Cibi antiossidanti per combattere i radicali liberi

L’elisir di lunga vita è un miraggio che la maggior parte degli uomini insegue mantenendo uno stile di vita sano, ricorrendo alla chirurgia plastica o utilizzando gli ultimi ritrovati nel campo della cosmesi per sembrare qualche anno più giovane.  Non tutti sanno però che sono stati scientificamente provati gli effetti benefici, talvolta miracolosi, di alcuni cibi nella lotta ai radicali liberi, maggiori responsabili del processo di invecchiamento cellulare.

I Radicali Liberi sono sostanze che si sviluppano all’interno del nostro organismo e distruggono le cellule, ossidando prima  le loro pareti, poi il nucleo contenente il DNA. Questo e’ il primo stadio della rottura degli equilibri che regolano la vita umana e comporta la degenerazione di organi e apparati. La prima azione di prevenzione dell’invecchiamento e’ mirata a  ridurre la quantità di Radicali Liberi presenti nel nostro organismo e ad accrescere la quantità di quelle sostanze in grado di combatterli.

La lista degli alimenti “miracolosi” è stata stilata dall’università britannica di Leeds che ha condotto ricerche mirate sull’argomento. Si tratta per lo più di frutta e verdure con basso contenuto di grassi, ma a sorpresa compaiono anche caffè, the verde e cioccolato fondente.

In cima alla classifica si piazzano gli asparagi che aiutano la formazione dei globuli rossi e sono una riserva di potassio ed acido folico, importante per la prevenzione di malattie anche gravi. Ricchi di antiossidanti; seguono le carote che forniscono molti zuccheri, potassio e fibra ma sono diventate delle vere star nel campo della prevenzione dermatologica grazie al “beta carotene“.

Il “beta carotene” oltre che aiutare a ridurre gli effetti nocivi dei raggi solari appartiene alla categoria degli antiossidanti; inoltre è un valido sostituto della vitamina A necessaria per la vista, la crescita e l’integrità del sistema immunitario.

E ancora la cicoria, ricordata per il gusto amaro ma in pochi sanno che contiene un particolare tipo di fibra che riequilibra la flora batterica dell’intestino mantenendolo sano. Contiene poche calorie ed è ricco soprattutto di antiossidanti; la cipolla parente dell’aglio, si distingue per l’alto contenuto di zolfo che le permette di essere considerata un ottimo mezzo di lotta alle malattie cardiovascolari. Contiene potenti antiossidanti che prevengono forme tumorali.

Da non dimenticare i gustosi spinaci che oltre che essere ricchi di sostanze nutritive e potassio, fibra alimentare e ferro, proteggono gli occhi dall’invecchiamento grazie all’elevata quantità riscontrata al suo interno di vitamina C,E, e betacarotene. Hanno in sé due inconvenienti: i nitrati e l’acido ossalico che li rendono poco adatti per chi soffre di calcoli ai reni.

Per finire le zucchine ideali da inserire nei periodi in cui ci si mette a dieta perché sono un alimento altamente idratante e povero di calorie e trattengono potassio e vitamina E.
Le zucchine sono anche fonte di vitamina C che però è molto sensibile al calore: l’ideale sarebbe quindi consumarle crude. Se cucinate in modo semplice sono molto digeribili e ricche di gusto. I suoi fiori possiedono betacarotene, acido folico, e vitamina C.