Elimina il calcare dai vetri della doccia con questi metodi casalinghi!

62765
pulire-vetri-doccia

Comodo e moderno. Il box doccia rappresenta una vera e propria rivoluzione nel design dei bagni.

I materiali in cui viene realizzato possono essere diversi, ma di solito si tratta di vetro, plastica, cristallo trasparente e acciaio.

Se, però, il box doccia vi aiuta a tenere pulito il resto del bagno durante la vostra pulizia quotidiana, diventa esso stesso l’elemento da pulire con più frequenza.

Aloni di sapone, calcare, incrostazioni di sporco: a volte pulire il box doccia sembra un vero e proprio incubo. Ma esistono rimedi pratici e veloci che possono aiutarvi.

Vediamo insieme come fare!

Attenzione: prima di utilizzare i rimedi o seguire i consigli indicati, assicuratevi di aver letto le indicazioni di produzione del prodotto per evitare danni.

Aceto bianco

Un rimedio davvero infallibile. Si tratta dell’aceto bianco.

Potete utilizzarlo per ogni tipo di parete del box doccia ma, in particolare, per quelle in vetro o cristallo.

Basterà mescolare due parti di aceto bianco ad una di acqua calda, lasciar riposare per qualche minuto e poi utilizzare il tutto sui vetri, strofinando con una spugnetta.

Poi, risciacquate, lasciate asciugare e passate un panno in microfibra.

I vetri saranno splendenti e privi di aloni.

Bicarbonato di sodio

Un metodo super efficace contro il calcare e le incrostazioni di sporco: il bicarbonato di sodio.

Per usarlo al meglio, prendete del bicarbonato di sodio e mescolatelo a un po’ d’acqua in modo da ottenere un composto pastoso.

Prendete questo composto e passatelo sui vetri.

Con l’aiuto di una spugnetta, strofinate, facendo attenzione a non fare troppa forza: il bicarbonato ha un’efficacia abrasiva e potrebbe graffiare le superfici più delicate.

Risciacquate con acqua tiepida. Una volta eliminato il bicarbonato di sodio, il vetro sarà più splendente che mai e totalmente privo di calcare.

Alcol denaturato

Infallibile contro gli aloni che si formano a causa del vapore e del sapone: l’alcol denaturato.

Un rimedio molto semplice. Vi basterà prendere l’alcol denaturato e, con l’aiuto di una spugnetta, passarlo su tutte le pareti della doccia.

Potete utilizzare l’alcol denaturato sia sulle pareti in vetro che su quelle in plastica o cristallo.

Una volta passato l’alcol, dovete risciacquare con acqua tiepida e passare un panno in microfibra.

Gli aloni saranno definitivamente scomparsi.

Succo di limone

Ideale per rimuovere le tracce di muffa negli angoli del box doccia: il succo di limone.

Poiché, spesso, queste sottili linee di muffa si formano negli angoli (sulle superfici in vetro oppure sulle guarnizioni), potete aiutarvi nella pulizia con delle spazzole dalle setole dure o con degli spazzolini da denti.

Vi basterà prendere un limone, tagliarlo a metà e ottenere il succo. Diluitelo poi con dell’acqua calda e utilizzate il composto.

Prima di risciacquare, aspettate almeno 15 minuti: è il tempo necessario perché il succo di limone agisca, andando a eliminare la muffa.

In alternativa, contro la muffa, potete utilizzare anche una soluzione a base di succo di limone e aceto.

Sapone di Marsiglia

Il classico dei classici! Il sapone di Marsiglia è ottimo per la pulizia delle superfici del box doccia, in particolare di quelle in plastica.

Potete usarlo al meglio utilizzando del sapone di Marsiglia liquido o in scaglie e diluendolo in acqua calda.

Utilizzate il composto, passandolo sulle superfici con una spugnetta. Poi risciacquate.

Quando asciugate, fatelo con un panno in microfibra e attenzione a non lasciare residui che potrebbero formare antiestetici aloni.

Pulire il piatto doccia

Se dopo aver pulito i vetri, volete lavare anche il piatto doccia, esiste un altro rimedio molto pratico da utilizzare.

Consiste nel creare un composto mescolando aceto bianco, bicarbonato di sodio e succo di limone.

Una volta ottenuto, dovete spruzzare il composto sul piatto doccia, facendo attenzione a versarlo anche nelle fessure laterali, e lasciare agire per 10 minuti.

Poi, sciacquate e asciugate.

Grazie all’azione combinata di queste sostanze, il vostro piatto doccia sarà completamente pulito, lucido e luminoso.

Vetri puliti, più a lungo

Prevenire è sempre meglio di dover pulire con più fatica in un momento successivo!

Per questo, subito dopo la doccia, vi conviene eliminare i residui di sapone con un getto d’acqua e asciugare poi con un panno in microfibra.

Inoltre, fate sempre una passata veloce di una spugna (non abrasiva) sui vetri per prevenire la formazione di calcare.

In alternativa, al termine di ogni doccia, potete passare un tergivetro che vi aiuterà ad eliminare l’acqua in eccesso e a prevenire gli aloni.

Sempre dopo la doccia, ricordate di aprire la finestra o accendere l’aeratore per far sì che l’ambiente si asciughi più velocemente e non si formi della muffa.

Altri consigli utili

Le pulizie di casa vi danno il tormento? Nessun problema!

Scopri rimedi veloci e pratici che vi aiuteranno nelle faccende domestiche:

Gianluca Grimaldi
Nato a Napoli, sono laureato in giurisprudenza. Da sempre sono appassionato di prodotti biologici, del loro utilizzo e di tutto quello che è benessere. Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".