Ne basta un pezzetto per smacchiare lo stendibiancheria (e le mollette!)

208
come-pulire-stendibiancheria

Abbiamo appena steso il nostro bucato ed ecco che notiamo degli aloni scuri sporchi sullo stendibiancheria e sulle mollette.

Purtroppo, questo accade perché trovandosi all’esterno, questi oggetti tendono ad assorbire facilmente umidità, polvere e tutte le tracce dello smog.

Il problema principale, però, è che mollette e stendibiancheria sporchi potrebbero, di conseguenza, macchiare i vostri capi e costringervi a lavarli di nuovo.

Per questo, la loro pulizia è importante per proteggere soprattutto i vostri panni.

Vediamo, quindi, insieme come smacchiare lo stendibiancheria e le mollette per un bucato senza segni!

Stendibiancheria

Innanzitutto, vediamo insieme come smacchiare lo stendibiancheria, ovvero l’attrezzo su cui vengono stesi i panni per farli asciugare. Prima di vedere tutti i metodi nel dettaglio, iniziamo con un video sulla pulizia profonda dello stendibiancheria in resina!

Aceto bianco

Se le macchie di sporco sul vostro stendibiancheria sono piuttosto visibili e ostinate, l’aceto bianco è il rimedio che fa per voi!

Questo ingrediente, infatti, vanta proprietà sbiancanti e pulenti molti efficaci in grado di rimuovere facilmente le macchie più resistenti.

Diluite, quindi, mezzo bicchiere di aceto in un litro di acqua, mescolate il tutto e lasciate riposare per qualche minuto.

Dopodiché, utilizzate il composto spargendolo direttamente sulla superficie da lavare con un panno, oppure spruzzandolo mediante un comodo vaporizzatore. Infine, risciacquate con acqua fresca.

Bicarbonato di sodio

Un altro classico alleato per pulire gli stendibiancheria è il bicarbonato di sodio.

Questo ingrediente, infatti, svolge una leggera azione abrasiva in grado di rimuovere tutto lo sporco in maniera delicata.

Scioglietene due cucchiai in un litro d’acqua e mescolate. Poi potete applicare il composto direttamente sulla macchia, oppure utilizzare un comodo vaporizzatore. Infine, sciacquate il tutto con acqua fresca.

Limone

Il limone rientra sicuramente tra i rimedi naturali efficaci più utilizzati dalle nostre nonne. Il suo forte potere sbiancante e sgrassante, infatti, è in grado di rendere bianche le varie superfici.

Versate, quindi, il succo di mezzo limone e 1 cucchiaino di sapone per piatti in un litro di acqua. Strofinate, poi, il composto così ottenuto sullo stendibiancheria e risciacquate.

E voilà: siete pronte per stendere i vostri panni su una superficie pulita e disinfettata!

Sapone di Marsiglia

Anche il sapone di Marsiglia è un rimedio proveniente dalla tradizione delle nostre nonne.

Questo sapone naturale, infatti, si rivela molto efficace per eliminare tutte le macchie più ostinate grazie alle sue proprietà pulenti molto delicate.

Riempite, quindi, un secchio contenente un litro di acqua calda e lasciate sciogliere al suo interno 2 cucchiai di scaglie di sapone. Utilizzate, quindi, l’acqua saponata per pulire lo stendibiancheria e strofinate energicamente.

In caso di macchie molto ostinate, potete anche semplicemente utilizzare il sapone di Marsiglia come se fosse una spugnetta e strofinarlo direttamente sulla macchia.

A questo punto, risciacquate e il gioco è fatto!

Sapone giallo

Infine, ecco a voi l’ultimo rimedio: il sapone giallo!

Questo prodotto, chiamato anche sapone molle potassico, si presenta come un panetto di colore giallo e un potere detergente molto efficace.

Prendete, quindi, un pezzetto di questo sapone e poggiatelo sulla spugnetta che userete per pulire. Strofinate, quindi, il sapone sulla macchia e infine, risciacquate con acqua.

Mollette

Una volta visto come pulire e smacchiare lo stendibiancheria, vediamo insieme come sbiancare le mollette.

Anche se può sembrare banale, infatti, mollette sporche potrebbero macchiare i vostri panni e rovinare il vostro bucato.

Vediamo come fare.

Aceto e succo di limone

Questi ingredienti sono efficaci soprattutto per le mollette di legno.

Prendete, quindi, 3 cucchiai di aceto e il succo di un limone e versateli in una bacinella contenente 3 litri di acqua tiepida.

Aggiungete, poi, le mollette e lasciatele in ammollo per circa 10 minuti. Una volta passato il tempo di posa, utilizzate una spugna per strofinare sulla loro superficie. Vi ricordiamo di insistere anche sulla piccola molla di ferro.

Infine, disponete le pinze su un asciugamano e lasciatele asciugare completamente.

Sapone per piatti

Per pulire le mollette in plastica, invece, potete utilizzare un sapone per piatti ecologico, preferibilmente fatto in casa.

Prendete, quindi, un vecchio spazzolino da denti e metteteci sopra un po’ di sapone liquido. Strofinate, poi, il sapone sulle mollette fino a rimuovere la macchia, dopodiché risciacquate con acqua abbondante.

Infine, lasciate asciugare le mollette e il gioco è fatto!

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.