Come si fa a togliere il nero dall’argento?

225
pulire-argento-nero-patate

Spesso, i nostri oggetti di argento tendono a presentare una patina nera che gli fa perdere tutta la loro bellezza originaria e li rende, così, opachi.

Ciò avviene a causa dell’ossidazione, un processo naturale che avviene appunto negli oggetti di argento o placcati in argento. Sebbene l’argento annerito non sia per niente bello da vedere, ricordatevi sempre che l’ossidazione non è un difetto, ma un fenomeno naturale.

A tal proposito, oggi vedremo insieme alcuni rimedi casalinghi facili e veloci per togliere il nero dall’argento e riportarlo alla lucentezza iniziale!

Bicarbonato

Un altro rimedio naturale ed economico che potete provare per riportare il vostro argento alla sua brillantezza originaria è l’immancabile bicarbonato di sodio!

Riempite, quindi, una pentola con un litro di acqua e aggiungete al suo interno circa 50 grammi di bicarbonato.

Portatela, poi, ad ebollizione. Dopodiché, aggiungete i vostri oggetti in argento al suo interno e lasciateli in ammollo fino a quando l’ossidazione non sarà scomparsa.

In alternativa, potete anche utilizzare un panno morbido imbevuto di bicarbonato e strofinarlo sulla superficie del vostro metallo.

Per le macchie più nere, vi potete anche aiutare con uno spazzolino da denti vecchio con spatole morbide.

Infine, asciugate con un panno asciutto e morbido. Vi ricordiamo di asciugare sempre bene per evitare l’umidità e la formazione, quindi, di ulteriori appannamenti.

Succo di limone

Il limone non è solo un agrume molto buono e profumato, ma anche molto utile per pulire l’argento dall’ossidazione e riportarlo alla sua lucentezza.

Immergete il vostro argento in una ciotola contenente succo di limone e 2 cucchiai di bicarbonato e lasciatelo in ammollo per un po’. Dopodiché, strofinate sul vostro argento con un panno morbido di cotone.

Infine, risciacquate e il gioco è fatto!

Sale e fogli di alluminio

Un altro trucchetto per pulire il vostro argento dall’ossidazione consiste nell’utilizzare un foglio di alluminio e 2 cucchiai di sale grosso da cucina.

Iniziate, quindi, mettendo un foglio di alluminio sul fondo di un recipiente o un secchio con il lato lucido rivolto verso l’alto.

A questo punto, riempite il contenitore con acqua molto calda e aggiungete due cucchiai di sale grosso da cucina. Vi consigliamo di utilizzare acqua da una teiera e di versarla nel secchio con la massima attenzione per non scottarvi.

Versate, quindi, i vostri pezzi di argento nell’acqua e accertatevi che il liquido li copra completamente.

Lasciate che si impregnino della soluzione per circa 3 minuti. Per gli oggetti molto ossidati, invece, aspettate fino a 5 minuti.

Se il vostro argento è abbastanza ossidato, durante l’ammollo potreste vedere alcuni fiocchi gialli neri che si sollevano dai vostri oggetti di argento.

Inoltre, potreste notare anche che il foglio di alluminio inizia ad ossidarsi e a diventare nero. Ciò avviene perché lo zolfo dell’argento viene trasferito sulla lamina.

A questo punto, rimuovete con attenzione la vostra argenteria, risciacquatela e asciugatela con un panno morbido.

Noterete che gran parte dell’ossidazione sarà andata in maniera facile e veloce!

N.B Vi preghiamo di fare attenzione all’utilizzo dell’acqua calda e di non scottarvi.

Dentifricio

Anche se può sembrare alquanto strano, anche il dentifricio è molto utile per lucidare il vostro argento.

Per utilizzare questo rimedio, avrete bisogno di uno spazzolino morbido, dentifricio e acqua. Mettete, quindi, una piccola quantità di dentifricio sullo spazzolino da denti, dopodiché strofinate sulla patina nera presente sul vostro argento.

Il movimento deve essere estremamente delicato. Lasciate, poi, agire per qualche secondo, dopodiché utilizzate acqua pulita per rimuovere il dentifricio.

N.B Si raccomanda sempre di rimuovere ogni traccia di dentifricio in quanto è abrasivo.

Buccia di banana

Questo rimedio vi potrà risultare ancora più strano, eppure è davvero efficace per lucidare il vostro argento: la buccia di banana!

Tutto ciò che dovrete fare è riutilizzare la buccia di questo frutto e strofinare direttamente la sua parte interna sugli oggetti che volete lucidare.

Continuate fino a quando non vedrete l’ossidazione andar via. A questo punto, risciacquate e asciugate con cura.

Acqua di patate

L’avreste mai detto che l’acqua di patate sarebbe venuta in vostro soccorso per  aiutarvi a pulire oggetti di argento anneriti, ossidati o opacizzati?

Per provare questo rimedio, vi basterà prendere 3 o 4 patate,  aggiungerle in una pentola con acqua e cuocerle come se le stesse cucinando per mangiarle.

Dopo averle lessate, toglietele dall’acqua e spegnete il fornello. A questo punto, aggiungete il vostro argento annerito nell’acqua delle patate e lasciatelo in ammollo per circa 20 minuti.

Il tempo di posa può essere anche superiore in caso di argento molto rovinato. Infine, asciugatelo con un panno asciutto e pulito.

Il vostro argento sarà di nuovo lucido come appena comprato!

Acqua di spinaci

Non solo l’acqua di patate è in grado di pulire la vostra argenteria annerita, ma anche l’acqua di cottura degli spinaci!

Sebbene, infatti, possa sembrare un po’ strano, questa acqua di cottura è ricca di antiossidanti in grado di rimuovere l’ossidazione dal vostro argento.

Fate, quindi, bollire gli spinaci e conservate, poi, l’acqua di cottura. Dopodiché, immergete i pezzi in argenteria al suo interno per almeno 10 minuti.

Infine, raccoglieteli e asciugateli con un panno morbido: il vostro argento sarà tornato al suo splendore iniziale!

Vi ricordiamo, però, di utilizzare l’acqua di cottura appena prodotta e non quella dei giorni precedenti; questa, infatti, potrebbe aver perso le sue proprietà, pure se conservata in frigorifero.

Avvertenze

rimedi indicati sono naturali, ecologici e biodegradabili.

Prima di utilizzarli, assicuratevi con chi è di competenza di poterli utilizzare, e soprattutto assicuratevi che i vostri oggetti siano in argento!

Argento sempre lucente!

Se siete rimaste sorprese e volete conoscere altri modi per avere il vostro argento sempre lucente e libero dall’ossidazione, vi suggeriamo alcuni post interessanti:

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.