Come tenere sotto controllo i nei?

16
alfabeto-dei-nei

I nei sono delle piccole lesioni della pelle, che devono essere controllate periodicamente, perché potrebbero degenerare in tumori della pelle.

I nei sono considerati anche tratti distintivi della bellezza e del fascino, soprattutto vicino agli occhi o alle labbra, da spingere alcune donne a disegnarli.

alfabeto-dei-neiMai da sottovalutare, i nevi sono un aumento del numero di melanociti; possono essere congeniti o possono apparire durante il percorso della nostra vita, cioè acquisiti. i nei o nevi vanno osservati nella forma, colore e dimensioni.

Cosa controllare dei nei:  controllare sempre l’asimmetria di un neo, cioè se il neo cambia la sua forma e se le sue parti non sono simmetriche tra loro.  Guardiamo attentamente i bordi del neo, se assumono un aspetto non liscio, dobbiamo subito effettuare un controllo medico.

Terza cosa da controllare è il colore del neo, se cambia non è certamente un fattore positivo e se poi le sue dimensioni sono maggiori di 2mm, potrebbe star evolvendo. Guardiamo di ogni neo, che abbiamo sul nostro corpo la sua evoluzione, e se  provoca prurito o irritazione, è prudente andare dal dottore.

La regola ABCDE, asimmetria- bordi- colore- dimensioni- evoluzione, ci può aiutare a valutare la situazione dei nostri nei.

Ci sono soggetti a rischio nei: chi ha la  pelle chiara, quindi il fototipo I-II è un soggetto a rischio, così come chi ha già tanti nei sul proprio corpo. L’esposizione al sole in maniera non corretta è da evitare. Proteggiamo la nostra pelle con creme solari con un filtro medio alto. I danni causati dai raggi UV sono da non sottovalutare ed il sole potrebbe rappresentare un nemico se l’esposizione non è ben regolata.

La dermatoscopia o mappatura dei nei: la mappatura dei nei è un tipo di analisi molto utile, si tratta di una tecnica moderna che ci permetterà di diagnosticare eventuali melanomi, attraverso l’uso di una telecamera collegata ad un computer.  Creando immagini ad alta definizione, può essere conservata una sorta di cartella clinica dei  nei, per confrontarne l’evoluzione.

Rimozione dei nei: la rimozione dei nei , non per una questione di salute ma solo per un fattore estetico, produce cicatrici visibili, sempre in rapporto alle dimensioni e alla collocazione del neo stesso. L’asportazione non è pericolosa e non favorisce la comparsa del melanoma. L’asportazione viene effettuata in anestesia locale, in  giornata e in ambulatorio. Al termine dell’operazione sono applicati dei punti di sutura, tenendo coperta la ferita per circa una settimana.  Il dermatologo effettuerà una seconda medicazione e poi toglierà i punti.