Come combattere i ragnetti rossi con rimedi naturali

7974
ragnetti-rossi-giardino

Piccolissimi, a volte quasi invisibili a occhio nudo: i ragnetti rossi abitano il nostro giardino, soprattutto in primavera e in estate, riproducendosi velocemente e spesso riuscendo a entrare anche in casa.

In realtà sono acari e ne esistono due tipologie: il Tetranychus urticae, più piccolo e che di solito attacca le piante causando l’ingiallimento e la caduta delle foglie, e il Trombidium holosericeum, un po’ più grande e che preferisce muri e ringhiere alle piante, infatti è anche chiamato ragnetto del travertino.

I primi sono i più pericolosi perché, nutrendosi della linfa delle piante, possono causarne la morte. I secondi sono invece innocui, ma, se schiacciati, possono macchiare la superficie cui sono attaccati.

Se, mentre vi prendere cura delle vostre piante, ne vedete qualcuno, non disperatevi: allontanarli è semplice, soprattutto se si ricorre a veloci ed efficaci rimedi naturali.

Vediamo insieme come fare!

Acqua

Sembra banale, eppure l’acqua è lo strumento più semplice per tener lontani questi acari.

I ragnetti rossi, infatti, non sopportano l’umidità e preferiscono ambienti secchi e asciutti. Per questo, annaffiando con regolarità le vostre piante e inumidendone le foglioline, li terrete lontani.

Se volete prolungare l’umidità dell’ambiente, mettete sul fondo dei vostri vasi, prima di riempirli di terriccio, dell’argilla espansa che tratterrà l’acqua e che ne favorirà il drenaggio.

In questo modo, i ragnetti rossi preferiranno andare altrove, lasciando in pace le vostre piante una volta per tutte!

Sapone di Marsiglia

Il classico dei classici! Utilizzate il sapone di Marsiglia per la vostra lotta ai ragnetti rossi e non ve ne pentirete!

Per usarlo al meglio, scioglietene qualche scaglia in 750ml di acqua. Mettete il composto in un vaporizzatore e spruzzatelo sulle piante colpite.

Fate attenzione a spruzzare il composto sia sulle foglie sia sul tronco della pianta che i ragnetti rossi utilizzano per arrampicarsi e salire verso l’alto.

Il sapone di Marsiglia vi aiuterà non solo contro i ragnetti rossi, ma anche contro altri insetti e, in particolare, contro la cocciniglia.

Piante aromatiche

Belle per gli occhi, profumate per il naso: le piante aromatiche sono un elemento da tenere assolutamente nei nostri giardini e sui nostri balconi.

Il loro odore, per noi gradevolissimo, è molto fastidioso per i ragnetti rossi che preferiscono starne alla larga.

Perciò basterà tenerne qualcuna in giardino o sul balcone, vicino alle piante più colpite, per far sì che i ragnetti vadano altrove.

Per un efficacia ancora maggiore, potete utilizzare anche gli oli essenziali alle piante aromatiche, in particolare quello al rosmarino o quello alla lavanda.

In questo caso, versatene 10 gocce in 500ml d’acqua e poi, con l’aiuto di un vaporizzatore, spruzzate il composto sulle vostre piante.

Gli oli essenziali terranno così lontani i ragnetti rossi oltre a disperdere un piacevole profumo nell’aria.

Aglio

Chi pensa che sia utile solo in cucina ha torto! L’aglio ha mille altri utilizzi, tra cui quello di tener lontani i ragnetti rossi dalle vostre piante.

Vi basterà farlo bollire in acqua calda per circa 20 minuti. Poi, lasciate raffreddare, rimuovere lo spicchio dal liquido e, con l’aiuto di un vaporizzatore, spruzzatelo sulle piante.

Grazie alle sue proprietà, infatti, l’aglio è un insetticida e repellente naturale.

Ma l’aglio non è l’unico alimento che potete utilizzare nella vostra lotta contro i ragnetti rossi: in alternativa potete infatti utilizzare anche la cipolla, seguendo lo stesso procedimento.

Aceto bianco

Un rimedio pratico e veloce: l’aceto bianco è particolarmente efficace contro i ragnetti rossi che, alle piante, preferiscono i muri o i davanzali delle finestre.

Prendete un recipiente e mescolateci acqua e aceto bianco in parti uguali. Mescolate e lasciate riposare per qualche minuto.

Per utilizzarlo potete scegliere se usare un vaporizzatore e spruzzare il composto sulla superficie desiderata, oppure se passarlo direttamente sulla superficie con un batuffolo di cotone imbevuto.

In entrambi i casi, la naturale azione disinfettante dell’aceto avrà un’efficacia repellente nei confronti dei nostri sgraditi ospiti.

Altri suggerimenti

Non sono soltanto i ragnetti rossi a infestare i nostri balconi e giardini: spesso anche altri insetti e parassiti possono danneggiare le nostre piante.

Se vuoi scoprire altri rimedi naturali per tenerli lontani e per curare le nostre piante, leggi i nostri articoli:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".