Come rinforzare le unghie

unghie fragili

Quante volte abbiamo sentito la frase “le mani sono il primo biglietto da visita di una persona” ?! E in effetti che siate uomini o donne con mani e unghie sane e curate fa di voi certamente delle persone migliori!

La prima impressione oggi conta e anche tanto. Per questo e per tanti altri motivi avere unghie rigate, unghie delicate, unghie che si spezzano spesso può rappresentare un problema non solo per una questione puramente estetica ma anche dal punto di vista della salute.

Rinforzare le unghie prendendosene cura sembra dunque una priorità e indagare le cause dell’indebolimento può aiutarci ad avere delle mani dall’aspetto sano e dal forte potere seduttivo.

Quali sono le cause delle unghie che si sfaldano

Ricordiamo che l’unghia ha una composizione di cheratina e oligo elementi come: ferro, zinco,zolfo, rame, e vitamine (vitamina A, vitamina B6, vitamina C, vitamina E). Quando si ha una carenza di uno di questi elementi ecco che le unghie si sfaldano . Ma non è solo questo il motivo delle unghie deboli, i motivi sono diversi.

  • L’alimentazione gioca un ruolo cruciale per il benessere delle unghie. La mancanza di alcuni alimenti che contengono cheratina che agisce sulla durezza delle unghie
  • La disidratazione di certo non aiuta all’aspetto sano
  • L’utilizzo di detersivi aggressivi
  • Le infezioni micotiche e le allergie che rendono le unghie gialle e rigate
  • L‘invecchiamento come naturale causa di fragilità
  • Il fumo e l’onicofagia
  • Lo stress
  • L’utilizzo di smalti, gel per la ricostruzione troppo acidi e prodotti di qualità scadente

Rimedi per rinforzare le unghie

Che si tratti di cause più o meno gravi dell’indebolimento delle unghie esistono rimedi e cure preventive che possono arginare e risolvere il problema. Dai rimedi fatti in casa alle cure farmacologiche ciò che realmente importante è la costanza e le piccole attenzioni quotidiane che poniamo alla cura delle nostre unghie.

In via generale uno schema alimentare equilibrato con il giusto apporto calorico, vitamine, ferro, zinco e omega 3 è già un buon inizio per aiutare a prevenire qualsivoglia disturbo e inestetismo.

Possiamo dunque agire autonomamente con piccoli rimedi fai da te o rivolgerci ad un medico, quando invece il problema è più serio, facendoci prescrivere il farmaco più adatto.

Rimedi naturali per unghie fragili

Per porre fine a molti dei problemi legati alle nostre belle mani possiamo utilizzare diversi rimedi naturali per rinforzare le unghie e renderle belle . Basta poco e anche solo affidandoci a dei semplici rimedi fai da te da mettere in pratica quotidianamente possiamo raggiungere degli ottimi risultati senza dover ricorrere necessariamente a centri estetici o pratiche costose.

  • La pulizia giornaliera e dei bagni frequenti con acqua e bicarbonato sia per le unghie delle mani che quelle dei piedi e bagni di acqua e limone.
  • Un rimedio della nonna è quello di impacchettare le mani con del cellofan o della stoffa dopo averle cosparse con abbondante crema nutritiva e fatta agire tutta la notte.
  • L’utilizzo dell’olio d’oliva che ha proprietà emollienti ed idratanti, applicato e lasciato agire sulle unghie per qualche minuto
  • Il succo di limone ha proprietà invece sbiancanti e utile soprattutto per chi ha le unghie ingiallite dal fumo
  • Il burro di karitè come l’olio d’oliva è particolarmente idratante e aiuta a rigenerare i tessuti.
  • Impacchi di equiseto, riccho di silicio, calcio, magnesio e potassio.
  • L’olio di mandorle dolci ricco di vitamine che ristabilisce la morbidezza dell’unghia e rendendola meno ruvida

Farmaci per rinforzare le unghie

Le cure farmacologiche per le unghie fragili sono legate soprattutto alle malattie che le colpiscono, eccone alcune tra le più diffuse:

  • Onicomicosi: un’infezione delle unghie causata dai dei microorganismi chiamati miceti
  • Anonichia: assenza di lamina nell’unghia
  • Leuconichia: la presenza di macchie bianche sull’unghia dovute a dermatifiti, muffe o lieviti
  • Melanonichia: l’unghia ha una colorazione nera o marrone
  • Onicropticosi (Unghia incarnita): il letto dell’unghia è troppo piccolo per accogliere la lamina che si spinge oltre e causa infiammazione
  • Onicogrifosi: l’unghia diventa così spessa che si ha difficoltà a tagliarla
  • Psioriasi: l’unghia presenta tagli e cicatrici dolorose

Ogni malattia va trattata con il giusto farmaco e studiata in maniera a se stante ma di certo tra i rimedi farmacologici più comuni che il dermatologo può prescrivere ci sono i cosiddetti antimicotici, creme a base di urea, lacca antifungina.
Le pomate le creme cheratoliche hanno la funzione di togliere gli ispessimenti dell’unghia e aiutano ad ammorbidirne la superficie. L’acido salicilico funge da disinfettante e può essere usato per pediluvi e tamponamenti.
L’olio di neem di origine indiana è un preparato ayurvedico usato per contrastare virus e batteri.