Come fare le Pastiglie Lavapiatti fai da te per pulire i piatti senza detersivo

121
pastiglie-lavapiatti-fai-da-te

Avete appena terminato il pranzo o la cena e la vaschetta del lavandino è già riempita con acqua, pronta per assolvere il suo compito: accogliere i piatti da lavare.

Per finire il lavoro, però, dobbiamo servirci di qualche detersivo da applicare su una spugnetta che poi utilizzeremo per strofinare sui piatti.

Ma sapevate che è possibile utilizzare delle pastiglie lavapiatti fai da te in grado di fare gran parte del lavoro già da sole? Vediamo insieme come realizzarle!

Procedimento

Per realizzare queste pastiglie lavapiatti fai da te, avrete bisogno di ingredienti che sicuramente avrete già in casa o, in ogni caso, facili da reperire.

Dovrete, infatti, munirvi di:

  • 500 gr di bicarbonato di sodio
  • 3 cucchiai di sapone di Marsiglia
  • acqua demineralizzata q.b
  • 25 gocce di olio essenziale di limone
  • stampini per il ghiaccio 

Iniziate, quindi, con il mescolare in una ciotola il bicarbonato e il Sapone di Marsiglia liquido. Dopodiché, aggiungete le gocce di olio essenziale e l’acqua demineralizzata a poco a poco fino a quando il composto non risulterà denso e ben amalgamato.

Per un effetto più efficace, potete anche aggiungere 50 ml di aceto, il quale è utile sia perché vanta proprietà pulenti e sgrassanti, sia perché aiuta ad amalgamare tutti gli altri ingredienti.

A questo punto, dovrete solo versare il composto così ottenuto negli stampini per il ghiaccio e lasciare solidificare il tutto per qualche ora o per tutta la notte, a temperatura ambiente oppure nel frigorifero. Vi consigliamo di utilizzare degli stampini in silicone, così da facilitare l’espulsione della pastiglia quando vi occorre.

Quando le pastiglie lavapiatti fai da te si saranno solidificate, riponetele in un contenitore di plastica o di vetro e conservatele in un luogo asciutto lontano dall’umidità.

E ora sono pronte per l’utilizzo!

Modalità di utilizzo

Una volta che le vostre pastiglie lavapiatti saranno pronte, non vi resta che provarle per non farne mai più a meno! Riempite, quindi, la vaschetta del lavandino con acqua calda e inserite, poi, all’interno le stoviglie da lavare.

A questo punto, aggiungete una o più pastiglie (in base a quanto sono sporchi i piatti) e fatela sciogliere. Lasciate i vostri piatti in ammollo per circa 10 minuti, così che l’azione della pastiglia possa ammorbidire ogni incrostazione e rendere molto veloce la pulizia dei piatti.

A questo punto, non vi resta che passare una spugnetta sui piatti e strofinare per completare il lavoro iniziato dall’azione pulente delle pastiglie: noterete che gran parte dello sporco, infatti, è già rimosso!

Infine, risciacquateli e voilà: i vostri piatti saranno pulitissimi con pochissimi sforzi e senza aver utilizzato prodotti chimici.

Altri trucchetti per pulire i piatti

Una volta visto come realizzare le pastiglie per piatti fai da te, vediamo insieme altri trucchetti molto efficaci.

Buccia di patate

Sapevate che è possibile preparare il sapone per i piatti fai da te utilizzando la buccia di patate, che contiene sostanze sgrassanti e pulenti in grado di eliminare anche le macchie di grasso più incrostate?

Per realizzarlo, munitevi di:

  • 3 o 4 patate
  • 2 cucchiai di aceto
  • succo di mezzo limone
  • 3 cucchiai di bicarbonato

Fate bollire le patate non ancora sbucciate, dopodiché scolate l’acqua dalla pentola e aspettate che le patate si siano raffreddate abbastanza prima di toccarle.

A questo punto, utilizzate un pelapatate o semplicemente le dita per rimuovere ogni lato della buccia delle patate e mettetele in un barattolo vuoto. Aggiungete nel barattolo l’aceto, il succo di limone, il bicarbonato e un po’ di acqua bollente fino a riempirlo tutto.

Mescolate e lasciate riposare per circa un’ora. Riponete, poi, il barattolo in frigorifero per tutta la notte e il giorno dopo utilizzate la soluzione così ottenuta come un comune detersivo per piatti.

Vi consigliamo, però, di non produrne molto, perché questo detersivo per piatti non può essere conservato a lungo come i prodotti commerciali. E voilà: i vostri piatti saranno sgrassate come non mai!

Acqua di cottura

Infine, anche se vi sembrerà un rimedio piuttosto strambo e troppo bello per essere vero, in realtà risulta essere molto efficace. Di cosa stiamo parlando? Dell’acqua di cottura!

Se avete, infatti, appena cotto la pasta, vi consigliamo di non buttare via l’acqua di cottura come avete sempre fatto, ma di versarla nel lavandino dopo aver messo il tappo così da non farla scorrere.

Mettete, quindi, i vostri piatti in ammollo nell’acqua per circa 10 minuti  e passate una spugna sui piatti così da rimuovere ogni traccia di grasso o di incrostazione.

L’azione dell’amido presente nell’acqua di cottura ammorbidirà ogni incrostazione e renderà molto veloce la pulizia dei piatti.

Inoltre, durante la cottura l’acqua tende ad assorbire tutto l’amido e i sali minerali della pasta e tende, così, a diventare molto schiumosa. Ed è proprio quella schiuma che farà sì che i vostri piatti potranno essere sgrassati come farebbe un detersivo per piatti comune.

N.B Vi ricordiamo, però, di utilizzare sempre l’acqua di cottura appena prodotta e, quindi, bollente. Se fredda, infatti, potrebbe non essere più così efficace.

Avvertenze

Ricordiamo di non usare gli ingredienti suggeriti se si è allergici o ipersensibili a una o più componenti.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.