Come togliere i cattivi odori dalla cappa della cucina

37972
pulire-cappa

La cappa è un elettrodomestico davvero importante per la cucina perché assorbe ed elimina i fumi, i vapori e gli odori sprigionati quando cuciniamo.

In poche parole, questo elettrodomestico ha la funziona di liberare la nostra cucina da sostanze inquinanti.

Quindi, è importante avere la giusta manutenzione di questo elettrodomestico che si sporca di continuo e pulirlo periodicamente.

La pulizia periodica, infatti, ci permette non solo di eliminare lo sporco e i cattivi odori ma anche di rendere l’ambiente della nostra cucina più igienico e sano.

Oggi, quindi, vi vogliamo dare alcuni consigli per pulire ed eliminare i cattivi odori dalla cappa della vostra cucina in maniera efficace e in modo del tutto naturale.

Vediamoli insieme!

N.B Vi ricordiamo di consultare sempre le indicazioni di produzione prima di proseguire con i metodi indicati.

Assicurarsi inoltre di tenere sempre la spina staccata prima di procedere con la pulizia degli elettrodomestici.

Pulizia esterna

La parte più visibile della cappa è quella esterna. Essendo, quindi, più esposta, è consigliabile lavarla ogni volta che la si utilizza.

Pulizia veloce

In questo modo, potete evitare l’accumulo di cattivi odori e macchie e la formazione di incrostazioni difficili da rimuovere.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Il primo rimedio per rimuovere la polvere e lo sporco superficiale è l’utilizzo dell’ aceto.

Prendete, quindi, una bacinella e aggiungete 1 litro di acqua calda. Aggiungete, poi, una tazza di aceto e immergete un panno nella soluzione così ottenuta.

A questo punto, passate il panno sulla superficie. In seguito, risciacquate con acqua e infine, asciugate con un panno morbido.

Metodo della pentola

Per un effetto ottimale, potete anche preparare una pentola con acqua e di aceto. Lasciate, quindi, che la soluzione arrivi a ebollizione.

A questo punto, il vapore prodotto salirà verso la cappa e sgrasserà non solo la parte esterna ma anche i filtri.

In alternativa all’aceto, potete anche utilizzare il bicarbonato di sodio e il limone.

Vi basterà disciogliere 4 cucchiai di bicarbonato in 500 ml di acqua e aggiungere il succo di un limone.

Il bicarbonato e il limone sono una combinazione molto efficace per eliminare grasso e cattivi odori in modo naturale.

N.B Vi ricordiamo di non utilizzare mai prodotti molto aggressivi sulla vostra cappa perché potrebbero danneggiarla.

Basta un bicchiere

Se avete fritto e volete, quindi, rimuovere il cattivo odore, c’è un altro trucchetto veloce ed efficace che potete provare!

Vi basterà, infatti, utilizzare un solo bicchiere di aceto e di lasciarlo sul piano cottura per tutta la notte.

Che sia di vino, di mele o aceto bianco di alcol non importa. Ogni tipologia presenta tutte le classiche proprietà dell’aceto. La sua azione anti-odore e sgrassante è un portento nella pulizia della casa!

Basta un bicchiere, l’aceto fungerà da neutralizzatore di odori e assorbirà, così, tutti i cattivi odori presenti in cucina e sotto la cappa!

E voilà, il gioco è fatto!

Pulizia interna

Per una pulizia interna, invece, risulta necessario smontare la cappa.

Se non l’avete mai fatto, consultate l’etichetta di produzione o fatevi consigliare da un tecnico.

Togliete, quindi, il coperchio e mettetelo in ammollo in una bacinella di acqua calda con un po’ di aceto.

Lasciate agire la soluzione per circa 30 minuti così da permettere al grasso di sciogliersi. Dopodiché, risciacquate con una spugna imbevuta di acqua e bicarbonato per eliminare le ultime macchie e gli aloni.

Rimuovete, poi, i filtri e spruzzate all’interno della cappa una soluzione sgrassante fatta di acqua, aceto e bicarbonato.

Lasciate agire la soluzione per circa 20 minuti e strofinate con una spugna morbida sulle superfici interne.

Anche in questo caso, per igienizzare e sgrassare nel profondo la parte interna, potete bar bollire una pentola con acqua e aceto e lasciarla evaporare.

Nel momento di ebollizione, poi, accendete la cappa così che l’aceto con la sua potente azione sgrassante possa penetrare e rimuovere tutto il grasso incrostato e i cattivi odori.

Pulizia filtri

A questo punto, ci rimane solo da estrarre e pulire ed igienizzare i filtri per una cappa che non sprigionerà mai più cattivi odori!

Anche per questo passaggio, vi consigliamo di consultare un tecnico, in caso non l’abbiate mai fatto, per evitare di danneggiare il vostro prodotto.

Quindi, estraete i filtri.

Per i filtri metallici, potete tranquillamente lavarli a mano e metterli in ammollo in una soluzione di acqua calda e bicarbonato di sodio per circa un’ora.

Dopodiché, risciacquateli e asciugateli bene con un panno morbido.

Per un effetto più veloce ed efficace, potete anche lavarli in lavastoviglie impostando un programma delicato.

In caso, invece, di filtri ai carboni attivi, invece, vi basterà semplicemente sostituirli con altri nuovi.

Vi consigliamo di sostituirli ogni 3 mesi circa, anche se la frequenza può essere ridotta o aumentata in base all’utilizzo che ne fate.

In ogni caso, vi consigliamo di non lavarli e riciclarli perché una volta lavati si perde la loro funzione assorbi-odori e sarebbero, quindi, inefficaci.

Avvertenze

Vi consigliamo di consultare sempre le etichette di produzione prima di cimentarvi nella pulizia delle vostre cappe seguendo i nostri rimedi.

La pulizia degli elettrodomestici, infatti, merita sempre una certa attenzione affinché non si procurino guasti. Importante è tenere sempre la spina staccata prima di iniziare a pulire i nostri elettrodomestici.

Pulizia elettrodomestici

Se volete altri consigli per avere i vostri elettrodomestici sempre puliti, vi suggeriamo altri post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.