Le alternative realmente valide allo zucchero bianco

1.147 views
alternative zucchero

Che lo zucchero sia enormemente dannoso per la nostra salute è scientificamente dimostrato da tempo, ecco perchè nascono sempre più dolcificanti artificiali e dolcificanti naturali. Tutti i medici, sono concordi nell’affermare che il consumo eccessivo di zucchero faccia male a parità dell’assunzione di altre sostanze che vanno consumate con molta moderazione come carni rosse e alcolici.

Perché questo ingrediente apparentemente innocuo, che in passato veniva visto addirittura  come una delle principali  fonti d’energia per l’organismo fa in realtà così male?

Le motivazioni che rendono lo zucchero pericoloso  sono davvero tantissime e vanno ad impattare su più aspetti del corretto funzionamento del nostro corpo.

Tali pericoli,  sono dovuti soprattutto ai numerosi processi di trasformazione industriale che lo zucchero bianco subisce prima di arrivare sulle nostre tavole: questo ingrediente indispensabile nella preparazione di molti cibi, viene infatti trattato con  calce e anidrite carbonica, decolorato con carbone animale e cotto con coloranti.

Studi scientifici, hanno dimostrato che un consumo eccessivo di zucchero può ridurre l’aspettativa di vita di un essere umano anche superiore al 20%.

Per farci un’idea della sua pericolosità, ecco alcuni dei principali danni che crea al nostro organismo:

  • Ha forti ripercussioni sul cuore favorendo la comparsa di malattie cardiache.
  • Causa problemi di obesità e diabete.
  • Rallenta il processo di assimilazione di sostanze preziose come calcio, vitamine e sali minerali, con l’effetto di indebolire le ossa e i denti.
  • Favorisce la comparsa di artriti, artrosi e carie dentali.
  • Ha effetti nocivi sul sistema nervoso e ci fa sentire meno energici.
  • Crea dipendenza a causa degli improvvisi picchi glicemici nel sangue donandoci una falsa sensazione di benessere ed euforia.
  • Indebolisce il sistema immunitario nel suo complesso.
  • Produce alterazioni alla flora batterica dannose per l’intestino.

Dopo aver elencato i maggiori rischi connessi al consumo dello zucchero raffinato, scopriamo assieme quali sono le alternative di origine naturale, realmente efficaci nel sostituire questo vero e proprio killer della nostra salute.

Molto spesso su questo argomento c’è molta confusione e non sempre circola una corretta informazione al riguardo con il risultato che spesso si tendono a privilegiare alternative altrettanto dannose come l’aspartame e il fruttosio.

Le alternative realmente efficaci! Ecco una lista delle principali sostanze che potete usare come valide alternative al saccarosio:

Zucchero di canna integrale.

Molte volte ci siamo sentiti consigliare l’utilizzo dello zucchero di canna, indicato da più parti come più salutare, rispetto allo zucchero bianco.
In realtà, bisogna prestare molta attenzione, perché lo zucchero di canna grezzo non integrale, che spesso troviamo anche al bar, è molto simile per composizione e proprietà, allo zucchero raffinato.

Possiamo riconoscere il vero zucchero di canna integrale dal colore: non è giallo e la sua colorazione si avvicina maggiormente al marrone.
Il suo sapore è simile alla liquirizia e solitamente si trova in commercio con il nome di mascobado. Questa variante è molto più sana e presenta al suo interno una quantità superiore di sali minerali e vitamina B, caratteristiche che concorrono ad abbassarne l’indice glicemico.

Il miele.

Il miele, pur essendo ricco di fruttosio e saccarosio, rappresenta una valida alternativa allo zucchero e apporta all’organismo alcuni benefici naturali.
Il miele è un dolcificante ricco di vitamine e minerali che agiscono da antiossidanti ed è inoltre un valido alleato contro tosse e raffreddore.

Pur presentando un alto contenuto calorico, è molto più dolce dello zucchero e ciò si traduce in una diminuzione della quantità necessaria per zuccherare bevande e preparare i dolci.

Infine a differenza dello zucchero che è sottoposto a svariati processi chimici, il miele è un ingrediente del tutto naturale.

Sciroppo d’acero.

Un’altra valida alternativa allo zucchero è rappresentata dallo sciroppo d’acero.
Questo dolcificante naturale, è ottenuto dalla linfa dell’acero e si presenta sotto forma di  liquido denso e scuro.
Lo sciroppo d’acero, è uno dei dolcificanti meno calorici ed è ottimo per la preparazione dei dolci. Inoltre, sono note da tempo le sue proprietà depurative e rimineralizzanti, ricco di calcio e vitamina B è molto più sano rispetto a molti altri dolcificanti.

Infine il suo utilizzo è consigliato maggiormente a chi soffre di ritenzione idrica, dal momento che gioca un ruolo fondamentale anche nel prevenire gli inestetismi della cellulite.

Malto d’orzo.

Il malto d’orzo è ottenuto dal processo di germinazione dei cereali ed è ricco di maltosio, potassio e magnesio, tutti elementi salutari per l’organismo.
Questo dolcificante dal sapore particolare, meno dolce del miele, è indicato per chi pratica sport poiché in presenza di intensi sforzi fisici è in grado di fornire energia per lunghi periodi.

Frutta.

Il dolcificante più naturale e più sano in assoluto resta la frutta. Soprattutto nella preparazione di dolci che prevedono il suo utilizzo, dovremmo cercare di limitare o eliminare del tutto le quantità di zucchero richieste, abituandoci a sapori meno dolci ma altrettanto gustosi e anche più autentici.

Mele, pere, banane e albicocche opportunamente frullate o grattugiate possono rivelarsi il miglior dolcificante in assoluto.
Anche i frutti secchi, come uva sultanina, datteri, fichi sono degli ingredienti davvero interessanti e ricchi di minerali.