Come usare la cenere del camino per il tuo giardino!

21629
cenere-giardino

Un antico trucchetto della nonna, tramandato di generazione in generazione: parliamo dell’utilizzo della cenere del camino per le piante del giardino!

Perché gettar via, infatti, la cenere della legna quando può essere utilizzata come concime per piante e fiori?

Si tratta di un metodo economico e veloce per concimare le vostre piante.

Tuttavia, non potete semplicemente prendere questo prodotto e spargerlo sul terreno: dovete conoscerne i segreti e soprattutto per quali tipi di piante utilizzarlo.

Vediamo insieme come usarla al meglio per concimare le piante e tutti gli altri suoi utilizzi.

Attenzione: per i rimedi proposti potete utilizzare soltanto cenere di legna non trattata.

La cenere trattata, infatti, può contenere elementi chimici dannosi per la salute dell’uomo, per le vostre piante e per l’ambiente.

Inoltre, non potete assolutamente utilizzare la cenere di carbon fossile che è altamente tossica.

Le proprietà

Le cenere di legna contiene alte percentuali di potassio e fosforo, due elementi importantissimi per la crescita delle piante e per la loro fruttificazione.

Inoltre, possiede un pH basico.

Questa caratteristica rende la cenere particolarmente adatta se volete abbassare il pH di un terreno particolarmente acido.

Attenzione, però, a non esagerare: l’eccessiva basicità del terreno potrebbe avere effetti negativi e portare le vostre piante alla morte.

Inoltre, tenete conto che la cenere di legna non è sempre un concime completo, ma deve essere adoperato insieme a concimi e fertilizzanti che integrino altri elementi, tra cui l’azoto.

N.B: la cenere di legna integra anche carenze di calcio, rame, zinco, fluoro e magnesio.

Come usarla come concime

Per utilizzare la cenere di legna come concime, potete distribuirla in modo omogeneo nel terreno del vostro giardino in fase di lavorazione preliminare.

In alternativa, potete semplicemente spargerla sul suolo intorno alle piante che volete ottengano i maggiori benefici.

Per le piante in vaso, distribuite una piccola quantità di cenere sul terreno.

Un altro metodo consiste nel mescolarla al letame o al compost, prima di spargerla sul terreno.

Per quali piante utilizzarla

Per le sue proprietà, la cenere di legna può essere utilizzata come concime solo per alcuni tipi di piante.

Usarla indistintamente potrebbe provocare danni, quindi è opportuno conoscere quali piante poter concimare e quali no.

In particolare, possono essere concimate sono per lo più le piante da frutto, ma anche gli ortaggi, le siepi ornamentali.

Invece, la cenere non va assolutamente utilizzata per concimare quelle piante che preferiscono un habitat acido, quindi azalee, ortensie, orchidee, erica e camelie.

Come usarla contro i parassiti

Molto spesso le piante del nostro balcone o del nostro orto vengono attaccate da fastidiosi e pericolosi parassiti.

In genere, i più comuni sono la cocciniglia e i ragnetti rossi, ma le varietà sono davvero tante.

Un metodo molto efficace per eliminarli consiste proprio nell’utilizzo della cenere di legna.

Nello specifico, dovete mettere 100g di cenere in 1L d’acqua, mescolare e mettere tutto in un vaporizzatore.

Poi, spruzzate sulle piante che sono state attaccate dai parassiti.

La cenere, infatti, crea una patina che impedisce ai parassiti di respirare, eliminandoli in pochissimo tempo.

Attenzione: un eccesso di cenere sulle foglie può essere dannoso per la vostra pianta. Utilizzate questo metodo con molta moderazione.

Come usarla contro le lumache

Lumache e limacce: che fastidio!

Questi animaletti, infatti, anche se sembrano simpatici, possono attaccare le vostre piante, in particolare quelle dell’orto.

Ma allontanarle è semplicissimo e può essere fatto propria grazie alla… cenere!

Spargete la cenere in strisce alte circa 2 cm e spesse 5 cm intorno a quegli ortaggi o quelle piante che vengono solitamente attaccati dalle lumache.

Le lumache non sono in grado di superare queste barriere naturali e, di conseguenza, non riusciranno ad arrivare alle vostre piante, danneggiandole.

N.B: potete utilizzare questo rimedio sia nell’orto, spargendo la cenere sul terriccio, sia sul balcone, spargendola sulle piastrelle intorno alle piante.

Dopo ogni pioggia, dovrete spargere nuovamente la cenere.

Altri consigli utili

Avete un piccolo orto e volete conoscere tutti i segreti del giardinaggio?
Avete un balcone che volete decorare con piante e fiori?
Nessun problema! Con i nostri consigli, il pollice verde è assicurato!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".