Come ridurre il girovita in pochi e semplici passi

54

Il girovita rappresenta una delle zone corporee in cui maggiormente si accumula adipe, dandoci un aspetto appesantito, sicuramente poco longilineo ed elegante.

Problema indiscusso tanto del sesso femminile quanto maschile, la lotta alla riduzione delle fatidiche maniglie dell’amore è sempre aperta.

Soprattutto poi nella stagione estiva questo difetto risulta essere ancora più evidente e fastidioso poiché tendiamo a indossare abiti più leggeri, magari stretch o che ci lasciano maggiormente scoperti, per non parlare della mise da spiaggia…e ogni anno per molti l’imbarazzo si ripresenta , cercando disperatamente qualche trucco magico che di colpo  ridoni una bella forma.

In questo campo non esistono miracoli ma solo strategie ben mirate e impegno. Naturalmente il problema è proporzionale alla quantità di adipe che si è accumulata, al tempo che è trascorso, all’età, ad un fattore ereditario ma soprattutto allo stile di vita!

In generale comunque, il grasso che si accumula in questa zona  risulta nella maggior parte dei casi particolarmente difficile da eliminare e questo principalmente perché l’addome e il girovita sono parti che vengono scarsamente sollecitati dal movimento quotidiano; per cui è bene seguire poche ma semplici regole essenziali per riuscire ad avere in tempi  brevi risultati soddisfacenti.

Innanzitutto occorre partire da una dieta alimentare corretta, ipocalorica e soprattutto priva di grassi; gli unici consentiti sono quelli “buoni “ come quelli dell’olio extra vergine di oliva, da consumare comunque con moderazione e a crudo possibilmente. Molte persone invece pensano che snellire questa parte sia tutta questione di fitness ma non è così: fare per esempio addominali senza aver provveduto a rettificare le cattive abitudini a tavola non serve a nulla perché quello che si riesce a bruciare con l’esercizio fisico lo si rimette in un batter d’occhio durante i pasti e il problema rimane lì.

Quindi, per prima cosa è necessario sgonfiarsi, con una dieta drenante che permetta innanzitutto di eliminare i liquidi in eccesso (sempre presenti quando c’è un sovrappeso)  e privilegiare  il consumo di proteine e vegetali oltre che di frutta e tante fibre, di modo da asciugare il fisico. In questa fase via libera a sport dal potente effetto dimagrante come il nuoto, l’aerobica, il pilates che sono ottimi per la contestuale definizione del fisico.  Solo  a questo punto si può veramente lavorare in modo specifico sullo snellimento del girovita.

  • ROTAZIONE DEL BUSTO: In piedi, aprite le braccia fino ad arrivare ad altezza  spalle; le mani sono appoggiate sulle spalle.  Cominciate a ruotare il busto più che potete a destra e a sinistra, fermandovi ogni volta al centro. Fate attenzione a che i piedi e le gambe rimangano invece ben fissi a terra, nella stessa posizione di partenza. Per tre minuti.
  • ROTAZIONE DEL BUSTO DA SEDUTI COL BASTONE: sedetevi su una sedia, avendo accorgimento a che la schiena sia dritta e la testa in asse rispetto al resto del corpo. Impugnate un bastone, portandolo dietro la nuca , ponendo le mani su questo, un po’ più larghe rispetto alle spalle. Ruotare solo la parte superiore del corpo prima su di un lato, fermandovi al centro e poi sul lato opposto. Per tre minuti.
  • ADDOMINALI: supini, mani dietro la nuca, piante dei piedi a terra con le ginocchia piegate, staccare il dorso da terra facendo attenzione a che la parte bassa della schiena sia ben aderente al suolo. Il collo è sollevato da terra; effettuare delle torsioni del busto, portando il gomito verso il ginocchio della gamba opposta,  concentrando e traendo forza solo dagli addominali e non forzando eccessivamente il collo. Effettuare tre serie da 20.
  • ESERCIZI ISOMETRICI: in posizione prona, appoggiare l’avambraccio a terra con il gomito perpendicolare alla spalla. Puntare i piedi  e sollevare il corpo, tenendolo in sospensione per 20-30 secondi durante cui bisogna tirare in dentro la pancia il più possibile. Da ripetere almeno 5 volte.
  • RESERVE CRUNCH: supini, con le braccia a terra lungo i fianchi, le ginocchia flesse e le gambe unite; portare le ginocchia verso il petto. Fare 15 movimenti per 3 serie.

Esercitatevi con questi esercizi per qualche mese in modo assiduo, anche tutti i giorni per avere risultati più rapidi se i tempi stringono. Successivamente va benissimo un mantenimento che preveda un allenamento di tre volte alla settimana e non dimenticate mai  di alimentarvi in modo sano e di preferire attività dinamiche a quelle sedentarie. Sarete in ottima forma.