Metti gli Strofinacci in bacinella con questo Rimedio che scioglie anche le macchie più ostinate

1733
sbiancare-strofinacci-bacinella

Se da una parte gli strofinacci ci aiutano a pulire e ad asciugare le stoviglie e le superfici della nostra cucina, d’altra parte tendono loro stessi a sporcarsi.

Dal momento, infatti, che li usiamo di continuo, questi tendono ad ingiallirsi facilmente e a sembrare sempre vecchi e sporchi.

Ma per fortuna, è possibile renderli bianchissimi come nuovi mettendoli in una bacinella e provando questi rimedi! Vediamoli insieme!

Bicarbonato

Il primo rimedio che vi proponiamo consiste nell’utilizzare il bicarbonato, un ingrediente noto a partire dalle nostre nonne per le sue proprietà pulenti e sbiancanti. Aggiungete, quindi, 4 cucchiai di bicarbonato in una bacinella contenente acqua calda e immergete, poi, gli strofinacci sporchi al suo interno.

Lasciateli in ammollo per qualche ora o per tutta la notte, dopodiché procedete con il comune lavaggio a mano o in lavatrice. In caso vogliate effettuare un lavaggio in lavatrice, vi consigliamo di aggiungere un cucchiaio di bicarbonato nel cestello in modo da potenziare l’effetto sbiancante: i vostri strofinacci saranno come nuovi!

Percarbonato di sodio

Oltre al bicarbonato, c’è un ingrediente “cugino” che potete provare, il quale è considerato un’alternativa ecologica alla candeggina. Di cosa parliamo? Del percarbonato di sodio. Aggiungete, quindi, due cucchiai di questo prodotto in una bacinella contenente acqua calda, immergete i vostri strofinacci al suo interno e lasciateli, poi, in ammollo per qualche ora.

Infine, risciacquateli e i vostri strofinacci saranno bianchi come non mai! Vi ricordiamo di utilizzare l’acqua sempre a temperatura superiore ai 30 gradi, in quanto il percarbonato necessita di alte temperature affinché la sua funzione sbiancante venga attivata.

N.B Utilizzate i guanti se maneggiate il percarbonato perché potrebbe irritare la pelle.

Aceto

Quando si parla di rimedi naturali, non si può non menzionare l’aceto, il quale svolge una funzione sbiancante, pulente e sgrassante. Come se non bastasse, è in grado anche di neutralizzare i cattivi odori che spesso si depositano su questi strofinacci!

Vi basterà, quindi, versare mezzo bicchiere di aceto bianco in una bacinella piena di acqua calda e immergere gli strofinacci al suo interno. Dopodiché, lasciateli in ammollo per qualche ora o per tutta la notte e risciacquateli e lavateli come fate di solito.

Acido citrico

Un’alternativa più ecologica dell’aceto è l’acido citrico, il quale vanta numerose proprietà ed è davvero una manna dal cielo nella pulizia domestica ecologica! Vi ricordiamo, infatti, che è noto per essere un anticalcare naturale in grado di decalcificare la lavatrice e liberarla dallo sporco!

In una bacinella contenente in 1 l di acqua tiepida, versate 150 gr di acido citrico e mescolate il tutto fino a farlo sciogliere. Dopodiché, lasciate in ammollo tutti gli strofinacci per circa 2 ore, risciacquateli e procedete con il normale lavaggio.

Limone

Dopo l’aceto, il bicarbonato e l’acido citrico, come poteva mancare all’appello il limone, il quale è considerato uno sbiancante naturale per il bucato?

Per utilizzarlo, quindi, dovrete fare bollire un litro di acqua e tagliare, nel frattempo, due limoni a fettine. A questo punto, versate l’acqua in una bacinella e aggiungete anche le fettine di limone e gli strofinacci da sbiancare. Dopo aver fatto agire per circa 30 minuti, risciacquateli e lavateli con il comune lavaggio in lavatrice o a mano.

N.B Fate attenzione a maneggiare la pentola con acqua bollente perché potreste scottarvi. Vi ricordiamo di utilizzare il succo di limone solo su strofinacci chiari e bianchi a causa della sua funzione altamente sbiancante.

Acqua ossigenata

Se i vostri strofinacci sembrano essere ancora ingialliti nonostante i rimedi visti finora, allora ecco a voi un ultimo trucchetto: l’acqua ossigenata, che sebbene non sia un rimedio propriamente naturale, ha un approccio ecologico tale da poter sostituire molti prodotti in commercio.

Aggiungete, quindi, un cucchiaio di acqua ossigenata in una bacinella contenente acqua calda e versate, poi, gli strofinacci nella miscela così ottenuta. Lasciateli in ammollo e risciacquateli: saranno bianchi come la neve!

N.B Vi ricordiamo di utilizzare l’acqua ossigenata solo con gli strofinacci bianchi.

Se ci sono macchie ostinate

Finora abbiamo visto come rendere più bianchi gli strofinacci ingialliti dall’utilizzo continuo. Ora vediamo insieme, invece, un ultimo trucchetto in grado di rimuovere eventuali macchie che si sono formate, dal momento che gli strofinacci vengono utilizzati per assorbire olio, sugo, caffè, ecc sulle superfici.

In questo caso, infatti, vi consigliamo di pretrattarle con una pasta sbiancante fai da te, che potete realizzare mescolando 2 cucchiai di bicarbonato con 1 cucchiaio di acqua fino ad ottenere un composto dalla consistenza cremosa.

A questo punto, applicate la pasta sulla macchia presente sullo strofinaccio e lasciate agire per circa un’ora. Infine, procedete al lavaggio dello strofinaccio: addio macchie!

Avvertenze

Consultate sempre le etichette di lavaggio per accertarvi di non rovinare i vostri strofinacci.

Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.