Che cos’è la Nutraceutica? Quando mangiare sano fa bene alla salute

44

Il termine Nutraceutica è un neologismo, che nasce dall’unione di due parole note, nutrizione e farmaceutica, introdotto dal Dottor De Felice nel 1989, per indicare gli alimenti che hanno un effetto benefico sulla nostra salute. Questi cibi vengono chiamati alimenti nutraceutici.

Che cos’è la Nutraceutica?

La nutraceutica si occupa di associare le caratteristiche di alcuni alimenti, che possiedono proprietà curative e principi attivi, estratti dalle piante, di cui sono note le applicazioni in campo medico. Dobbiamo distinguere però gli alimenti nutraceutici e gli alimenti funzionali, per i primi ci si riferisce agli alimenti che abbiano certificate proprietà medicinali e per i secondi invece, laloro introduzione nelle diete alimentari, apporta proprietà benefiche all’organismo.

Che differenza esiste tra i nutraceutici e gli alimenti funzionali? i primi sono distribuiti in soluzioni concentrate e hanno scopi terapeutici e protettivi, i formalimenti o alimenti funzionali al contrario, integrano l’alimentazione con sostanze, che potrebbero svolgere un ruolo di prevenzione nei confronti di alcune patologie, come lo stress o l’invecchiamento.

Quali sono i nutraceutici più importanti?

Sappiamo che, le vitamine sono alimenti che servono ad integrare delle carenze del nostro organismo, ma allo stesso tempo vengono comprese tra le sostanze nutraceutiche. Altre sostanze sono ad esempio il resveratrolo, che si trova nella buccia dell’uva e nel vino, cioè un polifenolo e antiossidante. Oppure la carnitina, che si trova nelle carni rosse e che ci allevia dalle fatiche.

E ancora i famosi Omega3/Omega 6, di cui sentiamo tanto parlare anche in tv, cioè acidi grassi polinsaturi, contenuti nei crostacei, nei legumi, frutta secca, olio di semi ed olio d’oliva, pesce, verdura a foglia larga e ribes, che devono proteggere il nostro sistema cardio-circolatorio. L’acido folico, è una sostanza nutriente che ci aiuta nel metabolismo dei globuli rossi e nella sintesi del DNA.

Troviamo la folacina nel fegato e nei legumi, nelle arance e nel riso. Infine ricordiamo le Proantocianidine che neutralizzano i radicali liberi e stimolano la crescita dei capelli, e calmano la tosse; sono contenute nei mirtilli e lamponi, nelle mele e nell’uva. I nutraceutici non sono però integratori ma sostanze biologiche naturali.

Infine ci sono alimenti a cui vengono aggiunte molecole o sostanze che apportano benefici alla dieta alimentare, per esempio lo yogurt con l’aggiunta di Coenzima Q10, oppure le patate al selenio, che fanno giungere a noi i principi nutraceutici attraverso il loro consumo. In commercio sono state introdotte anche delle barrette energetiche che contengono aminoacidi e vitamine del gruppo B.

Una dieta equilibrata e varia consente di introdurre molti dei principi nutraceutici importanti, che possiamo assumere attraverso il cibo quotidianamente.