Stalking: arriva il braccialetto contro la violenza sulle donne

34
braccialetto stalker

Finalmente è stato approvato anche in Italia il braccialetto anti stalker per proteggere donne indifese oggetto di molestie sessuali e pressioni psicologiche. Sulla scia della Spagna che lo ha introdotto già nel 2009, anche l’Italia ha adottato le misure preventive per evitare la violenza sulle donne. Il Ministero degli Interni ha dato l’ok e presto sarà diffuso. Vediamo di cosa si tratta.

Allarme salvavita

Il Ministero degli Interni italiano ha finalmente approvato il provvedimento per introdurre il braccialetto anti stalker nel nostro paese. La penisola iberica era stata fautrice di questo dispositivo che attualmente ha salvato la vita a tante donne.

Si è stimato che dal 2009 ad oggi si sono addirittura dimezzati i casi di omicidi. Dopo un’iniziale diffidenza dei giudici l’utilizzo dei dispositivi in Spagna è cresciuto fino a raggiungere la quota di 250 coppie monitorate nel 2009 con il 100% di successo nel tutelare le vittime da nuove violenze.

L’Italia al momento sta iniziando la campagna dei dispositivi, il Ministero ne ha in dotazione 20 e sta facendo i primi esperimenti sulle coppie e si spera che possa passare come decreto legge.

Funzionamento

Il braccialetto anti stalker è una sorta di orologio che verrà posizionato alla caviglia, infatti viene denominato anche ‘cavigliera’. La cavigliera permette la localizzazione dello stalker e della vittima e mette le forze nell’ordine in grado di mettersi in contatto con loro in tempo reale.

il funzionamento è semplicissimo. Il dispositivo alla caviglia è collegato con un GPS ed entrambi sono dotati di allarme in caso di manomissione.

Il dispositivo è applicato al molestatore ed alla vittima e se si supera il limite di avvicinamento che è un raggio di circa 2 km inizia a suonare e contemporaneamente vengono allertati Ministero e Forze dell’ordine, le quali chiamano lo stalker avvisandolo che sta commettendo infrazione. Lo avvertono cercando di capirne le intenzioni e dissuaderlo.

Questo nuovo dispositivo ridurrà di sicuro le violenze e cosa importante che il sistema di allarme suona anche in caso inverso, ovvero che sia la vittima ad avvicinarsi al molestatore o per puro caso si trovano senza volerlo nello stesso raggio d’azione.

Obiettivi

Il braccialetto anti stalker o cavigliera anti stalker ha come scopo unicamente la riduzione delle violenze ed il benessere delle donne oggetto di abusi e soprusi.

Non ci sono business, se non il profitto per le compagnie telefoniche che assicurano il monitoraggio. L’obiettivo, quindi, è puramente sociale, di sostegno e di aiuto morale e fisico alle donne (indifese). Evitare cadute psicologiche, paure, ansie e tensioni è il principale fine del Ministero degli Interni.

Per coloro che hanno mosso delle critiche al dispositivo accusandolo di privare la libertà altrui, noi rispondiamo che è giusto adottarlo affinchè chi non può difendersi possa avere la libertà di vivere senza paure.

Allo stalker invece può spettare la grande libertà di scegliere di essere liberi senza far male a nessuno. Non esiste libertà dove c’è odio e distruzione (camuffato da finto amore). Chi uccide non ama!