Come essere in forma con la ginnastica da ufficio

105

Chi trascorre gran parte del suo tempo in ufficio lo sa bene: la vita sedentaria a lungo andare è nociva.

Trascorrere 8 ore seduti alla scrivania ha senz’altro effetti negativi sulla postura: le spalle si irrigidiscono, la schiena si incurva, i polsie le braccia si indolenziscono durante il lavoro al pc, il collo duole. Oltre a stare attenti all’ergonomia della sedia e alla corretta postura è indispensabile fare un po’ di movimento per evitare tutti gli effetti collaterali della lunga sedentarietà.

Se poi, una volta tornati a casa, non abbiamo molto tempo per andare in palestra o fare jogging, è davvero importante ritagliarsi, anche in ufficio, qualche minuto per allenare i nostri muscoli. Fare movimento in ufficio è possibile: per prima cosa, durante le pause lavorative è bene uscire, fare quattro passi fuori, e ricordarsi sempre di fare le scale piuttosto che prendere l’ascensore.

Gli esercizi da fare alla scrivania per glutei sodi e gambe toniche

Oltre a questi piccoli accorgimenti, però, è anche possibile fare qualcheesercizio salutare proprio mentre si è seduti alla scrivania. Vediamo alcuni esempi:

– Per i glutei, poggiare le mani sulla seduta della sedia e sollevare i glutei tenendo le gambe piegate e i piedi poggiati a terra. Tenere la posizione per qualche secondo e ripetere per 5 volte.

– Per allenare i polpacci alzare alternativamente i talloni di entrambi i piedi, uno per volta, contraendo i polpacci.

– Seduti con la schiena dritta e i piedi poggiati per terra, sollevare il ginocchio (con la gamba piegata) di alcuni centrimetri con il piede a martello. Ripetere per 15 volte con entrambe le gambe. L’esercizio allena i muscoli dell’interno coscia e i quadricipiti.

– Tenendo i piedi vicini tra loro sollevare insieme le gambe ben stese, a questo punto mettere i piedi a martello e poi scendere di nuovo a pavimento. Ripetere per una decina di volte.

– Per rinforzare i pettorali, da seduti, avvicinate i palmi delle mani l’uno contro l’altro ad altezza del petto e spingete con forza per una decina di secondi.