5 Trucchetti facili per pulire e lucidare il SILVER!

1248
come-pulire-silver

Il silver, comunemente chiamato silver plate, è un metallo non prezioso sul quale è stato riportato un sottile spessore di argento.

Questo spessore di argentatura è molto sottile e tende spesso, con il tempo, ad assottigliarsi fino a far emergere il metallo sottostante.

Tuttavia, la superficie esterna del silver plate è comunque argento a tutti gli effetti, perciò è destinato ad ossidarsi e a presentare macchie nere se non mantenuto con cura.

Ricordate, infatti, che il fenomeno dell’ossidazione negli oggetti di argento o placcati in argento non è un difetto ma è frutto di un processo naturale che avviene in questo metallo.

Per questo, oggi vedremo insieme come lucidare e pulire il Silver così da mantenerlo sempre brillante e come se fosse nuovo!

N.B Vi ricordiamo di consultare sempre le etichette di produzione prima di cimentarvi nella pulizia e nella lucidatura dei vostri oggetti in silver.

Acqua e sapone neutro

Innanzitutto, il primo rimedio per pulire e lucidare il vostro oggetto in silver consiste nell’utilizzare il sapone neutro.

Aggiungete, quindi, in una ciotola un po’ di sapone neutro con acqua e immergete al suo interno un panno morbido.

Passatelo, poi, sulla superficie da pulire con cura e delicatezza. Infine, risciacquate con un po’ di acqua calda e asciugate molto bene con un panno asciutto e morbido.

Questo rimedio è valido solo se utilizzato come pulizia regolare o nel caso in cui inizino a comparire i primi segni di appannamento.

Attenzione! Vi raccomandiamo di utilizzare sempre un sapone con pH neutro, perché altrimenti potrebbe corrodere la superficie del vostro silver.

Bicarbonato

Un altro rimedio naturale ed economico che potete provare per riportare il vostro silver alla sua brillantezza originaria è l’immancabile bicarbonato di sodio!

Riempite, quindi, una pentola con un litro di acqua e aggiungete al suo interno circa 50 grammi di bicarbonato.

Portatela, poi, ad ebollizione. Dopodiché, aggiungete i vostri oggetti in silver al suo interno e lasciateli in ammollo fino a quando l’ossidazione non sarà scomparsa.

Vi consigliamo di lasciare intiepidire l’acqua prima di immergere il vostro silver.

In alternativa, potete anche utilizzare un panno morbido imbevuto di bicarbonato e strofinarlo sulla superficie del vostro metallo.

Per le macchie più nere, vi potete anche aiutare con uno spazzolino da denti vecchio con spatole morbide.

Infine, asciugate con un panno asciutto e morbido. Vi ricordiamo di asciugare sempre bene per evitare l’umidità e la formazione, quindi, di ulteriori appannamenti.

Dentifricio

Un altro rimedio molto utilizzato soprattutto dalle nostre nonne è il dentifricio.

Questo ingrediente, infatti, sembra avere delle proprietà in grado di lucidare l’argento e di eliminare quelle tanto temute macchie nerastre da ossidazione.

Aggiungete, quindi, un po’ di dentifricio sulla superficie di un vecchio spazzolino da denti.

Dopodiché, strofinatelo delicatamente sulle superfici di silver che volete pulire: in questo modo praticherete una leggera esfoliazione che rimuoverà tutta l’ossidazione.

Infine, risciacquate con un po’ di acqua calda e asciugate accuratamente con un panno morbido.

Acqua di cottura delle patate

Anche se vi può sembrare strano, sappiate che l’acqua di cottura delle patate è molto efficace per tornare ad avere il vostro oggetto di silver come se fosse nuovo.

Questo rimedio, infatti, è fortemente indicato in caso di oggetti di argento o argentati che col tempo si sono ossidati, anneriti o opacizzati.

Cuocete, quindi, 3 patate in una pentola con acqua. Dopodiché, aggiungete i vostri oggetto di silver nell’acqua di cottura e lasciateli in ammollo per circa 20 minuti.

A questo punto, raccogliete i vostri oggetti e puliteli con un panno asciutto.

Il vostro silver sarà brillante come non mai!

Buccia di banana

Questo rimedio vi potrà risultare ancora più strano, eppure è davvero efficace per lucidare il vostro silver.

Di cosa stiamo parlando? Della buccia di banana!

La buccia di banana, infatti, viene spesso utilizzata per sbiancare i denti, per lucidare le scarpe e per lucidare gli oggetti in argento o placcati d’argento.

Tutto ciò che dovrete fare è riutilizzare la buccia di questo frutto e strofinare direttamente la sua parte interna sugli oggetti che volete lucidare.

Continuate fino a quando non vedrete l’ossidazione andar via. A questo punto, risciacquate e asciugate con cura.

Altri consigli utili

Una volta visto come pulire e lucidare i vostro oggetti in silver, vediamo insieme altri consigli per mantenerli con cura e per averli sempre lucidi e brillanti.

Conservazione

Innanzitutto, è importante che riponiate gli oggetti in silver in un luogo asciutto della casa dove non c’è molta umidità.

L’umidità, infatti, è la responsabile primaria della perdita di lucentezza dei vostri oggetti in silver.

Per lo stesso motivo, è consigliabile asciugare sempre molto bene i vostri oggetti dopo averli puliti.

Pulizia regolare

È molto importante anche procedere con una pulizia regolare di questi oggetti.

Vi consigliamo, infatti, di lucidarli periodicamente così da non provocare deterioramenti.

Come abbiamo già visto, per la pulizia regolare, vi basterà utilizzare un po’ di acqua e sapone neutro e asciugarli accuratamente.

Riponeteli, poi, in posti asciutti così da non farli ossidare a contatto con l’aria.

No alle sostanze abrasive

Il silver, come l’argento non può essere pulito con sostanze abrasive.

Perciò, evitate sempre ingredienti quali limone, aceto, cola, ketchup perché potrebbero corrodere le superfici in silver e danneggiarle irrimediabilmente.

Avvertenze

Consultate sempre le indicazioni di produzione prima di provare i rimedi suggeriti.

Per una casa sempre pulita!

Siete in vena di pulizie e volete altri consigli su come pulire casa? Vi basterà seguire i nostri trucchetti!

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.