Come togliere i brufoli in modo rapido ed efficace

531
brufoli viso

I brufoli sono un problema che colpisce non solo i più giovani, ma anche generazioni più mature. Essi sono sinonimo della presenza di un problema, quindi il primo modo per combatterli è determinare il fattore scatenante. Per eliminare quelli presenti rapidamente e tornare ad avere una pelle perfetta, tuttavia, ci sono diversi rimedi, vediamo quali sono.

Il problema dei brufoli

I brufoli sono una manifestazione infiammatoria della pelle, che si presenta nella maggior parte dei casi su viso e collo. Questo stato infiammatorio interessa nello specifico il follicolo del pelo e la sua ghiandola sebacea. Dal punto di vista (anti)estetico essi sono caratterizzati da rossore, gonfiore e da un’evidente infezione purulenta (pus). I brufoli, tuttavia, non sono un cruccio solo degli adolescenti, ma un problema che si può presentare a ogni età.

Essi possono presentarsi in diverse parti del corpo, come il viso, il collo, la schiena e anche altrove in base al fattore scatenante. Oltre a essere un problema antiestetico, i brufoli di per sé non sono nulla di grave, ma possono però essere sintomo di qualcosa di più. Alcuni dermatologi, infatti, sostengono (prendendo per buona la medicina ayurvedica) che la zona dove il brufolo si sviluppa sia indicativa della causa scatenante, almeno per quanto riguarda la zona del viso.

Ogni sua parte corrisponderebbe a un organo e quindi i brufoli in quella zona ne rappresenterebbero uno stato sofferente. La fronte sarebbe collegata all’apparato digerente, il naso al cuore (quindi alla pressione del sangue, al livello di colesterolo), la zona fra le sopracciglia al fegato, le guance l’una al fegato e l’una ai polmoni, il mento all’apparato genitale (e agli ormoni).

La situazione è più complessa nel caso dei brufoli sul collo. Infatti le cause dei brufoli sul collo possono essere diverse e cambiano a seconda che il problema ce l’abbia una donna o un uomo. Un approfondimento utile sui brufoli sul collo lo puoi trovare qui: https://www.nonsolodonne.net/brufoli-sul-collo/.

Prevenzione: il primo passo per eliminare i brufoli

La prima soluzione per risolvere il problema dei brufoli è quella di individuare la causa per evitare che se ne formino di nuovi. Dal momento che fra le cause principali dei brufoli ci sono uno stile di vita insano, lo stress e una cattiva alimentazione, è bene iniziare a fare attenzione a quello che si mette in tavola, a rilassarsi e a modificare le proprie abitudini.

Meglio evitare gli alimenti pesanti che gravano sul fegato, i fritti, gli oli, anche se vegetali, gli alcolici e i carboidrati complessi. I guerrieri contro i brufoli sono invece rappresentati dalle vitamine (in particolare la A e la B), gli omega-3 e -6 e i sali minerali. Ben vengano quindi i legumi, i cereali integrali, il pesce, la frutta e la verdura.

Per allentare lo stress, cosa che aiuta a combattere la comparsa di brufoli, è consigliato di dedicarsi ad attività rilassanti come lo yoga, qualche hobby o sport per buttare fuori la tensione o frequentando zone di montagna (o aree verdi) respirando a pieni polmoni aria buona. Per favorire il rilassamento cercate di dormire bene, aiutandovi anche con le tisane.

Per quanto riguarda lo stile di vita, attenzione al fumo e all’igiene della pelle. La pulizia di viso e collo, soprattutto in una zona infiammata dai brufoli, è importantissima e gioca un ruolo fondamentale.

Per combattere i brufoli si parte dalla pulizia del viso

La pulizia del viso è un’operazione importante sia che abbiate problemi di eccesso di sebo, una pelle normale o una pelle impura. Il fattore scatenante del brufolo è, a conti fatti, l’eccesso di sebo, quindi va trattato ed eliminato. La sua rimozione, tuttavia, non deve essere fatta in modo aggressivo perché altrimenti la pelle ne produrrà ancora di più. Alcuni prodotti, infatti, sgrassano eccessivamente l’epidermide e ne modificano il ph naturale (leggermente acido). Soprattutto in presenza di brufoli, la cosa migliore è quella di usare detergenti schiumogeni specifici che regolarizzino la produzione delle ghiandole sebacee e che restringano i pori.

Ogni giorno, al mattino e, soprattutto, di sera vanno puliti viso e collo per rimuovere trucco, smog e impurità. Va quindi tolto il trucco con uno struccante delicato e va passato con del cotone il latte detergente. Infine è bene non dimenticare di passare un tonico che restringa i pori e prepari la pelle a una buona crema idratante. Periodicamente oltre alla normale pulizia quotidiana del viso andrebbe fatta una leggera esfoliazione, cioè un peeling, per rimuovere le cellule morte che, con il sebo, sono quelle che chiudono i follicoli causando punti neri e brufoli. Una buona prevenzione e una pulizia di viso e collo quotidiana, vedrete che possono fare miracoli per contrastare l’insorgenza dei foruncoli.

Come togliere i brufoli: consigli ed errori da non fare

Pressione meccanica

Uno degli errori classici che si dice che si possa fare con i brufoli è quello di spremerli. In realtà la pressione del brufolo non è del tutto sbagliata, infatti la fa anche l’estetista al momento della pulizia del viso. L’errore è farlo a freddo e nel modo sbagliato. La maniera corretta è fare pressione sul brufolo con un panno caldo, aprendo con delicatezza la testa e permettendo al liquido infettivo accumulato di fuoriuscire, dando così il via al processo di guarigione.

Il brufolo va spremuto in questo modo solo dopo la pulizia del viso e con acqua calda. Sui punti neri va semplicemente fatta pressione con il panno per qualche minuto. È necessario ripetere l’operazione 3-4 volte, facendo ogni volta raffreddare la zona. Per un trattamento più intenso e alleviare di più l’infiammazione è possibile bagnare il tessuto con l’acqua e l’aggiunta di the nero, visto che i tannini sono lenitivi, o con il sale, noto disinfettante.

Prodotti naturali

Maschera purificante – Per risolvere problemi come togliere i brufoli, è possibile stendere sul viso deterso una maschera fatta con argilla verde e succo di limone. L’impacco in una decina di minuti sarà secco e avrà in parte asciugato anche i brufoli. La maschera poi va ben risciacquata con acqua tiepida. Una maschera alternativa ottima è anche quella fatta con miele e cannella. Una maschera una volta alla settimana aiuterà a prevenire e a eliminare i brufoli. Qualche decennio fa come maschera da applicare sul singolo brufolo si utilizzava, nel medesimo modo, il dentifricio e molti giurano che sia ancora un metodo efficace, provare per credere.

Prodotti naturali – Una soluzione per liberarsi dei brufoli è quella di bagnare la zona con un olio naturale antinfiammatorio, applicandolo con un cotton fioc senza risciacquare. É possibile utilizzare, per esempio, l’olio di tea tree (detto anche di melaleuca), l’olio di lavanda o l’aloe vera, tre noti antisettici e antibatterici, non a caso usati per trattare anche l’acne e la dermatite seborroica. Se hai la pelle sensibile è meglio, tuttavia, allungare questa soluzione in acqua o olio di mandorle dolci, per addolcire il trattamento. In alternativa a questo prodotto, di norma reperibile in erboristeria o in farmacia, si possono impiegare prodotti più semplici che sicuramente avrete già in casa, come: il succo di limone, l’aceto di vino bianco, il succo dell’aglio (che però ha il problema dell’odore poco gradevole), il bicarbonato di sodio.

Prodotti specifici

Farmaci – Quando il problema è serio o se avete proprio urgenza di eliminare un brufolo magari alla vigilia di un appuntamento importante, è possibile utilizzare prodotti specifici più forti reperibili in farmacie o parafarmacie anche online, come: creme all’idrocortisone (a basso dosaggio e senza eccedere), prodotti all’acido salicilico o glicolico, lozioni al perossido di benzoile, saponi e creme allo zolfo.

Tecnologia – Un altro aiuto specifico per rispondere a un’esigenza come togliere i brufoli è rappresentato dalla tecnologia. Da qualche anno i grandi centri estetici mettono a disposizione delle clienti un dispositivo a luce blu. Questo apparecchio è dimostrato essere in grado di portare benefici alla pelle, guarendola dai brufoli. La luce viene orientata nella zona a poca distanza per circa 6-20 minuti in base ai casi. Mano a mano questo metodo aiuta a eliminare i brufoli.

È importante ricordare che non ci sono rimedi universali che vadano bene per tutti, anche perché le varie tipologie di pelle potrebbero reagire molto diversamente l’una dall’altra. È per questo motivo che, se sono presenti problemi particolari o se la pelle è davvero molto sensibile, è meglio evitare il fai da te e rivolgersi a un medico.

SOS brufoli: come risolvere il problema last minute

A volte i brufoli spuntano proprio nel momento più sbagliato. Se alla vigilia di un appuntamento importante notate uno sgradito ospite sulla pelle del viso o del collo, non resta che adottare le misure di forza. Far sparire un brufolo in una sola notte è una missione difficile ma fattibile. La prima mossa possibile è di fare una doccia ben calda, il cui vapore aiuterà ad aprire i pori della pelle. Immediatamente dopo la doccia, utilizzando del cotone (o comunque mai le dita) va fatta pressione intorno alla punta del foruncolo. Con un po’ di fortuna il liquido infetto uscirà e il processo di guarigione potrà iniziare. Se questo tuttavia non accade, vuol dire che il foruncolo non è ancora maturo.

A questo punto è necessario cercare di seccare la pelle in quel punto, sperando che il brufolo si asciughi. La pelle va pulita con del tonico e poi va applicata una maschera nella zona dove si è presentato il problema. Il prodotto più efficace è la maschera all’argilla. Il prodotto va applicato nel punto esatto dove c’è il brufolo e possibilmente lasciato lì una buona mezzora, per farlo asciugare bene. Trascorso il tempo necessario, il prodotto va lavato delicatamente con acqua tiepida e con il tonico.

Prima di andare a letto applicare una goccia dei prodotti naturali o dei farmaci suddetti. Non tutte le pelli e non tutti i brufoli sono uguali, ovviamente, quindi non è detto che questo sistema funzioni per tutti, ma la speranza è l’ultima a morire. Se il giorno dopo si vede ancora qualcosa, è tuttavia possibile coprire il brufolo con del trucco. Ricordate che secondo le regole dei makeup artists, il metodo migliore per nascondere un brufolo è usare un correttore di colore verde.