido borico che lo rendono così versatile e utile:

  • proprietà antisettiche
  • proprietà antibatteriche
  • proprietà disinfettanti
  • proprietà decongestionanti
  • proprietà antinfiammatorie

Acido borico: come e per cosa si utilizza?

L’acido borico viste le sue diverse e importanti proprietà viene utilizzato in vari ambiti, ma le sue proprietà antisettiche e disinfettanti lo rendono indicato soprattutto in ambito medico e farmaceutico per il trattamento e la cura di infezioni, problemi cutanei e non solo.

Inizialmente quando furono scoperte le sue proprietà antisettiche l’acido veniva somministrato per via topica, ossia veniva somministrato direttamente sulla cute della zona interessata, poi si è capito che la somministrazione orale dell’acido borico fosse più efficace per il suo completo assorbimento, ma in questo caso bisogna stare più attenti alle dosi, all’età e allo stato di salute del paziente. Ecco alcuni dei possibili utilizzi dell’acido borico:

  • come antisettico è inserito in molti disinfettanti
  • è usato per la cura di ustioni minori
  • viene applicato per curare la cute irritata, o screpolata
  • per curare le punture d’insetti
  • contrasta le infezioni: indicato per la cura di candida, vaginiti, vulviti,
  • come antinfiammatorio: ad esempio per alleviare e contrastare l’acne
  • per le infezioni oculari causate da virus, batteri, allergie, come la congiuntivite

Acido borico: in caso di candida

La candidosi è una malattia vaginale, che consiste in un’infezione vaginale molto fastidiosa, causata da funghi del genere Candida. Quando l’infezione fungina è eccessiva si fa ricorso a trattamenti  antimicotici, e uno dei composti più utilizzati è proprio l’acido borico. L’uso dell’acido borico è infatti particolarmente indicato nella cura della Candida Albicans, ma la terapia e la somministrazione dell’acido deve essere molto scrupolosa e moderata, e non va utilizzato senza prima chiedere il parer del medico.

L’acido borico per le sue proprietà antisettiche e disinfettanti può essere utile anche nella cura di altre malattie intime come la vaginite, vulvovaginite, che richiedono terapie più durature e si richiede in questi casi la somministrazioni di ovuli contenenti acido borico.

Inoltre possiamo trovare e utilizzare sempre in base al consiglio di uno specialista, prodotti per l’igiene intima a base di acido borico, come le lavande di acido borico che donano freschezza, e prevengono la ricomparsa di infezioni vaginali come la candida.

Acido borico: in caso di acne

L’acne come sappiamo è un problema cutaneo che affligge maggiormente gli adolescenti, ma in alcuni casi persiste risultando molto fastidioso e antiestetico. Anche in questo caso l’acido borico può darci una mano ad alleviare e contrastare il problema.

L’acne essendo sostanzialmente un’infiammazione del tessuto cutaneo causata da microbatteri, solitamente si cura con farmaci, o soluzioni cutanee e tra i migliori prodotti ci sono alcune soluzione a base di acido borico, che essendo antinfiammatorio e antibatterico è indicato per la cura dell’acne ma anche in questo caso va utilizzato sempre con molta attenzione.

Acido borico: per le infezioni oculari

I nostri occhi sono molto delicati ed è facile che siano contaminati ed esposti a varie infezioni. Quando riscontriamo infiammazioni e infezioni oculari di vario tipo ovviamente iniziamo una terapia indicata, e tra i trattamenti più utilizzati abbiamo proprio quelli a base di acido borico.

Questo perché l’infezione oculare può essere causata da batteri, virus, agenti esterni vari, allergie e tanto altro, e l’acido borico viste le sue proprietà disinfettanti, e antinfiammatorie è una soluzione ideale ed efficace per contrastare e curare le infezioni oculari.

Sono diverse le infezioni oculari che è possibile curare con l’acido borico, tra queste c’è ad esempio la congiuntivite, ma in generale gli oculisti consigliano di somministrare soluzioni di acido borico, in caso di infezioni oculari non troppo gravi, e ovviamente la somministrazione deve essere sempre dosata e consigliata dal medico o dal farmacista.

Acido borico: controindicazioni

Molti si chiederanno se l’acido borico è comunque una sostanza chimica potenzialmente tossica o dannosa, visto che dobbiamo stare particolarmente attenti alle dosi da somministrare. In realtà il rischio di intossicazione c’è ma solo se si esagera con le dosi e con l’assunzione dell’acido, poiché l’uso prolungato e un sovradosaggio potrebbe portare ad un’accumulo tossico.

Il rischio però è lontano se si usa nel modo giusto e consigliato, per questo è importante seguire sempre le indicazioni del medico di fiducia o dello specialista, e in generale il foglietto illustrativo dei farmaci a base di acido borico.

In particolare non può essere utilizzato per i bambini al di sotto dei 3 anni e in caso di gravidanza o allattamento rivolgersi al medico prima di qualsiasi somministrazione. In ogni caso non ci sono interazioni farmacologiche fra acido borico e altri medicinali, ma per evitare e prevenire qualsiasi effetto collaterale è sempre opportuno chiedere al medico le modalità di utilizzo.

L’acido borico non deve essere assolutamente applicato direttamente sulla cute lesa, su piaghe, o ferite di vario genere, e se si assume per via orale in maniera sbagliata, può depositarsi e causare danni ai reni, al fegato e alle ossa.

Tra gli effetti indesiderati che si possono riscontrare in caso di sovradosaggio o uso sbagliato di acido borico abbiamo:

  • diarrea
  • vomito
  • alterazioni del ciclo mestruale
  • stati confusionali
  • convulsioni
  • eruzioni cutanee

 

 

Avatar
Sono laureanda alla facoltà di lettere moderne all'Università degli Studi di Salerno. Da sempre interessata e aggiornata sulle novità riguardanti salute, bellezza, cura del corpo e benessere psico-fisico.