Come snellire le caviglie con ginnastica e stretching

19.014 views

Ognuno riconosce nel proprio fisico qualche difetto e vorrebbe rimediare, a volte basta un po’ di impegno giornaliero per raggiungere questo scopo.

Ed oggi che gli stilisti valorizzano questa parte del corpo, condizionando la nostra linea, dedichiamo il nostro post alle caviglie. Per ottenere con il minimo sforzo delle caviglie all’altezza di gonne e pantaloni.

Spesso le caviglie sono affaticate per i ritmi intensi mantenuti durante la giornata, o gonfie perché trascorriamo troppo tempo in piedi, i tessuti di questa zona assorbono tutti i liquidi delle gambe, che non sono adeguatamente drenati. E allora impegniamoci cominciando con semplici esercizi di ginnastica casalinghi.

Partiamo dallo stretching, un modo per eliminare le tossine, che provocano l’ingrossamento di alcuni muscoli, come ad esempio quelli dei polpacci e delle caviglie. Se il vostro problema sono caviglie e polpacci, questa lettura può esservi utile.

Preparazione agli esercizi di stretching:

il primo esercizio va praticato stando in piedi, e ripetuto per quattro volte per ogni gamba. In piedi flettiamo all’indietro la gamba destra, aiutandoci con la mano  che prende il nostro piede destro.  La flessione va mantenuto per circa venti secondi. Lo stesso esercizio va ripetuto per la gamba sinistra.

Tonifichiamo i polpacci: per eseguire questo esercizio, abbiamo bisogno di una parete sgombra, contro la quale poggiare punta e metatarso del piede destro, in piedi e con le mani lungo i fianchi cerchiamo di mantenere l’equilibrio. Flettiamo al massimo la gamba verso il piede, spostando il corpo in avanti. La stessa sequenza dovrà essere eseguita per la gamba sinistra, quattro volte per ogni lato e rimanendo in posizione di flessione per venti secondi.

Le caviglie sono molto importanti perché rappresentano il nostro appoggio sul suolo, e la ginnastica ci può aiutare anche nella prevenzione dei traumi, come le dolorose distorsioni.

Tonifichiamo  tendini e caviglie:

Da sedute, teniamo distese le gambe, teniamo le punte dei piedi distese, e tracciamo dei piccoli cerchi, sia all’interno che all’esterno, ma sempre con le ginocchia distese. Ripetiamo venti volte per ogni lato. E per rinforzare i tendini delle caviglie, da sedute tendiamo le gambe, davanti a noi, tendendo anche le punte. Ripetiamo per venti volte, eseguendo sei serie.

Un altro esercizio molto semplice da eseguire anche in casa, presuppone il solo utilizzo di una sedia, alla cui spalliera dobbiamo poggiare le nostre mani, per sollevarci sulle punte e poi poggiamo la pianta di nuovo ben salda sul pavimento. Questo esercizio va ripetuto per 15 volte su sei serie.

E se proprio vogliamo ottimizzare i tempi, anche da sedute al lavoro, possiamo praticare un paio di esercizi utili alla salute delle caviglie. Sollevando i piedi dal pavimento, descriviamo dei cerchi con il piede, sia in senso orario che antiorario. Ed ancora un esercizio di immediata realizzazione è quello di sollevare le punte dei piedi, lasciando ben saldo il tallone, siamo sempre sedute. Alternare poi con il sollevamento dei talloni, mantenendo le punte a terra.