Concimi naturali per avere piante bellissime anche col freddo!

11943
concime-piante-autunno

L’autunno e il primo freddo sono il tempo dei fiori caduti e delle foglie gialle.

Se da un lato si tratta di un normale processo nella vita di alcune piante, dall’altro a volte è semplicemente il freddo o lo sbalzo termico a spogliare le nostre piante del loro verde.

Ci sono piante che, con l’arrivo del freddo, vanno spostate dal balcone all’interno, ma spesso questo non basta per “salvare” la loro fioritura.

Uno dei rimedi migliori per far rimanere una pianta rigogliosa durante l’autunno e tutti i mesi freddi è quello di concimarla.

Ma quali sono i concimi e i fertilizzanti giusti da usare?

Ne esistono tanti in commercio, ma potete provare tanti concimi naturali che avete già a casa.

Vediamo insieme quali sono!

Attenzione: se avete dubbi o incertezze e, soprattutto, se avete piante particolarmente delicate, chiedete sempre consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Caffè

Niente ci rinfranca al mattino più di una tazzina di caffè! Ma in pochi sanno che questa bevanda può essere utilizzata come concime per le vostre piante.

Più precisamente potete utilizzare i fondi di caffè, prendendoli e sminuzzandoli in modo da ottenere dei granuli in polvere.

Prendete questa polvere e spargetela sul terriccio delle vostre piante.

Grazie all’alta quantità di azoto e di antiossidanti in esso contenuti, il caffè aiuterà le vostre piante a riprendersi dallo shock termico causato dall’arrivo dell’autunno e a predisporsi per una nuova fioritura.

In particolare, i fondi di caffè sono molto utili per quelle piantine di azalea che non vogliono saperne di far spuntare nuovi boccioli!

Banane

Un alimento che ha tanti effetti benefici sull’uomo ma anche… sulle piante!

Le banane, grazie al loro alto contenuto di potassio, sono molto utili alla fioritura di una grande varietà di piante.

Per sfruttare al meglio il loro effetto fertilizzante, prendete una banana, sbucciatela e sminuzzate la buccia in tanti piccoli pezzettini.

Poi, mettete i pezzettini a qualche centimetro di profondità nel terreno della pianta che avete scelto.

Tra le piante che amano il potassio c’è il ciclamino.

Lievito di birra

Sicuramente non ci avevate pensato prima ma… il lievito di birra è un ottimo concime naturale!

Vi basterà scioglierne un cucchiaino in circa 3 litri d’acqua tiepida e mescolare finché il lievito non si sarà totalmente sciolto.

Poi, utilizzate il composto ottenuto come acqua per innaffiare quelle piante che più stanno patendo il clima freddo.

Grazie alle vitamine del gruppo B e alle proteine in esso contenute, il lievito di birra stimola la nuova fioritura e aumenta la resistenza della pianta alle condizioni avverse.

Questo concime naturale è molto usato per mantenere i gerani, se non fioriti, almeno verdi durante i mesi freddi, ma è adatto anche per le piante da appartamento come l’anthurium.

Cenere

Tanta cenere rimasta nel camino dopo che la fiamma si è spenta? Non gettatela via. Usatela come concime!

La cenere ottenuta dalla legna contiene infatti alte quantità di fosforo, potassio, calcio e magnesio che sono un vero e proprio toccasana per le vostre piante.

Vi basterà spargerne un cucchiaio sul terriccio della vostra pianta per vederla, in pochi giorni, riprendersi e prosperare.

In particolare, questo concime naturale può essere utilizzato con quelle piantine di edera che, inaspettatamente, hanno arrestato la loro crescita.

N.B: se decidete di utilizzare questo rimedio, state attenti a utilizzare solo la cenere derivante da legno naturale e non da legno trattato con vernici.

In questo caso, infatti, le componenti chimiche residue possono far danni alla vostra pianta.

Vino rosso

Non è certo comune vedere una persona versare un calice di vino… nel terreno!

In realtà, però, il vino rosso è uno dei migliori fertilizzanti naturali che possiate utilizzare.

Il vino rosso, infatti, rende più fertile il terreno, migliorando l’habitat della pianta e stimolandone una nuova fioritura.

L’ideale è diluire 1/4 di bicchiere di vino rosso con 3/4 di acqua e utilizzare il composto come acqua per innaffiare la vostra pianta.

Antiossidanti e lieviti naturali in esso contenuti renderanno le vostre piante più forti e rigogliose!

Attenzione: state attenti a non utilizzare troppo spesso questo rimedio o a non usare troppo vino per la concimazione.

L’alcol in esso contenuto, se dato in grande quantità alla pianta, può danneggiarla irreversibilmente.

Altri consigli

Piante, che passione! Se siete alla ricerca di consigli e informazioni per avere finalmente un pollice verde, seguite i nostri suggerimenti!

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".